Meeple a Colazione – Harry Potter Miniatures Adventure Game 2nd Edition

Meeple a Colazione – Harry Potter Miniatures Adventure Game 2nd Edition

Dopo una prima edizione piuttosto chiacchierata, per via dei materiali di scarsa qualità, ecco che Harry Potter Miniatures Adventure Game, arriva in Italia grazie a Cosmic Games in una veste tutta nuova e migliorata.

Siete pronti ad avventurarvi nei luoghi più celebri di Hogwarts per rivivere avventure e scontri epici con i personaggi di punta della saga? Perfetto, allora è da qui che dovete partire!

  • Lingua: italiano
  • Autore: Gustavo Adolfo Cuadrado, Mark Latham
  • Casa editrice: Cosmic Group, Knight Models
  • Giocatori: 2 – 6
  • Età: 12+
  • Durata: 30 – 90 minuti
  • Anno: 2018
  • Meccanica: skirmish, lancio di dadi, movimenti su griglia, mappa modulare, poteri variabili
  • Tema: Harry Potter, fantasy, avventura
  • Complessità: medio – leggero

Materiali di gioco

  • 1 Regolamento
  • 13 miniature (di cui 7 da assemblare) 35 mm in resina di alta qualità
  • 6 dadi personalizzati
  • 100 token tra cui Marcatori Danno, Effetti, Carica Orologio, Punti Potere, Marcatori Obiettivo e Acromantula (per la modalità cooperativa)
  • 7 Marcatori Personaggio
  • 25 Carte Campagna, 20 Carte Evento, 20 Carte Missione
  • 40 Carte Avventura
  • 40 Carte Upgrade di cui 10 Artefatti, 10 Pozioni, 20 Incantesimi
  • 9 Carte Personaggio
  • 3 Mappe di gioco double-face che rappresentano la Foresta Proibita e i giardini di Hogwarts
  • 6 Tessere Sovrapposizione (con terreni invalicabili e ostacoli)

I materiali sono forse il cambiamento più grande che caratterizza questa seconda edizione. Gli oltre 100 token, sono ora in cartone, degni di essere chiamati token, e non più fatti di carta. Anche le carte sono state modificate e rese più solide, anche se la loro ergonomia è ancora opinabile. Uno dei punti amati o odiati delle carte stesse sono le scritte, fitte e in ogni direzione, che talvolta rendono un po’ confusa la leggibilità della carta stessa, ma che contestualmente ricordano le riviste magiche come la Gazzetta del Profeta.

Resta immutata invece la già altissima qualità delle miniature in resina, splendidamente scolpite e dettagliate, che richiedono però di essere assemblate, e se possibile, dipinte.

La scatola in latta che contiene il tutto fa certamente un figurone, così come il regolamento, interamente colorato, ricco di illustrazioni e ben confezionato. Già dalle prime pagine risulta chiaro quanto sia potenzialmente ampio e ricco il mondo di espansioni di Harry Potter Miniatures Adventure Game, mostrate dalle foto delle splendide miniature dipinte che arricchiscono il regolamento. A questo proposito è giusto fare una doverosa precisazione. Per chi intendesse approcciarsi a questo titolo come un classico gioco da tavolo, attratto magari dal marchio, è giusto precisare che si troverà davanti ad un prodotto diverso, facilmente fraintendibile.

Meccaniche di gioco

Possiamo tranquillamente collocare questo titolo nella Casa degli Skirmish (schermaglia), ovvero quei giochi in cui i giocatori controllano una o più miniature (solitamente un gruppo molto ristretto), e si scontrano con miniature avversarie in combattimenti su mappa. Per questo anche il regolamento non segue una lineare spiegazione dello svolgimento dei turni,  o degli scenari, ma una volta stabilite le regole di base, lascia ampio spazio ai giocatori per la costruzione della partita. Vediamo insieme le linee guida dello svolgimento.

Creazione e organizzazione di un gruppo

Le modalità di gioco con le quali è possibile affrontare questo titolo sono diverse, ma in tutte la preparazione di un buon gruppo di personaggi è importantissimo. Ogni eroe, oltre alla miniatura, ha una Carta Personaggio sulla quale è chiaramente riportato quanti e che tipo di oggetti può trasportare e l’Incantesimo Innato che lo caratterizza. Identifica anche a quale fazione del Mondo Magico appartiene e il grado delle sue abilità, quali Astuzia, Maestria, Saggezza e Coraggio. Infine, mette in evidenza quanti Marcatori Potere fornirà alla squadra ad inizio partita, e il suo “valore” in Galeoni, numero che serve a stabilire quanti ne restano disponibili da spendere sul totale per acquistare equipaggiamenti e pozioni. Una volta iniziata la partita non si potranno più fare acquisti, né cambiare la struttura della squadra e gli oggetti ad essa assegnati, quindi è essenziale preparare bene i componenti e pianificare una strategia prima di iniziare. I tratti dei personaggi, caratteristici e unici, saranno anch’essi fattori da valutare prima della scelta. Ai giocatori abituali di skirmish e wargame questa caratteristica costruzione del gruppo risulterà particolarmente famigliare.

Come già accennato, lo starter pack fornisce i tanto amati Harry, Ron e Hermione per la fazione di Hogwarts, e 4 Mangiamorte per la fazione omonima. Con l’acquisto di altri set di personaggi si potrà ampliare il mondo di gioco, dando vita a gruppi fortemente personalizzati.

Attacco, Difesa e Incantesimi

Accostata alla tattica e alla pianificazione di una buona strategia, troviamo la mossa principale con la quale si svolgeranno le azioni offensive e difensive, ovvero il lancio di dadi.

L’Attacco, la Difesa e il Lancio degli Incantesimi, siano essi di combattimento o meno, hanno in comune la medesima modalità, ovvero il lancio di almeno 3 dadi (4 se incrementati da bonus di sorta), e i loro successi, tramite un risultato di 3 o superiore (3+ =1 successo). In caso di 6, oltre ad ottenerne il successo, si avrà anche la possibilità di ritirare e ottenere così un risultato aggiuntivo. Tramite gli attacchi e gli incantesimi, se andati a buon fine, si arrecheranno Danni agli avversari, tracciabili tramite Marcatori dedicati di valore crescente, eliminabili solo tramite Pozioni Curative, o l’inesorabile sconfitta del personaggio al quinto danno inflitto.

Movimenti su mappa e terreni

Come in ogni skirmish che si rispetti, i movimenti su mappa saranno regolati tramite poche ma precise regole. I passi consentiti saranno 3, anche in diagonale, rallentati se in presenza di altri personaggi o Terreni Difficili. In prossimità di Ostacoli o Terreni Invalicabili, come da nome, sarà impossibile procedere, anche per le creature volanti. Allo stesso modo bloccheranno la Linea di Vista, elemento molto importante per la valutazione degli attacchi, così come il classico range d’azione.

Turno di gioco

Ogni scenario sarà caratterizzato, oltre che da un set up specifico delle mappe, anche da una durata massima in round, al termine dei quali si procederà al conteggio dei punti guadagnati dalle squadre, e alla proclamazione dei vincitori. Ogni turno di gioco sarà costituito da quanto segue.

Fase Iniziale: vengono risolte carte rimaste attive dal turno precedente, quali incantesimi che persistono durante i turni, e dei quali verosimilmente si dovrà pagare un mantenimento.

Fase Magica: 

  1. Rifornire la Riserva di Potere con i Segnalini Potere, del colore e della quantità indicata dalle carte personaggio che compongono la squadra. Generalmente a personaggi “buoni” verranno assegnati segnalini Bianchi, mentre Mangiamorte e altre creature useranno quelli neri. Ove indicati con il colore grigio, potranno essere scelti in combinazione tra i due colori, ma non si potrà cambiare idea durante il round.
  2. Pagare il mantenimento di eventuali magie e incantesimi ancora attivi, spendendo i suddetti segnalino, attingendo dalla riserva della squadra.
  3. Avanzare la carica dell’orologio in senso orario di uno step, per quanto indicato dalla carta stessa, avvicinando l’incantesimo al momento in cui sarà nuovamente disponibile e pronto per l’utilizzo.

Fase di Iniziativa: decisiva per individuare la squadra che inizierà il turno, vinta dalla squadra con il maggior numero di Marcatori Potere.

Fase di attivazione: da attivare alternativamente tra il modello di una squadra e l’altra, consiste in un’ Azione Base e una Avanzata, tra quelle possibili, eseguite nell’ordine desiderato. Alle azioni base come il Movimento e l’Uso di una Pozione, si affiancano quelle Avanzate, come Attaccare, usando armi equipaggiate, e il Lancio di Incantesimi, anch’essi già presenti tra l’equipaggiamento di partenza della squadra o Innati (prestampati sulla carta). Le Azioni Gratis, eseguibili se espressamente specificato sulla carta personaggio, sono eseguibili liberamente. 

Fase finale: nella quale si confrontano gli effetti di attacchi, pozioni, incantesimi e danni subiti ed effettuati durante il turno appena trascorso, per poi dar vita al turno dell’avversario. 

Fine partita e vittoria

Come già accennato, la lunghezza della partita verrà stabilito tramite il numero massimo di round consentito, durante i quali si cercherà di completare il maggior numero di Sfide, Obiettivi ed eliminazione degli avversari per ottenere Punti Vittoria che, neanche a dirlo, stabiliranno la squadra vincitrice. Un altro modo per accorciare o allungare i tempi di gioco è la scelta di aumentare o diminuire il numero di Galeoni da utilizzare, che deve essere ovviamente uguale per entrambe le squadre.

Modalità di gioco

Se volete prendere dimestichezza con le regole base, la modalità più consigliata è sicuramente quella Duello, nella quale ogni squadra può essere manovrata da un singolo giocatore o da un team.

Per chi ama invece fare fronte comune contro le difficoltà del mondo Magico, arriva in soccorso la modalità Cooperativa, giocabile anche in singolo, nella quale non si gioca contro nemici ma imprevisti e pericoli stabiliti dal gioco stesso.

Se, come in ogni gruppo, c’è un giocatore che si sente poco incline a cooperare, la modalità Campagna è quella che fa per voi. Prendete le redini di un gruppo di Eroi, che in una serie di scenari legati fra loro, si opporranno ad un antagonista, guidato da un unico giocatore. Ovviamente difficoltà e lunghezza delle partite potranno essere modificate in base al grado di sfida voluto.

Conclusioni

C’è molto di cui parlare, quindi non è il caso di indugiare oltre. Innanzitutto, in caso dal regolamento non si fosse colta l’essenza di questo titolo, si tratta di un prodotto più vicino al mondo degli wargames, piuttosto che ai boardgames. Questo va precisato per chi non ha familiarità con il genere, perché potrebbe fraintendere completamente il contenuto della convenzione e rimanere deluso, confrontando la quantità di materiali ottenuti e la spesa sostenuta. Se paragonato ai prezzi dei giochi da tavolo, circa 100€ potrebbero sembrare davvero troppi per i “pochi” materiali nella confezione, perchè semplicemente lo si andrebbe a paragonare ad altri, che con pari cifra forniscono più miniature, ma soprattutto scenari e avventure complete, che non richiedono essenzialmente nient’altro. Ecco, questo ragionamento non è da fare nel mondo wargame e skirmish, dove ciò che si acquista con la  “scatola base” non è altro che un punto di partenza, composto da tessere mappa, segnalini di sorta, alcune miniature per imparare a giocare, e sopratutto il manuale delle regole, (che potrebbe fare riferimento a poteri o situazioni non presenti in quei materiali). Questa precisazione potrebbe sembrare ovvia per chi conosce l’ambiente, ma potrebbe non esserlo per chi lo acquista in quanto fan della saga, o per chi lo crede adatto solo ad un pubblico molto giovane.

Detto questo, nonostante io stessa l’avessi frainteso e sottovalutato alle prima partita, ho poi cambiato completamente idea, appassionandomi a tal punto da voler provare tutti gli scenari e le modalità, seppur alcuni di essi non fossero adatti per  i personaggi forniti. Se ad un primo impatto le regole potrebbero sembrare inusuali (se non siete appassionati del genere) e riportate nel manuale in un ordine piuttosto bizzarro, verranno poi chiariti tutti i dubbi non appena effettuerete le prime partite. É innegabile che giocando solo con ciò che vi fornisce lo starter set ad ogni partita si ha un senso di insoddisfazione, ma è del tutto normale, vista la premessa sopra. Quel senso di voler trovare la strada giusta, di voler costruire una strategia e una squadra forte si respirano ad ogni partita. Saranno proprio questi a farvi approfondire le fazioni in commercio, e spingervi all’acquisto dei set di espansione che fanno al caso vostro. Le strategie e le tattiche attuabili sono potenzialmente infinite, e la combinazione azzeccata di personaggi può generare partite davvero interessanti. A questo riguardo segnalo che  la gran parte delle espansioni, sono disponibili con carte in inglese, che seppur di semplice comprensione, potrebbe rappresentare un ostacolo per alcuni.

Per quanto riguarda la difficoltà, si potrebbe dire che è una sorta di wargame/skirmish molto semplificato rispetto ai capisaldi del genere, e per questo accessibile da tutti. Il regolamento si assimila in fretta e ciò che richiederà un maggior studio sarà piuttosto la pianificazione e costruzione della propria squadra, piuttosto che delle regole. La scalabilità è buona, anche grazie alle diverse modalità di gioco disponibili, e alla modulari delle squadre, anche se da il suo meglio in duelli testa a testa.

I materiali come già detto sono stati migliorati molto con la seconda edizione, e il cambiamento più grande riguarda sicuramente i token, molto più comodi da maneggiare. Le miniature restano sicuramente il punto focale per la loro altissima qualità, anche se il fatto di doverle assemblare potrebbe frenare i più maldestri. Per chi, come me, è appassionata di pittura miniature, dipingere i dettagli che le impreziosiscono è stato un piacere e un divertimento, ma indubbiamente alcuni preferirebbero averle sicuramente già pronte. Personalmente, non vedo l’ora di arricchire le mie squadre con tanti nuovi personaggi. Le carte sono forse il punto più negativo per quanto riguarda l’ergonomia, perchè oltre a non essere eccessivamente spesse, hanno davvero scritte molto piccole, talvolta in ogni direzione, che le rendono poco leggibili.

É innegabile la potenziale vastità di questo titolo, considerando tutte le fazioni, set, singoli personaggi attualmente in commercio. Che si decida di optare per un set già fatto e altrettanto vasto come Chamber of Secrets Chronicles Box, o per l’acquisto di piccoli gruppi di personaggi (Famiglia Weasley, Malfoy, Dissennatori, Esercito di Silente, Voldemort…), la scelta è talmente amplia da rendervi plausibile l’acquisto compulsivo. Perché sia che vogliate rivivere le scene più epiche dei film, sia che vogliate sconvolgere le trame conosciute schierando personaggi insoliti e inaspettatamente forti, nulla vi impedirà di divertirvi per ore. L’importante è che abbiate compreso perfettamente che genere di gioco state acquistando, onde evitare di giudicare male e frettolosamente un ottimo titolo, ma che se preso solo da fan della saga, senza cognizione di causa, rischia di essere venduto dopo le prime partite. Avendo io stessa ribaltato la mia opinione a riguardo, non posso che consigliarvene l’acquisto,  magari condiviso con il gruppo di gioco/singolo giocatore con il quale avete intenzione di giocarlo. Aspettarsi uno Zombicide in salsa Harry Potter sarebbe un grave errore, che vi farebbe perdere un ottimo rappresentante del suo genere.


Gira voce che recitando un semplice incantesimo Accio sia possibile ricevere in pochissimo tempo questo titolo da MagicMerchant.it. Provare per credere!

Chiara "Honey Meeple"

Appassionata di videogiochi e creativa fin dall'infanzia, negli ultimi anni si è innamorata anche dei giochi da tavolo. Sul suo tavolo è facile trovare soprattutto German nudi e crudi, ma non disdegna sporadiche partite a giochi meno impegnativi. Tutte queste passioni, oltre alla sua innata vena artistica, l'hanno fatta avvicinare al mondo delle miniature, che dipinge per (e con) passione. Recentemente, con il nome di Kiki's Miniatures Mania, ha iniziato a pubblicare video tutorial per aiutare chi sta muovendo i primi passi in questo fantastico mondo.

Ultimi articoli

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: