MIG Recensioni Galattiche: The Chameleon

Oggi vediamo meglio un gioco uscito durante l’ultimo Modena Play: The Chameleon!

Generalità

  • Nome: The Chameleon
  • Tipologia: Party game
  • Meccaniche:
    • Bluff
    • Deduzione
  • Numero giocatori: 3-8
  • Tempo per partita: 15 minuti
  • Dipendenza dalla lingua: Limitata
  • Lingua: Italiana
  • Complessità: 1/5

In The Chameleon tutti i giocatori tranne uno, che dovrà cercare di rimanere ignoto, dovranno cooperare in un gioco di deduzione per capire chi tra di loro è il Camaleonte. Quest’ultimo, invece, dovrà utilizzare al meglio le proprie doti di bluff per non farsi scoprire. Vi ricorda qualche gioco? Forse Spyfall? Andiamo oltre, per ora, e lasciamo le considerazioni alla fine.

Componenti

40 carte Tema, 1 carta Tema personalizzabile, 1 pennarello da lavagna, 8 carte Codice Blu (di cui una Camaleonte), 8 carte Codice Verde (di cui una Camaleonte), 1 D6 giallo, 1 D8 blu.

Setup

Mescolate la carta Camaleonte alle carte Codice dello stesso colore e distribuitene casualmente una a ciascun giocatore. Ogni giocatore guarda quindi la propria carta e la tiene in mano, in modo che nessun altro la veda.

Come si gioca

Chiariamo subito una cosa, lo scopo del gioco:

  • Se sei il Camaleonte: non devi far scoprire la tua identità agli altri giocatori e devi indovinare la parola segreta se vieni scoperto;
  • Se non sei il Camaleonte: devi scoprire chi è il Camaleonte senza fargli capire la parola segreta.

Ma veniamo al flusso di gioco. Il primo giocatore gira una carta Tema e la mette nel centro del tavolo, quindi lancia i dadi giallo e blu. Tutti i giocatori cercano sulla propria carta Codice il codice in corrispondenza del risultato dei dadi e quindi la parola segreta corrispondente a quest’ultimo sulla carta Tema. Intanto il Camaleonte dovrà mettere in campo tutte le sue doti attoriali per non farsi scoprire; la sua carta, infatti, non riporterà alcun tipo di codice e così non conoscerà alcuna parola segreta.

A partire dal primo giocatore, ognuno pronuncerà una singola parola che si colleghi in qualche modo alla parola segreta, ma prima di cominciare il giro datevi del tempo per pensare. Occhio che non sia troppo scontata! Dovete far capire agli altri che voi non siete il Camaleonte ma, al tempo stesso, non dovete essere di troppo aiuto per il Camaleonte stesso. Ovviamente anche il Camaleonte dovrà dire la sua parola, senza farsi beccare, prendendo spunto da quelle già dette.

Al termine del giro si passa al dibattito. I giocatori cominceranno a discutere su chi possa essere il Camaleonte. Al termine ognuno dovrà indicare un altro giocatore. Il giocatore additato più volte girerà quindi la sua Carta:

  • Se non si tratta del Camaleonte, quest’ultimo vince e riceve 2 punti.
  • Se si tratta del Camaleonte, allora può tentare di indovinare la parola segreta e
    • Se è giusta, riceve 1 punto;
    • Se è sbagliata, ha perso e tutti gli altri giocatori ottengono 2 punti.

Il Camaleonte diventa il nuovo primo giocatore e si riparte. Colui che arriva a 5 punti prima degli altri vince!

Modifiche legate al n° di giocatori:

  • In 3 giocatori il Camaleonte ha una possibilità in più di indovinare la parola segreta se viene scoperto.
  • In 7 e 8 giocatori, quando si sarà completato il giro dovrà essere girata a faccia in giù la Carta Tema per rendere la vita più difficile al Camaleonte.

Conclusioni

Non c’è molto da dire su questo gioco. È evidente il rimando a un gioco già esistente come Spyfall. Chiaro, però, come ne riesca a semplificare ulteriormente il concetto. Adatto a gruppi numerosi e a giocatori casual, può essere usato opportunamente anche da giocatori più esperti come filler di fine serata.

  • Ambientazione: Inesistente, ma non se ne sente il bisogno.
    • Voto Ambientazione: AAA Non Cercasi
  • Componenti e grafica: Anche qui, la grafica è completamente inesistente e rispetta il tema minimale del gioco. Non lo vedo come un aspetto negativo, anzi, lascia più spazio al concetto vero del gioco. Le componenti sono di buona fattura, le schede difficilmente si usureranno. Non c’è bisogno di bustine, non ci sono carte!
    • Voto Componenti e grafica: Minimal Art
  • Interazione: Quella classica dei giochi di bluff e deduzione. Anche se non sarà facile in alcuni casi.
    • Voto Interazione: No, ma, forse, se..
  • Longevità: Più che alta, direi altissima! La possibilità di personalizzare anche una scheda Tema la fa tendere all’infinito.
    • Voto Longevità: e^x
  • Scalabilità: In 3 giocatori, proprio se non avete di meglio. Da 5+, invece, è ottima!
    • Voto Scalabilità: Ok

Cercate un filler easy easy che regga tanti giocatori? Allora fa per voi! Lo potete trovare su MagicMerchant.it cliccando QUI!

Rispondi