Premio Efesto: ecco i 3 giochi più originali dell’anno per Etna Comics

Nonostante l’emergenza sanitaria la giuria del neonato Premio Efesto ha lavorato per portarci il miglior gioco originale dell’anno.

Il Premio Efesto

Il Premio Efesto nasce quest’anno all’interno del festival Etna Comics che nel 2020 festeggerà (quando si svolgerà) i suoi 10 anni. La particolarità del premio è che punta a identificare il miglior gioco dell’anno tra quelli che spiccano per originalità e creatività. A sottolineare questa specificità anche la scelta di consegnare il premio in due copie: all’editore e all’autore per sottolineare come si voglia premiare l’ideazione del gioco oltre alla sua realizzazione e pubblicazione.

La giuria

La giuria è presieduta da Luca “Sulfureo” Bonora, giornalista e appassionato di giochi, giurato del premio gioco di ruolo dell’anno e, in passato, del gioco dell’anno. Insieme a lui in giuria ci sono Andrea Dado (Dado critico), Andrea Bianchin (Sgananzium), Salvatore Mellia (EtnaComics) e Stefano Catalano (giurato estratto a sorte che cambierà ogni anno).

I finalisti

Cerberus

Autore: Pierre Buty
Illustratore: Pierre Buty
Editore: Mancalamaro
Numero di giocatori: 3-7
Età: 10+
Durata: 30-45 minuti

Cerberus è un gioco da 3 a 7 giocatori nel quale, inizialmente, tutti i giocatori si alleeranno per scappare dagli inferi e raggiungere la barca che li condurrà “a rivedere le stelle” mentre saranno rincorsi da Cerbero. Il gioco, a seconda del numero dei giocatori, scalerà dando a Cerbero più o meno vantaggio. Ogni turno i giocatori potranno decidere se giocare una carta che favorirà loro, gli altri giocatori oppure farà arretrare i propri avversari verso le fauci del cane a tre teste. La strategia del gioco sarà varia durante la partita dato che solo da uno a tre posti saranno disponibili sulla barca e questa potrà essere segretamente scambiata dai giocatori durante la partita. Quando un giocatore viene catturato da Cerbero questo si alleerá con il guardiano degli inferi (il gioco risolve così il problema della player elimination) guadagnando nuove carte e cercando di catturare i suoi ex compagni. Riuscirete a sfuggire dalle sue grinfie o renderete i vostri amici parte della cena?

Tiny Towns

Autore: Peter McPherson
Illustratore: Gong Studios, Matt Paquette
Editore: Raven Distribution
Numero di giocatori: 1-5
Età: 14+
Durata: 45 minuti

Tiny Towns è un gestionale in cui ogni giocatore deve costruire la propria piccola città convertendo le risorse che si ottengono in ogni turno in uno degli edifici disponibili. Le risorse sono posizionate direttamente sulla plancia personale e devono formare un preciso pattern come forma e colore per essere convertite in edificio. La particolarità del gioco è che in ogni turno un giocatore sceglierà la risorsa che tutti devono ottenere e quando lo spazio sulla plancia scarseggia dover posizionare una risorsa inutile può essere davvero difficile. Ogni edificio darà vantaggi durante la partita o punti vittoria a fine partita. Una nota di merito agli splendidi materiali: ogni edificio è infatti rappresentato da un token sagomato diverso e l’impatto a fine partita è di aver davvero costruito una piccola ma splendida città.

The King’s Dilemma

Autore: Hjalmar Hach, Lorenzo Silva
Illustratore: Giorgio Baroni, Giulia Ghigini
Editore: Horrible Guild, Ghenos Games
Numero di giocatori: 3-5
Età: 14+
Durata: 45-60 minuti

Edito da Ghenos Games, made in Horrible Guild, King’s Dilemma è un legacy game senza precedenti che lascia nelle mani dei giocatori il destino dell’intero regno di Ankist. Le regole semplici, la lunghezza variabile delle partite e della campagna, e la grande libertà di azione lo rendono un titolo unico ed appagante.

Ad ogni turno verrà svelato un nuovo dilemma, al quale i giocatori dovranno trovare una soluzione tramite una votazione in quanto consiglieri del re. La casata scelta ad inizio gioco traccerà le linee guida del comportamento da seguire nella risoluzione dei problemi, ma gli obiettivi delle singole partite vi faranno assaporare le differenze di pensiero tra membri della stessa famiglia. I dilemmi rivelati, la vita del re, così come la sua morte, il benessere o la rovina del popolo di Ankist saranno tutti scritti dalle scelte dei giocatori, che potranno decidere come contribuire alla storia. Un ottimo candidato per la vittoria, che è riuscito ad integrare una grande semplicità di regolamento, ad una componente narrativa profonda e intrigante.

Il miglior filler

Un premio è riservato anche ai giochi, che si sono sempre distinti per originalità, della durata inferiore a 30 minuti.

Ecco i finalisti di questa categoria (gli unici a passare il severo vaglio della giuria, in realtà):

Jetpack Joyride

Autore: Michał Gołębiowski
Illustratore: Mateusz Komada, Katarzyna Kosobucka
Editore: 3 Emme Games
Numero di giocatori: 1-4
Età: 8+
Durata: 20 minuti

Di questo gioco tanto semplice quanto brillante vi abbiamo parlato poco prima del suo lancio su Kickstarter, se ve lo siete persi, ecco l’articolo.

Gatto Matto

Autore: Bob Ferron
Editore: Raven Distribution
Numero di giocatori: 1
Età: 8+
Durata: 10 minuti

Ice Team

Autore: Bruno Cathala, Matthew Dunstan
Illustratore: Camille Chaussy
Editore: Playagame Edizioni
Numero di giocatori: 2
Età: 8+
Durata: 20 minuti

 

Ora non ci resta che aspettare il 15 giugno per scoprire chi è il vincitore, nel frattempo potete fare man bassa di giochi su MagicMerchant.it

E se vuoi essere informato del vincitore appena la notizia sarà nota iscriviti al nostro canale Telegram!

Rispondi