Geek.pizza

Cowabunga!

Giochi da tavolo: le novità della settimana #47

Giochi da tavolo: le novità della settimana #47

47 “morto che parla”, anche perché le novità di questa quarantasettesima settimana farebbero resuscitare anche i morti. Non ci credete? Date un’occhiata allora…

THE QUEEN’S GAMBIT – LA REGINA DEGLI SCACCHI

Giocatori 2 – 4 | Età 12+ | Durata media 15′ | Autore Rebecca Bleau | Editore Asterion Asmodee

Queen's Gambit Novità

Il gioco da tavolo ispirato a una delle serie più viste degli ultimi tempi!

In Queen’s Gambit vi misurerete con altri giocatori per reclamare i pezzi (e i punti) dalla scacchiera.
Vengono disposti sulla scacchiera dei segnalini “Scacchi” che rappresentano pezzi degli scacchi con differenti punteggi.

A ogni turno, grazie alle carte, potete muovere il vostro “Gambetto” (unica pedina a disposizione) come se fosse un diverso pezzo degli scacchi. Giocando la carta “cavallo” ad esempio, muoverete il gambetto ad L, come si muove il cavallo. Giocando la carta “Alfiere”, muoverete il gambetto in diagonale, e così via.

Come in una vera partita di scacchi, se il vostro Gambetto termina il suo movimento su un qualsiasi altro pezzo degli scacchi, lo mangia (accumulando quindi i punti indicati).

Dovrete però pianificare in anticipo se volete prevedere le mosse dei vostri avversari e vincere la partita! Si avranno sempre 3 carte coperte davanti a sé, nell’ordine di gioco che si è pianificato.

Quando pianificate le vostre mosse, ricordate di prendere in considerazione le mosse potenziali dei vostri avversari. Cercate di mangiare i pezzi più importanti prima dei vostri avversari per rovinare i loro piani!
La partita termina immediatamente quando l’ultimo segnalino Scacchi viene mangiato: vincerà chi avrà il punteggio più alto.

Il gioco uscirà mercoledì 24 novembre e potrete prenderlo [qui]

I TIRANNI DELL’UNDERDARK

Giocatori 2 – 4 | Età 14+ | Durata media 40′ | Autore Peter Lee | Editore Gale Force Nine

Domina il sottosuolo!

Legioni di spietati Elfi Oscuri, Illithid e altre orrende aberrazioni regnano su un territorio che non vede mai la luce del sole. Qui, dove non esiste pietà o compassione, solo il più crudele e astuto può aspirare a regnare sulle fila dei malvagi. Fatti avanti, o soccombi ai Tiranni.

  • Finalmente la versione italiana di un amatissimo gioco a marca D&D
  • Include l’espansione con Non-Morti e Aberrazioni!
  • Un gioco da 2 a 4 condottieri dal cuore nero

Tyrants of the Underdark è un gioco strategico, dove il controllo del territorio incontra il deckbuilding.

Ciascun giocatore, che assume le vesti di uno dei signori malvagi del sottosuolo, gli Elfi Oscuri, cerca di costruire un proprio mazzo personalizzato, attingendo da un mazzo principale comune di 80 carte. Questo mazzo è formato ogni partita in modo diverso, a partire da due mazzetti speciali da 40 carte l’uno (Drow, Draghi, Demoni, Elementali, Non-Morti e Aberrazioni) che permettono di interagire con l’Underdark e con gli altri giocatori, oltre che di migliorare la propria posizione o totalizzare punti.

Ogni mazzetto consente diverse strategie di vittoria e si combina in modo particolare con gli altri: meglio assassinare ogni opposizione? O forse è più indicato aumentare la propria presa politica sul sottosuolo? Magari la semplice conquista militare è la via più sicura, no? Tutti sono ottimi modi per accumulare punti e aggiudicarsi così il trono sotto la terra.

Un gioco non troppo complesso, ma dallo spessore inaspettato, adatto sia agli esperti che a chi vuole provare qualcosa di diverso.

Il gioco uscirà mercoledì 24 novembre e potrete prenderlo [qui]

MICROMACRO CRIME CITY – TRUE DETECTIVE (espansione)

Giocatori 1 – 4 | Età 10+ | Durata media 30′ | Autore Johannes Sich | Editore MS Edizioni

IL CRIMINE È NASCOSTO NEI DETTAGLI

Benvenuti a MicroMacro, una tranquilla cittadina sopraffatta dal crimine! Violente risse, efferati omicidi e sanguinose rapine sono all’ordine del giorno in città. La polizia locale ha perso il controllo della situazione, per questo abbiamo bisogno di tutte le vostre capacità investigative!

MicroMacro è un gioco cooperativo di investigazione: dovrete risolvere ingegnosi crimini scoprendo il movente, trovando le prove e arrestando i colpevoli. Un occhio attento ai particolari e un lucido ragionamento deduttivo saranno le chiavi del vostro successo. Questo è un lavoro per veri investigatori!

16 nuovi casi! I cattivi e i criminali ti aspettando ad ogni angolo l’occasione buona per sopraffare la preda.

True Detective è il nuovo capitolo della serie MicroMacro.

Contiene 16 nuovi casi che non richiedono una copia di “MicroMacro: CrimeCity” per essere giocati. Potreste tuttavia imbattervi in personaggi e storie già incontrate nel capitolo precedente.

NOVITA’: Ogni caso include un simbolo per indicare la fascia di età a cui è rivolto.

Un design elegante ed originale mai applicato ad un gioco da tavolo
Adatto sia per una serata tra amici che per migliorare il lavoro di squadra

Componenti:

• Mappa gigante della città (75×110 cm)

• 120 carte per 16 avvincenti casi da risolvere

• 1 Lente d’Ingrandimento per i dettagli nascosti

Il gioco uscirà giovedì 25 novembre e potrete prenderlo [qui]

IL TRONO DI SPADE – TERRE DI NESSUNO

Giocatori 3 – 6 | Età 14+ | Editore Asterion Asmodee

Manipolate le complicate politiche di Approdo del Re nell’imprevedibile lotta per il potere de Il Trono di Spade: Terre di Nessuno!

In questo frenetico gioco di carte assumete la guida della vostra Casa nei panni di uno tra nove personaggi cospiratori. Userete la vostra influenza per attirare a voi nuovi alleati, ma dovrete condividerli con i vostri vicini, quindi fate attenzione: anche i vostri compagni più stretti potrebbero essere fedeli ad altri.

“O si vince o si muore.”
Cospirate per ottenere il controllo nei panni di un celebre eroe o malvagio del Continente Occidentale.

“Ti avevo avvertito di non fidarti di me…”
Stipulate astute alleanze e tradite i vostri amici al momento opportuno.

“L’inverno sta arrivando.”
Con l’avvicendarsi delle stagioni, nuove carte evento introducono letali minacce.

Nel corso di una partita a Il Trono di Spade: Terre di Nessuno, ogni giocatore assume il controllo di uno dei personaggi principali del ciclo di romanzi di George R.R. Martin Cronache del Ghiaccio e del Fuoco.

I giocatori spendono le loro carte per influenzare una schiera di alleati tratti dai romanzi e reclamarli per la loro causa. Ogni giocatore però dovrà fare attenzione: chi siede alla sua destra e alla sua sinistra è essenziale per la sua vittoria ma può anche pugnalarlo alle spalle.

Ogni leader possiede due concili, uno alla sua sinistra e uno alla sua destra. Il concilio ristretto di un leader è il concilio che ha il potere inferiore tra i due concili.
Alla fine della partita, il leader con il concilio ristretto più potente vince.

Questo significa che i leader sono incentivati a collaborare con i loro vicini… fino a un certo punto. Un leader non ottiene benefici se rende uno dei suoi concili troppo forte rispetto all’altro. A conti fatti, ogni leader deve comunque agire nel proprio interesse per mantenere i suoi concili relativamente equilibrati, in modo che il proprio concilio ristretto mantenga il valore più alto possibile.

Il gioco uscirà venerdì 26 novembre e potrete prenderlo [qui]

IL SIGNORE DEGLI ANELLI – VIAGGI NELLA TERRA DI MEZZO – VENTI DI GUERRA (espansione)

Giocatori 1 – 5 | Età 14+ | Durata media 90′ | Autore Nathan I. Hajek | Editore Asterion Asmodee

Il Signore degli Anelli – Viaggi nella Terra di Mezzo: Venti di Guerra è un’espansione per il Gioco da Tavolo Il Signore degli Anelli – Viaggi nella Terra di Mezzo completamente in Italiano.

Nuovi eroi, nemici, tessere della mappa di viaggio, terreni e oggetti da inserire in tutte le vostre avventure in questa espansione ambientata nelle terre du Rohan e di Gondor!

Questa espansione sblocca anche una campagna inedita composta da quindici scenari che sfida gli eroi a combattere contro un’orda di spietati mercenari nelle vaste pianure del Riddermark, nell’intricata Foresta di Fangorn e tra le rovine infestate di Osgiliath.

Il gioco uscirà venerdì 26 novembre e potrete prenderlo [qui]

CLASH OF CULTURES – MONUMENTAL EDITION

Giocatori 2 – 4 | Età 14+ | Durata media 180′ | Autore Cristian Marchussen | Editore Giochi Uniti

Clash Of Cultures è una monumentale sfida di gioco in cui guiderete una civiltà dalla sua fondazione, fino alla gloria.

Clash of Cultures monumental edition contiene il gioco base, la sua espansione Civilizations e il pack Aztechi. Sono presenti oltre 350 miniature divise in componenti della città, otto meraviglie, fanti, cavalieri, navi, elefanti, leader e coloni.

Oltre 20 regioni da esplorare compongono la mappa. Le miniature e la grafica del gioco sono state completamente rinnovate e per la prima volta sono state incluse le miniature delle 8 meraviglie. I cambiamenti al regolamento sono invece minimi.

Il gioco si suddivide in 6 ere, ulteriormente divise in 3 round, per un totale di 18 turni di gioco. L’eliminazione di un giocatore comporta però la fine immediata della partita.

L’obiettivo del gioco è accumulare più punti vittoria degli avversari. I punti vittoria si accumulano con diverse strategie: costruzione di città ed edifici, avanzamenti di civiltà, meraviglie costruite o conquistate, obiettivi completati, leader avversari sconfitti etc…

La mappa di gioco si compone di 20 tessere regione, incluse quelle di partenza delle singole civiltà che sono le uniche conosciute al momento dell’inizio del gioco. I giocatori iniziano ai 4 lati opposti della mappa come qui illustrato

Scegli tra 15 civiltà disponibili: Aztechi, Babilonesi, Cartaginesi, Celti, Cinesi, Egizi, Fenici, Giapponesi, Greci, Persiani, Romani, Unni, Maya, Indiani e Vichinghi.

Ognuna di esse ha propri avanzamenti per spingervi alla vittoria: sacrifica i prigionieri sull’ altare di Huitzilopochtli con gli Aztechi, costruisci la Grande Muraglia cinese, sfrutta la potenza marittima di Cartagine o l’ingegneria stradale romana.

Inoltre, l’espansione inclusa vi porta tre leader per ciascuna fazione, un totale di 45 personaggi storici che combatteranno per il predominio: Hammurabi, Annibale, Sun Tzu, Vercingetorige, Cleopatra, Giulio Cesare, Attila, Alessandro Magno e tanti altri.

Un solo leader può essere attivo nella stessa civiltà e può essere sostituito dal giocatore o a causa di una morte improvvisa.

Il mondo di Clash of Cultures va innanzitutto esplorato e questa missione è affidata ai vostri coloni (terra) o navi (mare). La scoperta di una nuova regione potrà portare al formarsi di una nuova città, il cuore pulsante del vostro impero.

Le città sono completamente componibili grazie alle miniature del gioco. Iniziano tutte con il primo insediamento e possono aggiungere fino a 4 edifici bonus.

Le città producono risorse a seconda dei vostri avanzamenti e del tipo di terreno che le circonda (montagne, pianure, mare etc…) e sono anche il vostro centro di reclutamento.

Le città però non possono essere spremute senza conseguenze. Ogni azione produttiva avrà influenza sul morale di una città e troverete molto più complesso giocare con una città scontenta. Le città sono anche il centro della vostra cultura, un potente strumento nelle vostre mani.

“Graecia capta ferum victorem cepit”, ovvero la Grecia conquistata, conquistò il selvaggio vincitore. In Clash of Cultures gli avanzamenti non vi garantiranno solo importanti bonus in ogni ambito del gioco, inclusa la guerra, ma vi aiuteranno anche a soggiogare gli avversari tramite la vostra influenza culturale.

Edifici e particolari avanzamenti potranno aiutarvi nel lanciare veri e propri attacchi culturali a città nemiche. Potrete in questo modo costruire un vostro edificio in quella città, ottenendo punti vittoria.

I vostri avanzamenti di civiltà progrediscono in verticale, dunque potrete a accedere alle strategie avanzate di una categoria solo avendo sviluppato la precedente. Gli avanzamenti innescano anche gli eventi, veri e propri archetipi di eventi storici: carestie, insurrezioni, invasioni barbariche e tanto altro.

il sistema di combattimento di Clash of Cultures si basa su dadi e carte. All’inizio di uno scontro i giocatori possono scegliere 1 carta azione da giocare.

Le carte si rivelano simultaneamente e poi si procede al tiro di dadi. I giocatori tirano un numero di dadi al numero di Unità Militari che sono in battaglia. Tutte le facce di un dado mostrano, oltre a un numero, un simbolo Scontro che rappresenta un tipo di Unità Militare.

Il risultato finale è la somma del risultato dei dadi, abilità delle carte azione e delle unità attivate dai dadi. Per esempio, la cavalleria aggiunge un +2 al risultato, gli elefanti invece rimuovono un dado dell’avversario. I leader e le città possono anche influenzare la battaglia. In Clash of Cultures possono verificarsi anche combattimenti navali.

Nell’esempio a fianco, un’armata di 4 modelli tira 4 dadi. Il risultato della somma dei dadi è 10, in più è stata attività l’attività del leader (sul risultato 1 e presente nell’armata). Il leader fa ritirare il risultato fino a quando non comparirà un risultato diverso dal simbolo del leader (dunque vi evita gli 1, molto potente!).

Il gioco uscirà venerdì 26 novembre e potrete prenderlo [qui]

Non ne avete ancora avuto abbastanza? Allora vi consiglio vivamente di farvi un giro su MagicMerchant.it!

Luca "il ludografico"

Il Ludografico (all'anagrafe Luca Canese) è un graphic designer e modellista, con una passione smodata per i giochi da tavolo, i libri, la storia antica, i boschi, gli orsi, gli unicorni, i giochi di Ryan Laukat, le opere di Paolo Chiari e i libri pop-up di Robert Sabuda. Scrive articoli bizzarri su vari aspetti del mondo dei GdT, realizza recensioni grafiche (le Ludografiche) dei giochi che ha provato, crea giochi sotto l'egida della LuxLu GD (con il suo collega Luigi Maini), lavora come grafico freelance per le aziende e agenzie, collabora con lo studio Labmasu come progettista di organizers per giochi da tavolo e con la 4Grounds per la progettazione di navi di legno. E trova pure il tempo per giocare e badare alla sua casa. Consumato (e a volte scostumato) master e giocatore di GdR, passa da Eberron agli oscuri miti lovecraftiani con nonchalance, mentre la sua casa è invasa (oltre che da libri fantasy, di illustrazioni, di storia, Funko Pop e altre cose strane) da miniature dipinte e non dei più svariati giochi.

Ultimi articoli

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: