Meeple a colazione – Gùgōng

Finalmente è arrivata anche la mia copia di Gùgōng, titolo che bramavo da tempo, e di cui vi avevo già fatto un’anteprima. Le mie impressioni positive saranno state confermate da ore di partite?

Cina, anno 1570, dinastia Ming. L’imperatore Longqing eredita il trono da suo padre, e si ritrova in una situazione politica molto delicata, intrisa di corruzione. Per ovviare al problema, i più alti funzionari abbandonano l’uso del denaro in cambio di favori, preferendo una nuova nascente consuetudine, ovvero lo scambio di doni.

  • Lingua: italiano
  • Dipendenza dalla lingua: inesistente
  • Autore: Andreas Stending
  • Casa editrice: Game Brewer | Ghenos Games
  • Giocatori: 1 – 5
  • Età: 7+
  • Durata: 60 – 90 minuti
  • Anno: 2018
  • Meccanica: piazzamento lavoratori e carte, pianificazione azioni, deck building, gestione della mano, collezione set
  • Tipologia: euro game
  • Tema: civilizzazione, viaggio, Cina Imperiale
  • Complessità: medio – complesso

Componenti di gioco

  • 1 Regolamento
  • 1 Tabellone di gioco
  • 5 Plance Giocatore sagomate
  • 3 Dadi del Destino
  • 38 Carte Dono
  • 20 token Giada
  • 15 Tessere Decreto
  • 32 token Viaggio
  • 15 token Barche del Gran Canale (3 per giocatore)
  • Meeple sagomati (5 Viaggiatore, 5 Intrigo, 5 Segnapunti, 5 Emissario, 5 Servitore Doppio),
  • 60 Servitori (12 per colore)
  • 1 Token Giornata
  • 1 Medaglia Primo Giocatore
  • 1 Segnalino Intrigo
  • 11 Carte Automa

I materiali mostrati in foto sono della versione Kickstarter Deluxe, che è stata impreziosita con cura maniacale, a partire dall’inserto sagomato, completo di contenitori separati per ogni giocatore. Sono stati aggiunti e migliorati anche i token Viaggio, l’indicatore Giornata, le monete per il Primo Giocatore, e i Servitori, qui sagomati alla perfezione. La plancia di gioco in cartone, è di un cartone tanto spesso da eguagliare i token in legno dei Decreti. L’aggiunta di 50 bustine (purtroppo leggermente grandi) pronte per proteggere le nostre carte di sicuro non guasta, nonostante la qualità di stampa delle stesse le renda già durature così. La versione base della campagna Kickstarter, e quella attualmente in distribuzione grazie a Ghenos Games nei canali retail, vantano comunque dei buonissimi materiali, che di certo giustificano ancora di più un prezzo perfettamente in media con i titoli di questa tipologia.

Meccaniche di gioco

Un partita si compone di 4 giorni, ognuno diviso nelle 3 fasi di Mattino, Giorno e Sera.

Mattino

Fase preparatoria, ovviamente da saltare al primo turno in quanto intrinseca nel set-up, nella quale si rimpiazzano i Token Viaggio prelevati il giorno prima, si rimpolpa la nostra riserva di Funzionari, in numero pari a quanto stabilito dal giorno in corso, e si lanciano i Dadi del Destino. Questi ultimi determineranno le carte che avranno un maggior peso se presenti nel nostro mazzo degli scarti. Ogni carta con il valore corrispondente ci farà ottenere un Funzionario in più a fine giornata, e con la maggioranza otterremo anche punti Vittoria e passi verso il Palazzo della Purezza Celeste. Raggiungerlo sarà indispensabile per concorrere alla vittoria, e questi passi gratis, avuti senza sprecare azioni in gioco, daranno una grossa mano nel corso della partita.

Giorno

Se la fase mattino stabilisce un po’ la strategia che potremmo cercare di seguire nel corso della partita, per via dei valori delle carte, la fase Giorno è il cuore del gioco. Il tabellone è diviso in 7 aree, nelle quali si potrà svolgere la relativa azione, non prima di aver effettuato quella descritta dalla carta appena piazzata.

  • Viaggio, tramite il quale sposteremo il nostro token tra le città della Cina, per riscuotere idealmente le tasse per l’Imperatore, e ottenendo realmente dei bonus di varia natura, da utilizzare in qualsiasi momento.
  • Grande Muraglia, alla quale costruzione contribuiremo per mezzo dei nostri Servitori, e che ci darà di diritto dei bonus, guadagnati avanzando sul tracciato dell’Intrigo.
  • Giada, incredibilmente costosa, che ci permetterà di ottenere tantissimi Punti Vittoria, ma solo se raccolta in grande quantità.
  • Intrigo, tracciato sul quale potremo procedere scambiando doni con i Funzionari Corrotti per far ottenere Influenza alla propria famiglia. Come già detto, si procederà su questo tracciato anche contribuendo alla costruzione della Grande Muraglia.
  • Palazzo della Purezza Celeste, ovvero l’obiettivo primario per la vittoria, nel quale otterremo Punti anche grazie all’ordine di arrivo.
  • Decreti, dove i nostri funzionari potranno occupare spazi, avvantaggiandoci nel corso della partita, e rendendo più costoso l’accesso agli avversari.
  • Gran Canale, sul quale invieremo i Funzionari a bordo di barche, per ottenere tramite il commercio merci molto ambite, non ottenibili in città, come ad esempio il Servitore Doppio, o utilissime carte da aggiungere al totale della nostra mano.

 

Le azioni sono il cuore pulsante del gioco, e si potranno svolgere tramite la meccanica chiave del gioco, ovvero il Piazzamento Carte. Su ogni sezione trova infatti spazio una carta, di valore compreso tra 1 e 9, che potremo ottenere solo scambiandola con una di valore superiore. Così facendo, la carta appena raccolta finirà nei nostri scarti, ovvero la mano di carte per il turno successivo, mentre quella appena piazzata ci permetterà di svolgere sia l’azione sulla carta (se presente), sia quella del luogo in cui si trova. In caso non avessimo carte di livello superiore, saremo costretti a sacrificare Funzionari, o a scambiare la carte ma senza svolgerne le azioni. Tutto sta nella strategia che si vuole perseguire, ma ogni azione non svolta è sicuramente un’occasione persa. I Funzionari, ovvero i nostri lavoratori, rappresentano una risorsa indispensabile per una buona giocata, e la loro scarsità rende estremamente importante la pianificazione.

Sera

Fase conclusiva di ogni turno, questa fase rappresenta il momento in cui le Barche proseguono il loro viaggio fino al porto successivo e in cui si fa il resoconto delle carte ottenute durante la giornata. Si controlla quindi la pila degli scarti, che diventerà la nostra prossima mano di carte, e si controllano quante di esse hanno valori pari ai Dadi lanciati al mattino. Per ogni corrispondenza si otterrà un Funzionario aggiuntivo, oltre a 3 Punti e un passo verso il Palazzo, in caso di maggioranza sugli avversari. Un nuovo turno potrà così avere inizio. In caso di ultimo turno, si procederà al conteggio dei punti, escludendo eventuali giocatori fuori dalle mura del Palazzo, calcolando i bonus di fine partita ottenuti tramite i Decreti e la Giada accumulata. Come sempre, chi sarà più avanti nel tracciato, sarà incoronato vincitore.

Modalità solitario

Uno degli stretch goal sbloccati tramite la campagna Kickstarter, è la modalità solitario, che qui porta i giocatori a sfidarsi contro Meng, l’intelligenza artificiale. Come di consueto, un mazzo di Carte Automa deciderà le mosse dell’avversario, scegliendo per esso quali spazi occupare, quando muovere il Token Viaggiatore e come impiegare i Funzionari, tutto calibrato per garantire partite su tre livelli di difficoltà differente e simulare l’interazione con diversi giocatori. Come in ogni modalità solitario che si rispetti, l’AI avrà una capacità d’azione più forte, dettata da diversi bonus quali l’esclusiva fase azioni aggiuntiva,  chiamata Tramonto. Una modalità che sicuramente farà felici gli appassionati che non disdegnano le sfide personali nei giochi da tavolo.

Considerazioni

Arriviamo dunque alle battute finali, nelle quali non posso fare altro che esprimere il mio entusiasmo per questo titolo.

Le impressioni positive che, al tempo del lancio della campagna Kickstarter, mi aveva lasciato la lettura del regolamento, hanno trovato conferma. Parto parlandovi del numero di giocatori (1-5), che ho trovato ben calibrato in ognuna delle formazioni. Il quinto giocatore e la possibilità della modalità in solitario, ampliano le possibilità offerte dal gioco. In due rischia di essere leggermente troppo prevedibile, sopratutto se si utilizzano solo i mazzetti di carte base. In 3/4 giocatori sicuramente trova le sue formazioni migliori, con un buon equilibrio tra imprevedibilità e durata della partita.

La rigiocabilità è alta, grazie alle carte da inserire dopo le prime partite introduttive.

Le regole sono molto intuitive da apprendere, così come il regolamento. I simboli presenti sulle plance e sul tabellone, oltre a rendere il gioco completamente indipendente dalla lingua, permettono di avere un promemoria delle fasi da seguire sempre a disposizione.

Le meccaniche, ad eccezione di quella principale legata allo scambio delle carte, non sono estremamente originali, ma creano un mix perfettamente equilibrato e piacevole.

I materiali, come già anticipato, sono di buona fattura nella versione base del gioco, e assolutamente eccellenti in questa versione Deluxe.

Le vie per la vittoria sono diverse, e seppur accumunati dall’obiettivo del Palazzo reale, i giocatori dovranno trovare la propria strada per accumulare punti. Sono tanti infatti gli elementi da tenere sott’occhio e che ci portano avanti nel tracciato dei punti, ma essendo tutti impegnativi, sarà impossibile seguirli tutti. Per chi deciderà infatti di concentrarsi sulla Giada, sarà impossibile portare avanti in modo approfondito anche i Decreti o il Gran Canale, per esempio, sia per la ristrettezza dei turni di gioco, sia per la scarsa quantità di Funzionari a disposizione. Alcune meccaniche, sopratutto alle prime partite, potrebbero sembrare poco equilibrate nel quantitativo di punti ottenuti, ma una volta compreso ogni aspetto, vi risulteranno più chiare le potenzialità di ogni azione. La strategia a breve termine influirà sulla scelta delle carte, continuamente scambiate dai giocatori al tavolo, mentre quella a lungo termine sarà indispensabile per concentrare l’attenzione solo su alcuni aspetti.  I forti pensatori al tavolo forse potrebbero inficiare negativamente sul flusso di gioco, allungando i tempi di attesa tra un’azione e l’altra, per via delle diverse opzioni che a volte si presentano. Quando e come sacrificare i propri Funzionari, quali carte “regalare” agli avversari, lasciandole sul tabellone, su cosa concentrarsi prima, saranno tutte domande che vi sorgeranno spontanee nel corso della partita. In definita un titolo completo, un euro game in piena regola, che non brilla per originalità, al quale però non sono riuscita a trovare lati negativi.

Risalendo il Gran Canale fino a MagicMerchant.it, trovate Gugong al prezzo di alcuni pezzi di giada.

Rispondi