Verso Lucca Comics & Games 2018 – dv Giochi

Inauguriamo la rubrica Verso Lucca C&G 2018 con dV Giochi, che porta un sacco di novità per ogni gusto! Cercate le altre puntate? Le troverete tutte qui man mano che usciranno.

Catalyst

  • Ideazione: Permar Rodaser
  • Artwork: Yann Tisseron
  • N. giocatori: 2-4
  • Età: 10-99
  • Durata: 20’ – 40’
  • Lingua: ITA, ENG
  • Prezzo consigliato: 24,90€

Catalyst è il nuovo gioco da tavolo realizzato interamente dallo staff dV Giochi, dalla fase di ideazione fino alla commercializzazione, e ambientato in un mondo fantastico rappresentato dal talentuoso illustratore francese Yann Tisseron.

Nell’Era della Rinascita esistono alcuni individui speciali, detti Catalyst, in grado di sfruttare un nuovo tipo di energia catalizzatrice. Grazie all’attivazione di questa straordinaria energia, i Catalyst agiscono in una rete interconnessa.

In casa dV hanno scelto lo pseudonimo di Permar Rodaser per l’autore, che non è altro che una fusione delle parti dei nomi di Martino Chiacchiera, Roberto Corbelli, David Fröjmark, Per Abrahamsson e il buon Sergio Roscini.

Si tratta di un gioco di combo, nel quale si acquistano carte da un mercato centrale un po’ come in tutti i deck builing, ma con costi variabili, alla maniera di 8 minuti per un impero \ Above & Below, ma più interessante.

Le carte possono innescare combo a catena, lo scopo del gioco è riuscire a far reagire i vari catalizzatori per portare a casa più punti vittoria possibili, sempre tenendo d’occhio la carta punteggio aggiuntiva, che rende ogni partita un po’ diversa.

Da quel poco che ho potuto vedere, sembra decisamente un gioco per me. Non vedo l’ora di provarlo.

Deckscape – Il Mistero di Eldorado

  • Ideazione: Martino Chiacchiera, Silvano Sorrentino
  • Artwork: Alberto Bontempi
  • N. giocatori: 1-6
  • Età: 12-99
  • Durata: 1h circa
  • Lingua: ITA
  • Prezzo consigliato: 10,90€

Quarto titolo della serie di escape room tascabili di dV Giochi targate Chiacchiera\Sorrentino, questa volta i giocatori potranno partire alla ricerca della leggendaria città di Eldorado, affrontando le insidie e i pericoli della foresta amazzonica.

Durante il volo di rientro, in seguito all’ennesima missione fallita, una testa di una statua si schianta contro l’aereo e il gruppo è costretto a paracadutarsi. Prima di partire all’avventura, i giocatori potranno scegliere pochi oggetti da portare con sè. La foresta nasconde pericoli e insidie: solo utilizzando ingegno e pensiero laterale, gli esploratori potranno sperare di orientarsi nella fitta vegetazione e risolvere gli enigmi che si presenteranno lungo il percorso.

Avendo giocato tutti i Deckscape, sono molto curioso di provare anche questo, visto che Martino e Silvano inventano qualcosa di nuovo ogni volta.

Near and Far – Le Miniere d’Ambra

  • Ideazione e artwork: Ryan Laukat
  • N. giocatori: 2-4
  • Età: 13-99
  • Durata: 90’
  • Lingua: ITA
  • Prezzo consigliato: 27,90€

L’espansione del gioco di Ryan Laukat consiste di diversi moduli, utilizzabili anche in modalità combinata

Nuove carte minaccia che presenta nuove e vecchie creature, con ricompense diversificate.

Un nuovo emporio (tessera sovrapponibile alla plancia) con ben tre possibilità di azione invece di due e nuovi dadi. Quando visiterete l’emporio otterrete un dado, da usare al posto di un dado classico: invece di 1-6, ora avrete risultati da 2 a 6, l’1 diventa un rilancio gratuito e il 2 si può rilanciare, ma costa un cibo.

Arriva la magia. Una nuova tessera da sovrapporre alla plancia come quella del negozio introduce la magia nella capanna del mistico e una nuova miniera. I punti magia consentono di pescare carte da un mazzetto che ci consentono di ottenere bonus interessanti (es. 2 salute e 1 reputazione, dadi extra…). Una volta usate, le magie vanno riattivate con una nuova visita alla capanna del mistico.

La miniera vi consente di esplorare il sottosuolo, in cerca di succose ricompense e conferisce un premio di fine partita al giocatore con più ambra. Questa nuova miniera sa un po’ più di Above And Below, direi. Nuovi personaggi, due scenari e la modalità cooperativa completano il panorama. Se avete già spremuto questo gioco, decisamente un’espansione da considerare.

A Lucca troveremo Ryan Laukat in persona allo stand dV Giochi, non perdete l’occasione di farvi autografare una copia dei suoi giochi (io mi porterò dietro 8 minuti per un impero: leggende e tenete d’occhio la loro pagina Facebook per conoscere gli appuntamenti nel dettaglio.

Cuzco

  • Ideazione: Michael Kiesling e Wolfgang Kramer
  • Artwork: Gaël Lannurien e Igor Polouchine
  • N. giocatori: 2-4
  • Età: 12-99
  • Durata: 90’
  • Lingua: ITA
  • Prezzo consigliato: 54,90€

Il titolo appartiene, insieme a Tikal e Mexica, alla fortunata “Trilogia delle Maschere”. Gli autori sono due tra i game designer più apprezzati e premiati al mondo: Michael Kiesling (autore, tra gli altri, del gioco vincitore del premio Spiel des Jahres 2018, Azul) e Wolfgang Kramer (autore di El Grande e Principi di Firenze).

A differenza della prima edizione, intitolata Java, il gioco è ambientato in Sud America ai tempi dell’antica civiltà Inca. Ogni giocatore veste i panni di un alto dignitario del popolo Inca, in lotta per ottenere la supremazia politica nelle Ande.

Dopo Tikal, U.S. Telegraph (ovvero Attika), ora tocca a Cuzco (Java) tornare alla luce. Ho avuto modo di vederne una copia in anteprima e la componentistica colpisce davvero l’occhio, anche perché nel gioco, un piazzamento tessere, la plancia diventa tridimensionale.

A differenza della prima edizione, il gioco è ambientato in Sud America ai tempi dell’antica civiltà Inca. Ogni giocatore veste i panni di un alto dignitario del popolo Inca, in lotta per ottenere la supremazia politica nelle Ande. Nel corso della partita sarà possibile coltivare la propria regione irrigando i terreni e piantando colture innovative in terrazzamenti circolari, fondare villaggi e trasformarli in città costruendo e ampliando i Templi, e organizzare feste in onore del Dio del Sole.

3D, dicevamo e non si tratta solo di far scena perché, per citare Obi-Wan: “È finita, sono più in alto di te” e anche in Cuzco essere più in alto paga in termini di supremazia.

Questa non è tra le tipologie di gioco che preferisco ma, come ho provato Tikal, proverò volentieri anche Cuzco, non fosse altro per rivedere sulla tavola un tabellone così ricco.

Ah, mi raccomando, non rompete il ritmo!

Forum Trajanum

  • Ideazione: Stefan Feld
  • Artwork: Michael Menzel
  • N. giocatori: 2-4
  • Età: 12-99
  • Durata: 60’ – 120’
  • Lingua: ITA, ENG, FRA, GER
  • Prezzo consigliato: 49,90€

L’imperatore Traiano trova casa in Italia grazie a dV Giochi:

L’imperatore Traiano vuole celebrare i suoi successi costruendo il più grande e magnifico Foro che l’Impero Romano abbia mai visto. Ogni giocatore governa una Colonia dell’Impero Romano: una città formata da una griglia di vie nelle quali i giocatori potranno costruire edifici e piazzare abitanti dotati di abilità speciali. Mentre cerca di sviluppare la propria Colonia, ognuno deve mandare messaggeri a Roma per fare un resoconto all’Imperatore Traiano dei progressi fatti, per contribuire allo sviluppo del nuovo Foro e, con ciò, assicurarsi il supporto da Roma.

Il gioco ha un numero definito di turni (3 epoche, ognuna composta da 4 round) nei quali la sorte metterà lo zampino con la pesca di due carte, ma i giocatori avranno ampio margine di scelta (beh, alla fine della partita un po’ meno), scegliendo una tessera per ognuna delle strade indicate dalle carte: una la terrà per sé, l’altra la consegnerà al vicino (e ne riceverà una dall’altro) ma solo una verrà utilizzata per ottenere le risorse con cui costruiremo edifici sulla nostra plancia, negli spazi lasciati liberi dalle tessere raccolte. In tutto questo, bisognerà anche mandare i nostri legati a Roma per ottenere bonus.

Alla fine di ogni periodo (epoca) si svolge un conteggio dei punti, a cui contribuiranno la propria colonia, il Foro e le carte incarico di Traiano.

La sola lettura del regolamento, vista la varietà di edifici, edifici e carte incarico, non può che dare un’idea molto vaga del gioco. Sicuramente a Lucca sarà un po’ complesso da provare, ma spero di riuscirci.

Funky Gallo

  • Ideazione: Ken Gruhl, Quentin Weir, Satish Pillalamarri
  • N. giocatori: 3-6
  • Età: 6-99
  • Durata: 10’
  • Lingua: ITA
  • Prezzo consigliato: 14,90€

Avete consumato Happy Salmon? Ecco che arriva Funky Gallo, un altro bizzarro e simpatico astuccio a forma di animale, regole praticamente identiche al “fratello”, ma forse ancora più caotico. Tutti i giocatori, simultaneamente, mostrano la prima carta dal loro mazzetto e cercano un altro giocatore attorno al tavolo con la stessa azione per eseguirla. Invece del gesto Happy Salmon, in questo caso abbiamo lo svolazzare da gallinaccio chiamato Funky Gallo e altre azioni che attireranno l’attenzione di chiunque sia nel raggio di 50 metri dai giocatori (ma se avete giocato ad Happy Salmon o avete visto qualcuno giocarci, questo lo sapete già).

Ah, Funky Gallo si può combinare con Happy Salmon, perché con i giochi separati il livello di delirio non era sufficiente! 😀

Monster Match

  • Ideazione: Ken Gruhl e Quentin Weir
  • N. giocatori: 2-6
  • Età: 6-99
  • Durata: 10’
  • Lingua: ITA
  • Prezzo consigliato: 14,90€

Un giocatore lancia i due dadi; tutti contemporaneamente dovranno cercare, tra le dieci carte sparse sul tavolo, i mostri corrispondenti per numero di braccia, occhi o gambe. Se un giocatore mette il dito su un mostro con le giuste caratteristiche, può catturarlo e ottenere il numero di ciambelle indicato sulla carta. Quando le carte terminano, chi ha più ciambelle vince la partita.
Le carte-mostro di Monster Match sono custodite in un astuccio con le sembianze di un buffo mostro arancione, in formato tascabile.

Un gioco frenetico e simpatico, a partire dalla sua confezione, sicuramente adatto ai più piccoli ma, anche ai più grandi. Se cercate un gioco a cui giocare con figlioletti o nipotini.

Chiudiamo con un titolo un po’ particolare, ovvero

7 for the Queen

  • Ideazione: Lorenzo Tarabini Castellani
  • Artwork: Andrea Guerrieri
  • N. giocatori: 3-4
  • Età: 8-99
  • Durata: 10’
  • Lingua: ITA, ENG
  • Prezzo consigliato: 12,90€

7 for the Queen è il vincitore del concorso Gioco Inedito 2017-2018, organizzato da dV Giochi e Lucca Comics & Games. 7 for the Queen, da principio intitolato “Monster Story” è stato giudicato il miglior gioco tra i prototipi pervenuti, nel rispetto del tema e delle specifiche stabilite dal bando annuale; per premio il gioco è stato pubblicato in tiratura limitata a cura di dV Giochi.

I giocatori devono riuscire ad accontentare una capricciosa e volubile regina, trovando la giusta combinazione di pietre preziose per la sua collana. Ogni giocatore al proprio turno dovrà pescare le pietre preziose, giocarle per influenzare i gusti della regina e assicurarsi di avere la giusta combinazione quando la regina decide, per consegnarle la collana e vincere la partita.

Il gioco, molto semplice e colorato, sarà presentato in anteprima alla fiera Spiel’18, a Essen; sarà disponibile in Italia in numero limitato di copie e soltanto presso lo stand Gioco Inedito di Lucca Comics & Games.

Nel proprio turno, il giocatore dovrà pescare una carta o giocare una carta su uno dei sette spazi collana per influenzare la regina, chi avrà le 7 carte pietra preziosa che corrispondono ai desideri della regina sarà il vincitore.

Insomma, dV Giochi presenterà giochi per una platea di giocatori molto variegata, dagli amanti dei german a quelli degli american fino a titoli adatti a giocare in famiglia con le nuove generazioni di giocatori.

Se dovessi scegliere un titolo solo in questa lista, andrei diretto su Catalyst.

Troverete questi giochi, non appena saranno disponibili, su MagicMerchant.it

Rispondi