Geek.pizza

Cowabunga!

Lords of Ragnarok: Primi dettagli e data di lancio su Gamefound

Lords of Ragnarok: Primi dettagli e data di lancio su Gamefound

Cosa ci aspetta dall’erede di Lords of Hellas che attingerà a piene mani dalla mitologia norrena? Andiamo a scoprire i primi dettagli del nuovo gioco da tavolo di Awaken Realms direttamente dal suo autore.

Adam Kwapiński, con un aggiornamento sulla pagina preview della campagna Gamefound, ha definitivamente acceso i riflettori sul suo Lords of Ragnarok, successore del precedente Lords of Hellas, che ci porta dalle terre elleniche a quelle dell’estremo Nord mantenendo la sua veste mitologica-ucronica a tinte sci-fi.

Data di Lancio

Partiamo dal dettaglio che ovviamente chi già segue la preview della campagna Gamefound non si sarà lasciato scappare ma che potrebbe interessare tutti coloro che ancora non si sono avvicinati al nuovo progetto di Awaken Realms: la campagna di finanziamento inizierà il 21 ottobre su Gamefound con, ovviamente, il gioco che, al netto di ritardi e imprevisti, dovrebbe arrivare a 2022 ormai inoltrato (ancora presto per altre date).

Cosa resta di Lords of Hellas

Quello che in molti si staranno chiedendo a questo punto è: quali saranno le differenze con il precedente titolo? Vale la pena acquistare Lords of Ragnarok da possessore di Lords of Hellas? Kwapiński prova a darci qualche assaggio di quello che il nuovo titolo porterà con sé partendo da ciò che vorrebbe mantenere per preservare l’identità della sua idea di gioco:

  • La presenza di un eroe con proprie statistiche: l’autore vede la presenza di un personaggio con statistiche proprie come una sfumatura RPG in quello che, di fatto, resta un gioco di truppe e controllo territori e pare avere tutta l’intenzione di mantenere questo aspetto chiave anche in Lords of Ragnarok
  • I monumenti: e non potrebbe essere altrimenti. Uno dei segni più distintivi di Lords of Hellas verrà mantenuto ed evoluto anche nel nuovo capitolo.
  • Diversi percorsi per la vittoria: diverse le strategie e diverse le strade per aggiudicarsi la vittoria. C’è tutta l’intenzione di mantenere una certa varietà di vie percorribili per prevalere in una partita di Lords of Ragnarok con la promessa dell’autore di mantenere il tutto bilanciato a dovere.
  • Dinamismo: con la consapevolezza che Lords of Hellas non fosse certo un gioco breve, Kwapiński si dimostra soddisfatto del dinamismo e dei cambi di mappa che la sua creatura riusciva ad offrire, e assicura che anche nell’estremo Nord avremo costanti cambi di board con il giusto ammontare di battaglie.
Lords of Ragnarok Art

Cosa cambia in Lords of Ragnarok

Molto interessanti gli spunti sui cambiamenti che l’autore promette in Lords of Ragnarok a partire dai Monumenti. Difficili da costruire e da vedere completi nel primo capitolo, pare che non saranno più una end-game condition (subentrerà il Ragnarok su cui l’autore non si sbilancia) e potranno essere costruiti più facilmente passando da 5 a 4 livelli.

Diciamo, inoltre, addio alle missioni di Lords of Hellas e prepariamoci a raccogliere le rune con le quali potremo usufruire di una nuova meccanica di attivazione delle nostre truppe, controllo mostri, potenziamento del personaggio e che potranno anche essere usate per siglare alleanze con i reami.

I reami sono un’altra new entry e consisteranno in regioni speciali che non sarà possibile controllare con armate ma che ci assicureranno vari aiuti in caso di una alleanza con essi.

Limature in arrivo anche per la gestione delle armate che avranno meno truppe ma le quali potranno essere potenziate più volte. Ad ogni giocatore spetterà anche un Drakkar ma ancora non si ha nessun dettaglio su come potremo usare l’imbarcazione vichinga a nostro vantaggio.

Cambia anche l’azione Usurpazione che potrà essere svolta anche con un punteggio di forza pari o superiore a quello della popolazione di una Regione.

Modalità solitario

Per la gioia di molti, verrà implementata e, per la gioia di ancora più persone, sarà curata da David Turczi che in fatto di modalità solitario è una firma assai apprezzata.

Miniature

Il comunicato di Adam Kwapiński si chiude con uno sguardo ai nuovi modelli di miniature dedicandosi soprattutto a quelle dei monumenti che dovrebbero essere più facili da montare dei precedenti.

Tutto qui? Quasi. A fine pagina un sondaggio ci chiede un eventuale interesse per una ristampa di Lords of Hellas proprio con questo upgrade nelle sue miniature. Se siete possessori del predecessore di Ragnarok, potrebbe essere interessante fare un salto sulla pagina di Gamefound ed esprimere il vostro parere.

Mentre aspettate di incontrare gli dei nordici, sappiate che c’è Zeus che vi osserva dalle lande di Magic Merchant

Fabrizio Grugnaletti

Ultimi articoli

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: