Aiuti di Gioco: Arkham Horror

Aiuti di Gioco: Arkham Horror

Dopo le Ludografiche, arrivano anche gli aiuti di gioco. Si parte con Arkham Horror!

Cosa succede quando compriamo un gioco nuovo e non vediamo l’ora di provarlo insieme ai nostri amici? Succede che, soprattutto per i giochi più “succulenti”, dobbiamo spendere mooolto tempo…

Sì, perché oltre a doverci studiare il regolamento (e capirlo), dovremmo anche impararlo (e farlo capire) ai nostri partner ludici, oltretutto dovendo consultare per le prime volte (anche a volte per quelle successive) il manuale in continuazione, alla ricerca della regolina, del cambio di turno, della modalità di attacco, ecc.

Con questa serie di articoli che proporrò, voglio dare una mano ai “ludomaster” (e non solo), presentando schemi ragionati sui giochi che conosco e posseggo al fine di rendere una partita fluida dalle prime spiegazioni al prosieguo dell’esperienza. È importante capire che questi schemi sono più ricchi degli eventuali schemi di gioco presenti alla fine dei manuali presenti nelle scatole, ma non possono sostituire il regolamento originale dato che molte spiegazioni e termini fanno riferimento a specifiche regole spiegate ben più esaurientemente nei manualetti stessi.

Questi schemi aiutano a “tenere il ritmo”, possono essere fatti consultare dai giocatori inesperti o essere usati come traccia per le spiegazioni. Ho cercato di mettere tutta la mia esperienza di graphic designer (per dirla all’albionica maniera) e di analizzatore/dimostratore (non professionista) di regolamenti in modo da rendere gli stessi fruibili in modo veloce e logico limitatamente all’esperienza immediata, non certo allo studio approfondito.

Questa volta tocca a Arkham Horror, un gioco che amo e che ho giocato, che gioco, che giocherò…

Luca "Il ludografico"

Il Ludografico (all'anagrafe Luca Canese) è un graphic designer e modellista, con una passione smodata per i giochi da tavolo, i libri, la storia antica, i boschi, gli orsi, gli unicorni, i giochi di Ryan Laukat, le opere di Paolo Chiari e i libri pop-up di Robert Sabuda. Scrive articoli bizzarri su vari aspetti del mondo dei GdT, realizza recensioni grafiche (le Ludografiche) dei giochi che ha provato, crea giochi sotto l'egida della LuxLu GD (con il suo collega Luigi Maini), lavora come grafico freelance per le aziende e agenzie, collabora con lo studio Labmasu come progettista di organizers per giochi da tavolo e con la 4Grounds per la progettazione di navi di legno. E trova pure il tempo per giocare e badare alla sua casa. Consumato (e a volte scostumato) master e giocatore di GdR, passa da Eberron agli oscuri miti lovecraftiani con nochalance, mentre la sua casa è invasa (oltre che da libri fantasy, di illustrazioni, di storia, Funko Pop e altre cose strane) da miniature dipinte e non dei più svariati giochi.

Ultimi articoli

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: