Geek.pizza

Cowabunga!

Avvento 2022: One Key – Minirecensione

Avvento 2022: One Key – Minirecensione

Si apre un’altra casellina del Calendario dell’avvento 2022 di Geek Pizza che quest’anno include una serie di minirecensioni natalizie. Non sapete a cosa giocare durante le feste? Iniziate ad aprire le caselline insieme a noi per scoprirlo!

Oggi presentiamo un gioco che mette alla prova il vostro intuito e il vostro affiatamento. In poche parole, dovrete fare squadra e cercare di trovare la chiave che si è perduta… e, in questo caso, è di una chiave di lettura che stiamo parlando! 🙂

One Key

  • Autore: L’Atelier
  • Illustrazioni: Xavier Gueniffey Durin
  • Da giocare in: 2 – 6
  • Durata: 20 minuti
  • Editore: Libellud
  • Meccaniche principali: Bluff e puntata, cooperativo, limitazioni alla comunicazione.

Per prima cosa si sceglie chi sarà il Leader del gruppo, ossìa quello che siederà dietro lo schermo e dovrà fare indovinare la chiave giusta agli altri giocatori. Quest’ultimo pesca 11 carte dal mazzo, ne sceglie mentalmente una che sarà la chiave e poi le posiziona tutte davanti allo schermo.

Il gioco si svolge in 4 turni durante i quali il Leader pescherà 3 carte Indizio, le piazzerà dietro allo schermo e le valuterà, ossia stabilirà se ognuna di esse ha un legame forte (verde), dubbio (giallo) o debole (rosso) con la carta che ha scelto come chiave, assegnando un segnalino chiave del colore opportuno ad ogni immagine.

Dopodiché volterà lo schermo, gli altri giocatori dovranno scegliere una delle immagini e verrà rivelato il colore del segnalino di quella immagine. A quel punto, i giocatori dovranno fare delle ipotesi, cercare di capire quali immagini potrebbero avere (o non avere) attinenza con quella Chiave scelta segretamente dal Leader, riorganizzare le immagini dividendole fra le 3 tessere Indizio posizionate sul tavolo e rimuovere carte fino a che rimarrà solo la chiave. Le carte sono volutamente molto colorate e bizzarre, proprio per stimolare la fantasia e il pensiero associativo!

Nel primo turno dovranno toglierne una, nel secondo 2, nel terzo 3 e nel quarto 4 ma attenzione: se verrà rimossa anche l’immagine Chiave, i giocatori perderanno la partita!

Perché è un gioco molto colorato e molto carino, adatto a tutti i tipi di giocatori e che può divertire non solo per le immagini divertenti e particolari delle sue carte, ma soprattutto per l’affiatamento e la discussione che queste carte possono indurre.

Non ci sono regole cervellotiche, non ci sono calcoli da fare e può coinvolgere in modo divertente anche i giocatori più giovani, dato che viene venduto come prodotto dagli 8 anni in su.

E, dato che il Natale si avvicina, non mancate un bel giretto su Magic Merchant.

Luca "il ludografico"

Il Ludografico (all'anagrafe Luca Canese) è un graphic designer e modellista, con una passione smodata per i giochi da tavolo, i libri, la storia antica, i boschi, gli orsi, gli unicorni, i giochi di Ryan Laukat, le opere di Paolo Chiari e i libri pop-up di Robert Sabuda. Scrive articoli bizzarri su vari aspetti del mondo dei GdT, realizza recensioni grafiche (le Ludografiche) dei giochi che ha provato, crea giochi sotto l'egida della LuxLu GD (con il suo collega Luigi Maini), lavora come grafico freelance per le aziende e agenzie, collabora con lo studio Labmasu come progettista di organizers per giochi da tavolo e, in passato, con la 4Grounds per la progettazione di navi di legno. E trova pure il tempo per giocare e badare alla sua casa. Consumato (e a volte scostumato) master e giocatore di GdR, passa da Eberron agli oscuri miti lovecraftiani con nonchalance, mentre la sua casa è invasa (oltre che da libri fantasy, di illustrazioni, di storia, Funko Pop e altre cose strane) da miniature dipinte e non dei più svariati giochi.

Ultimi articoli

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: