Geek.pizza

Cowabunga!

Giocatore in solitario #12: Wild Space, una selvaggia conquista dello spazio!

Giocatore in solitario #12: Wild Space, una selvaggia conquista dello spazio!

Dodicesima puntata di questo allegro peregrinare fra le modalità in solitario dei giochi da tavolo. Oggi il nostro Giocatore Solitario ha preso un’astronave e si è impegnato a formare un equipaggio in grado di accompagnarlo alla conquista dello spazio…

A volte si gioca in solitario perché non si trova la compagnia adatta ad intavolare certi tipi di giochi. L’ideale sarebbe avere un club di riferimento, almeno si ha una più vasta scelta fra i potenziali compagni/avversari, ma se ciò non è possibile e non si ha “materia prima” a portata di mano, ecco che arrivano le modalità in solo a colmare la lacuna.

E, a proposito di compagnia giusta, il gioco di cui vi parlerò oggi fa della ricerca del giusto equipaggio la sua ragione d’essere…

Wild Space

Durata media 25′ | Autore Joachim Thôme | Artwork Amélie Guinet | Editore Playagame Edizioni

Wild Space è un gioco competitivo astratto a tema spaziale in cui vince chi riesce a creare l’equipaggio con piú specie animali e con fruttuose combinazioni di simboli. Detto cosí sembra un po’ “freddo” come gioco, ma le illustrazioni molto colorate lo rendono un gioco veramente carino. Lo spiego meglio nella recensione qui su Geek.pizza!

Nella variante in solitario si gioca con il Contrabbandiere, che si avvarrà di una serie di carte “Pianeta Proibito” su cui piazzare le proprie navi spaziali per compiere azioni.

A destra sono visibili il mazzo del Contrabbandiere con una carta rivelata. La carta serve a capire gli effetti delle esplorazioni che il Contrabbandiere fa sui vari pianeti.

Il turno del giocatore rimane invariato. Nel turno del Contrabbandiere invece, si sceglie se piazzare una delle sue navi (se ne ha ancora) nella parte inferiore di una carta Pianeta proibito, o spostarne una già piazzata nella parte superiore. In entrambi i casi si svolgono le azioni indicate nel settore, ma nel secondo caso la carta e la nave vengono messe da parte e si pesca una nuova carta Pianeta Proibito.

A fine partita il giocatore calcola il suo punteggio come di consueto, mentre il Contrabbandiere calcola solo i set di animali, cui aggiunge punteggi bonus a seconda dei simboli presenti sulle sue carte Pianeta Proibito. Le condizioni di vittoria restano invariate.

E se l’esplorazione dello spazio non è abbastanza per voi, MagicMerchant.it ha tutto un universo di giochi da proporvi!

Luca "il ludografico"

Il Ludografico (all'anagrafe Luca Canese) è un graphic designer e modellista, con una passione smodata per i giochi da tavolo, i libri, la storia antica, i boschi, gli orsi, gli unicorni, i giochi di Ryan Laukat, le opere di Paolo Chiari e i libri pop-up di Robert Sabuda. Scrive articoli bizzarri su vari aspetti del mondo dei GdT, realizza recensioni grafiche (le Ludografiche) dei giochi che ha provato, crea giochi sotto l'egida della LuxLu GD (con il suo collega Luigi Maini), lavora come grafico freelance per le aziende e agenzie, collabora con lo studio Labmasu come progettista di organizers per giochi da tavolo e, in passato, con la 4Grounds per la progettazione di navi di legno. E trova pure il tempo per giocare e badare alla sua casa. Consumato (e a volte scostumato) master e giocatore di GdR, passa da Eberron agli oscuri miti lovecraftiani con nonchalance, mentre la sua casa è invasa (oltre che da libri fantasy, di illustrazioni, di storia, Funko Pop e altre cose strane) da miniature dipinte e non dei più svariati giochi.

Ultimi articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *