The Mind Extreme: 5 domande con 5 risposte

The Mind, il gioco per gli amanti della telepatia, si rinnova con la versione The Mind Extreme, riuscite a leggere nella mia mente cosa ne penso? No? Allora ve lo scrivo.

The Mind Extreme è un gioco cooperativo di carte ideato da Wolfgang Warsch, illustrato da Oliver Freudenreich, pubblicato da Nürnberger-Spielkarten-Verlag e portato in italia da dV Giochi. Il gioco ha una durata indicativa di 20 minuti, ma saranno molti di meno nei primi tentativi, ed è adatto dai 2 ai 4 giocatori a partire dagli 8 anni. Personalmente ho giocato al suo predecessore, The Mind, anche in 5 giocatori e l’ho trovato comunque piacevole, tenete conto che più giocatori ci sono più la difficoltà cresce!

The Mind Extreme

Autore: Wolfgang Warsch

Illustratore: Oliver Freudenreich

Editore: dV Giochi

Uscita in Italia: 25 maggio 2020

Numero di giocatori: 2-4

Età: 8-99

Durata: 20 minuti

Contenuto: 120 carte, regolamento

Prezzo: 10,90 €

Dentro la scatola

Il gioco è composto da 2 mazzi da 50 carte (1-50 rosse, 1-50 bianche), 12 carte livello, 5 carte vita e 3 carte stella ninja.

unboxing
C’è tutto quello che serve!

La scatolina è quella solita dei giochi di carte della dv Giochi. Tanto comoda da infilare in ogni tasca e zainetto, quanto odiata dagli imbustatori seriali: la dimensione infatti non permette di contenere l’intero mazzo imbustato, ma esistono due interessanti soluzioni alternative: mettere il mazzo in un portamazzo per essere dei veri professionisti, oppure non imbustare affatto e godersi l’usura come segno indelebile dei bei momenti trascorsi!

carte usate
Ogni partita si mescola tutto il mazzo una decina di volte, i primi segni di usura iniziano a comparire

Giochiamoci

Le regole sono talmente semplici da lasciare spiazzati, per capire al meglio il gioco conviene cominciare dalla prima versione che abbiamo citato più volte in passato.

In The Mind i giocatori devono affrontare un numero di livelli variabile in funzione del numero di giocatori. Ogni giocatore all’inizio del turno riceve un numero di carte pari al livello corrente, tutte le carte dovranno essere giocate dalla più bassa alla più alta, facile no? Ah, dimenticavo, ognuno vede solo le proprie carte ed è proibito ogni forma di comunicazione ad eccezione, ovviamente, della telepatia! Quand’è il momento di giocare la propria carta? Quando ve la sentite!

Se un giocatore gioca una carta che non è la più bassa viene scartata una vita, se era l’ultima la partita è persa! Se viene raggiunto e completato l’ultimo livello la partita è vinta. L’unico aiuto disponibile nel gioco è la possibilità di lanciare una stella ninja che permette di scartare pubblicamente la carta più bassa dalla mano di ogni giocatore. Ma bisogna essere parsimoniosi perché le stelle ninja sono limitate, come le vite!

box
Un grande gioco in una piccola scatola

Cosa cambia in The Mind Extreme? Il cuore del gioco è lo stesso, ma adesso ci sono due mazzi numerati da 1 a 50, le carte bianche devono essere giocate dalla più bassa alla più alta e le carte rosse dalla più alta alla più bassa. Tutte le carte sono mescolate in un unico mazzo e non è possibile, ovviamente, accordarsi sul giocare prima un colore rispetto all’altro.

Non è solo la presenza dei due colori a rendere il gioco estremo, attenzione! In alcuni livelli le carte di un colore devono essere giocate coperte; solo dopo al termine del livello vengono mostrate per determinare sono stati commessi errori! In due livelli, il 6 e il 10, entrambi i colori saranno giocati coperti e in questa situazione la telepatia sarà fondamentale!

Cosa ne penso?

Disclaimer: a The Mind ho giocato in 2, 3, 4 e anche 5 giocatori e con persone diverse. A The Mind Extreme ho giocato solo in 2 e con la stessa persona, credo sia superfluo dirvi la ragione.

Anche in questo caso devo iniziare dalla versione base. I miei sentimenti sono stati contrastanti verso The Mind. Inizialmente da amante di The Game e Hanabi quando ho visto per la prima volta The Mind mi ha subito incuriosito perché l’ho inquadrato in quel filone. Dopo aver letto il regolamento ho pensato che non era nemmeno un gioco, che non aveva alcun senso e che era completa spazzatura, ma visto che non dico mai di no a una prova e ho avuto l’occasione di provarlo in un’associazione, mi sono lanciato. Partivo prevenuto, ma ho cambiato totalmente idea! La tensione, la concentrazione, il silenzio e l’incredibile scarica di adrenalina nel vedere 3 persone giocare 3 carte consecutive! 36! 37! 38! una dopo l’altra!

36, 37, 38
Non puoi sapere quanto è appagante fino a quando non lo provi

The Mind è tutt’ora il gioco che più mi ha fatto cambiare opinione dopo una partita di prova, quindi a chi lo odia senza averlo mai provato, e io appartenevo a questa schiera, consiglio di provarlo almeno una volta. Magari continuerete ad odiarlo ma almeno saprete perché.

Ma veniamo al nuovo The Mind Extreme. Il feeling è simile, ovviamente, al precedente quindi se amate o odiate il predecessore questo non vi farà cambiare sentimenti. Ho trovato piacevole avere delle piccole modifiche sul come giocare i vari livelli, ovvero la logica che chiede di giocare alcune carte coperte.

Le 5 domande

Ma adesso arriviamo alle domande che io mi sono posto, e forse voi vi state ponendo, prima di iniziare a giocare a The Mind Extreme:

    1. È più difficile rispetto a The Mind?
      Direi di no, pensavo che il dover salire da una parte e scendere dall’altra potesse creare confusione ma per noi non è stato così;
    2. È più difficile vincere?
      Sì, rispetto a The Mind in cui si giocano tutte le carte sempre scoperte, in The Mind Extreme saremo costretti a giocare alcune carte coperte già al terzo turno. C’è da dire che il predecessore però propone una variante in cui giocare sempre tutte le carte coperte, questa è decisamente più difficile anche di The Mind Extreme.
livello 6
Livello 6: prima di scoprire quante vite si stanno per perdere
  1. È innovativo?
    Reputo The Mind uno dei giochi più innovativi degli ultimi anni, questa versione Extreme rispetto al primo però non porta sostanziali differenze quindi di fatto non c’è nulla di nuovo.
  2. Quale comprerei tra i 2 se costretto a scegliere?
    Probabilmente The Mind Extreme, il feeling è molto simile ma ho trovato piacevole la leggera variabilità nei livelli.
  3. Ha senso averli entrambi?
    Se avete adorato The Mind ma non lo tirate fuori da un po’ perché l’avete letteralmente consumato, The Mind Extreme vi farà ricominciare a usare la telepatia!

Se vi ha incuriosito non vi resta che correre dal nostro negoziante di fiducia MagicMerchat.it e mettere nel carrello il nuovissimo The Mind Extreme.
Se invece volete rimanere sempre aggiornati su tutto quello che accade qua su Geek.pizza potresti iniziare a seguire il nostro nuovissimo gruppo Telegram!

 

box

Rispondi