WLOG Versailles 1919

WLOG Versailles 1919

“Questa non è una pace, è un armistizio di vent’anni.” Così il maresciallo francese Ferdinand Foche commentò il Trattato di Versailles del 1919, che pose termine alla Prima guerra mondiale. Purtroppo, aveva perfettamente ragione…

Quando alle ore 23 dell’11 Novembre 1918, dopo più di quattro anni di ininterrotta carneficina i cannoni finalmente tacquero, tutti sapevano che adesso era giunto il momento di deporre le armi, sedersi attorno a un tavolo e cercare di capire cosa fare di ciò che era rimasto del mondo: non molto, in effetti. La strage collettiva che aveva divorato intere generazioni aveva distrutto anche equilibri di potere vecchi di secoli. La Russia degli zar era stata avvolta dalle fiamme della Rivoluzione, gli Imperi di Austria e Germania si erano dissolti lasciando il posto a nuove nazioni, il plurisecolare Impero Ottomano aveva aperto all’influenza occidentale il calderone in perenne ebollizione del Medio Oriente. Anche le potenze vincitrici, sommerse di debiti e con le economie quasi al collasso, non erano poi messe tanto meglio. La Francia voleva a tal punto rivalersi sul nemico sconfitto da mettere in dubbio la sopravvivenza stessa di una nazione tedesca, la Gran Bretagna era pronta a tutto pur di mantenere in vita un impero coloniale ormai in via di disfacimento, gli Stati Uniti pretendevano di imporre a tutti una propria visione del mondo e al contempo salvaguardare i propri interessi economici, l’Italia era accecata dal miraggio di diventare anch’essa una grande potenza e soddisfare una lunga lista di pretese territoriali… insomma, non ci si deve meravigliare se la stesura del Trattato finale furono così lunghe e tormentate. Alla fine ciò che ne risultò fu un guazzabuglio di rivendicazioni che non accontentò realmente nessuno e anzi aprì la strada ai grandi movimenti totalitari che avrebbero insanguinato i decenni successivi e determinato in ultima analisi il declino dell’Europa come centro di potere globale.

Versailles 1919, di Mark Herman e Geoff Engelstein, vi mette al centro di questo fondamentale punto di svolta della storia del mondo, con una serrata simulazione politica da 1 a 4 giocatori, con un regolamento semplice e ricco di profondità strategica. Ne parliamo, ovviamente in maniera diplomaticamente impeccabile, su WLOG.



E se cercate un bel wargame, MagicMerchant.it é il sito che fa per voi!

Riccardo Masini

Ultimi articoli

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: