Un kick ai 2 kings

Un kick ai 2 kings

Oggi parliamo di 2 Kings, schermaglia a colpi di dadi su Kickstarter dal 27 Ottobre, secondo progetto dell’italianissima Jocaranda Games.

In 2 Kings si consuma una folle battaglia con il semplice, ma sempre valido, pretesto che “non possono esserci due galli in un pollaio”… e se, per di più, il pollaio è piccolo, 19 per 12 cm, come dare torto al re blu e al re rosso? Tanto vale schierarsi da una delle due parti!

Pubblicato da Jocaranda Games – casa di produzione di nascita recente, particolarmente attenta agli autori italiani emergenti, che ringraziamo per averci inviato una copia promo, 2 Kings è un duello dal setup rapidissimo – all’interno della scatola stessa(!) – che mescola fortuna e tattica.


Dadi all’attacco!

Durante il proprio turno, il giocatore lancia uno speciale dado a 6 facce per accedere ad un ammontare di “elisir” da utilizzare, nella combinazione preferita, per schierare e/o muovere il proprio esercito di dadi in avanti o lateralmente, seguendo due semplici regole:

  1. non si possono schierare dadi con un valore superiore a 4 (ma tale valore può aumentare e diminuire durante la partita)
  2. non ci si può muovere oltre 4 caselle complessive

Il che significa, ad esempio, che un valore di elisir da 5 permette al giocatore di schierare un dado (su una propria torre oppure su una casella prima del fiume che non sia oltre la linea di un proprio dado già schierato) di valore 4 e muoverne un altro (non si può spostare lo stesso dado appena schierato) di 1 casella, oppure di schierare un dado da 3 e uno da 1, oppure di schierare un dado da 2 e muoverne altri per un totale complessivo di 3 caselle… e così via.

Il lancio del dado speciale può anche dare come risultato un pallino rosso oppure uno blu: in tal caso il giocatore ha accesso alle magie del colore corrispondente (di primo livello quelle blu, più potenti quelle rosse), che può utilizzare in combinazione con un valore fisso di elisir pari a 2. Tra le magie, quelle che aumentano i valori delle proprie pedine oppure diminuiscono quelli dei dadi avversari e quelle che permettono movimenti speciali (in diagonale o in volo). In alternativa, il giocatore può tentare il “jackpot” rilanciando il dado e sperando di ottenere come risultato il medesimo pallino, per avere l’opportunità di schierare una pedina di valore superiore a 4.

Ok, ma… a cosa servono i valori delle pedine? Ma che domande… a combattere! Ogni volta che un proprio dado termina il proprio movimento in una casella occupata da un dado altrui (oppure la attraversa) il dado del valore minore viene eliminato dal campo di battaglia, mentre il valore del dado vincente diminuisce per differenza: ad esempio, un dado da 5 vince contro un dado da 2, e il proprio valore diventa 3. Quando un dado arriva in cima ad una torre avversaria, dopo aver combattuto con un’eventuale pedina nemica ivi presente, danneggia direttamente la torre: il primo giocatore ad arrecare 10 danni alle torri nemiche vince.


Elisir di lunga sfida

Il fulcro strategico di 2 Kings è l’utilizzo del valore di elisir che scaturisce dal lancio del dado speciale (unica componente aleatoria del gioco). Si potrebbe pensare che l’avanzamento verso le torri avversarie sia una mossa imprescindibile in ogni turno, al fine di arrecare danni diretti il prima possibile, ma non è così: prima di tutto, non è affatto semplice attraversare l’intero campo di battaglia senza essere fermati da una magia (un dado il cui valore scende a 0 deve lasciare la battaglia) o da un attacco; inoltre quando il tabellone inizia a popolarsi, eliminare i dadi altrui diventa fondamentale, così come l’utilizzo di magie in combo. Per questo, 2 Kings risulta essere un gioco “easy to play” – confezione piccola, setup veloce, regole semplicissime – ma “pretty hard to manage”, e questo non ci dispiace affatto.


Punto per punto

  • La componentistica è molto interessante, la scatola di piccole dimensioni funge da tabellone e gli intagli per incasellare dadi e segnapunti sono ampiamente graditi
  • L’aspetto grafico non mi esalta particolarmente, un misto tra 2D e 3D che personalmente apprezzo poco ma che può di sicuro essere attrattivo per chi conosce l’app Clash Royale©, a cui l’ambientazione di questo gioco è liberamente ispirata
  • Viceversa, la meccanica che spinge ad utilizzare al meglio ciò che l’alea ci pone davanti è una delle mie preferite
  • La longevità è medio-alta, è un filler per 2 persone che si intavola molto facilmente, anche nell’attesa che arrivino i ritardatari del gruppo di gioco (mi raccomando: da bravi giocatori conosciamo l’importanza del rispetto delle regole, quindi incontriamoci con prudenza e secondo le disposizioni, per il benessere di tutti)


Vi lascio con il link alla campagna Kickstarter di 2 Kings e con l’invito a visitare MagicMerchant.it per acquistare nuovi giochi in vista dell’inverno!

Armando Intignano

Ultimi articoli

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: