WLOG – La serie Civil War Brigade Battle

WLOG – La serie Civil War Brigade Battle

Cosa succede quando riproponi oggi un wargame leggero uscito negli anni Ottanta, ma molto in avanti per gli standard del suo tempo?

Succede che fai come l’inossidabile Worthington, piccola ma estremamente prolifica casa produttrice di wargame a medio-bassa complessità, che riesuma un sistema rapido di wargame ambientati nella Guerra di secessione americana, con componenti e soluzioni più moderne.

Alla base di questa serie stanno due concetti: le unità perdono progressivamente punti forza “ruotando” un apposito segnalino e quindi perdendo capacità offensiva, alcune unità reggono molto meglio all’urto del nemico grazie al loro morale più elevato. Il risultato è un sistema le cui regole stanno in 8 pagine scritte larghe, con partite di durata contenuta (1-2 ore per gli scenari piccoli, massimo 4 ore per gli scenari più grandi) e una simulazione che astrae il tutto quanto basta per farti concentrare più sulle manovre e sull’avvicendamento delle unità in prima linea che su paragrafi e paragrafi di regole di dettaglio.

Un impianto solido e moderno, dunque, ma sempre in linea con i princìpi di base del wargame tradizionale.

I primi titoli della serie, Antietam e Shiloh, ebbero un buon successo assieme allo scenario su Cedar Creek pubblicato dalla francese Vae Victis, tanto che non è facilissimo trovarli in giro… ma oggi un nuovo Kickstarter, dedicato alle Battaglie dei Sette Giorni combattute nel 1862 alle porte della capitale sudista Richmond, ripropone ancora una volta il sistema anche tramite le ristampe dei vecchi moduli.

In attesa del suo arrivo nei negozi, su WLOG esaminiamo da vicino questo regolamento, così particolare e allo stesso tempo così apprezzato.

Commento all'articolo