Meeple a Colazione – Viral

Chi di voi è cresciuto, come me, guardando Siamo fatti così si troverà particolarmente a suo agio con il titolo di cui vi parlo oggi. Dopo anni passati a vedere come funziona quella macchina perfetta che è il corpo umano, oggi proviamo ad infettare qualche organo con Viral.

Diffondiamo questi virus

Ebbene sì, avete capito bene, oggi ci occupiamo di diffondere germi e virus tra gli organi interni del corpo umano. Ma non spaventatevi, lo facciamo avvalendoci di teneri virus in versione cartoon, dai colori vivaci e le espressione grottesche, insomma, all’opposto della realtà. In Viral infatti, utilizzando combinazioni sempre diverse di Carte Zona, rappresentanti i vari organi del corpo, e Carte Mutazione, cercheremo di diffonderci e ottenere il controllo e la maggioranza sugli organi e facendo piazza pulita degli avversari. Quel che si dice una lotta intestina :D. Ma adesso basta scherzare, infiltriamoci oltre i superficiali strati di epidermide, e vediamo un po’ come funziona questo corpo umano.

  • Lingua: italiano
  • Dipendenza dalla lingua: inesistente, ad eccezione del regolamento e di alcune carte evento
  • Autore: Gil d’Orey, Antonio Sousa Lara
  • Casa editrice: Move The Game
  • Giocatori: 2 – 5
  • Età: 12+
  • Durata: 60 – 90 minuti
  • Anno: 2018 edizione italiana
  • Meccanica: controllo e influenza zone, deck building, gestione della mano, scelta simultanea di azioni, maggioranza
  • Categoria: family game
  • Tema: medico, humor
  • Complessità: medio

Componenti di Gioco

Nella scatola trovano spazio:

  • 1 regolamento
  • 1 tabellone di gioco
  • 5 plance giocatore
  • 1 segnalino Primo Giocatore
  • 1 segnalino Fase
  • 1 segnalino Spareggio, Ricerca e Punteggio (per colore)
  • 4 tessere Crisi
  • 8 tessere Zona
  • 40 tessere Virus (8 per giocatore)
  • 25 carte Mutazione iniziale (5 per giocatore)
  • 30 carte Zona (6 per giocatore)
  • 22 carte Mutazione
  • 13 carte Evento

Meccaniche di gioco

Ogni turno di gioco è strutturato secondo uno schema preciso di fasi da seguire in ordine, riepilogato comodamente alla sinistra del tabellone.

  1. Scelta carte. Tra le carte attualmente in mano, ogni giocatore seleziona simultaneamente una combinazione di una Carta Zona e una Carta Mutazione (iniziale o tra quelle pescate nel corso della partita) e la posiziona coperta a sinistra della plancia giocatore. Una volta rivelate le carte, i giocatori risolveranno in ordine di turno l’azione scelta. Si farà poi una seconda volta il processo appena descritto, posizionando questa volta le carte utilizzate alla destra della plancia. Queste due coppie di carte, alla fine del turno, andranno poste sopra la plancia, ad indicare che non potranno essere usate nel turno successivo. Tramite le carte, i giocatori sceglieranno in quale organo del corpo intervenire e come:
      • se Attaccando i virus avversari
      • Infettando aggiungendo token Virus, rinforzando (tramite uno Scudo)
      • Muovendo quelli già presenti, potranno inoltre decidere di attirare i propri virus verso una zona in cui già presenti con l’ausilio della carta Magnete (sempre seguendo le regole di movimento date dalle frecce prestampate)
      • Assorbire i virus presenti in una zona per eliminarne momentaneamente l’influenza
      • provocare una Crisi in un organo prematuramente, azione che vedremo fra poco.
  2. Ricerca. Ogni organo (ad eccezione del Cervello) è composto da più Zone, e sarà necessario essere presenti in tutte (con un numero maggiore di token rispetto agli avversari) per averne il controllo. Detto questo, una volta risolta la fase di scelta delle carte, si stabilirà quale giocatore ha il controllo degli organi, e verranno distribuiti i Punti Vittoria e Ricerca in base alla tessera Zona lì presente.
  3. Evento. In questa fase si risolverà la Carta Evento in cima alla pila (di 6 carte) creata ad inizio partita. Se ne applicheranno gli effetti descritti e si eliminerà definitivamente dal gioco. Quando svolgeremo le azioni dettate dall’ultima carta presente, saremo in effetti nell’ultimo turno di gioco.
  4. Risposta immunitaria. Come nella realtà, il Sistema Immunitario farà di tutto per impedire la diffusione dei Virus nel corpo, generando una Crisi. Una volta raggiunto il numero di token Virus in un organo (stabilito in base al numero di giocatori) si aggiungerà un segnalino Crisi, che eliminerà tutti i virus lì presenti, ad eccezione di quelli rinforzati. Il giocatore con la maggioranza otterrà 2 Punti Vittoria, mentre tutti gli altri coinvolti 1 solo punto. Se fossero presenti solo Virus dotati di Scudo, nessuno verrebbe mandato a casa, ma solo indebolito, e ciò impedirebbe ai rispettivi proprietari di ottenere punti.
  5. Cure. Al raggiungimento di 5 Punti Ricerca, il massimo, i medici avranno trovato la cura per il nostro Virus, e tutti quelli presenti sul tabellone torneranno a casa, lasciando spazio alle contromosse degli avversari. Un aspetto decisamente da non dimenticare, sopratutto verso la fine del gioco, dove per ogni Zona in cui saremo presenti, otterremo Punti Vittoria. Fortunatamente l’indicatore verrà azzerato, e potremo nuovamente divertirci ad infettare.
  6. Fine del turno. Al termine delle 5 fase sopra descritte, si stabilirà il nuovo ordine di turno, basato sulla posizione nel tracciato dei Punti Vittoria. Chi ne avrà di meno balzerà in testa nell’ordine di turno, riequilibrando la situazione. Oltre al bonus dato dal partire per primi, l’ordine di turno è molto importante anche per risolvere gli spareggi.

Una volta concluso l’ultimo turno, si procederà al calcolo dei punti ancora da conteggiare, dati dalle 4 carte Mutazione ottenute procedendo nel tracciato dei Punti Vittoria, e dalle Zone in cui abbiamo posizionato almeno un Virus. Come da tradizione, chi avrà più punti sarà incoronato vincitore.

Considerazioni

Viral è sicuramente un titolo che mi ha sorpreso, sia in senso positivo che negativo. Di primo impatto la grafica con la quale è stato disegnato l’interno del corpo umano, ovviamente deformato, contrasta un po’ con lo stile usato per le carte, di gran lunga più accattivanti. Gli organi appaiono a mio parere un’ accozzaglia di colori, mentre le Carte Virus e la copertina, con il loro stile semiserio, ironico e divertente, sono una gioia per gli occhi e attirano l’attenzione. Il regolamento è facile da padroneggiare, così come le meccaniche. Al di là della grafica, che lo può far sembrare un gioco per bambini, la tematica impegnativa viene sapientemente sdrammatizzata dallo stile cartoon scelto dagli autori. Ciò lo rende decisamente piacevole da intavolare, nonostante si tratti di infezioni. Purtroppo, anche la scalabilità non convince del tutto, in quanto il numero di giocatori cambia completamente l’esperienza di gioco. In 2, con l’aggiunta del ‘morto’, simula una partita in 3 giocatori, togliendo completamente quella parte strategica data un terzo giocatore reale, sostituendola con una pesca casuale di carte che indicano dove aggiungere i virus avversari. Tutt’altra storia è una partita a Viral in 5 giocatori, dove l’interazione è altissima, la scelta simultanea delle carte rende il tutto imprevedibile e talvolta frustrante.  La componentistica è di buona qualità, robusta e ben stampata. Sicuramente un gioco che sa distinguersi dalla massa per la tematica inusuale e che lascia subito la voglia di provare una nuova strategia.

Questo, ed altri titoli inaspettati, li potete trovate su MagicMerchant.it.

 

Rispondi