Avvento 2022: Byzanz – Minirecensione

Avvento 2022: Byzanz – Minirecensione

Si apre un’altra casellina del Calendario dell’avvento 2022 di Geek Pizza che quest’anno include una serie di minirecensioni natalizie. Non sapete a cosa giocare durante le feste? Iniziate ad aprire le caselline insieme a noi per scoprirlo!

Per gli amanti dei giochi ad asta e con componente di mercato, oggi ne recensiamo uno molto interessante e molto semplice insieme, che vi porterà a vestire i panni di mercanti di Bisanzio.

Byzanz

  • Autore: Emanuele Ornella
  • Illustrazioni: Doris Matthäus
  • Da giocare in: 3 – 6
  • Durata: 45 minuti
  • Editore: Playagames
  • Meccaniche principali: Asta, Odine di turno variabile, Collezione di set, Gestione della mano.

Siamo mercanti della città di Bisanzio e il nostro scopo è realizzare il profitto maggiore aggiudicandoci le merci più pregiate all’asta per poi rivenderle al mercato. Per far ciò abbiamo a disposizione delle carte Merce che dovremo scambiare e capitalizzare durante il turno.

Anzitutto si pone la plancia del Mercato al centro del tavolo, si forma un mazzo Offerta numerato con carte pari al numero di giocatori e il numero più alto sulla cima, poi si mescolano insieme le 96 carte Merce per formare un mazzo. Dopodiché ogni giocatore riceve una mano iniziale di 4 carte.

Ogni carta ha un tipo (ce ne sono 6, più il Mercante) e un valore di scambio da 1 a 4. Questo valore verrà utilizzato sia per aggiudicarsi le merci all’asta che, successivamente, per venderle al mercato.

La versione Harry Potter

Si rivelano tante carte dal mazzo Merce quanto è il numero riportato in cima al mazzo Offerte, poi il primo giocatore punta un certo numero di merci in suo possesso per aggiudicarsi il lotto sul tavolo. Il secondo potrà fare una puntata, che dovrà essere superiore alla precedente, o passare (dichiarandosi escluso dall’asta), e così via finché non rimarrà solo un giocatore con una puntata o tutti avranno passato. Nel primo caso vince chi rimane, nel secondo il primo che ha passato.

Chi vince pone le merci che ha puntato, insieme ad una carta di quelle che si è aggiudicato, nel mercato (ognuna sotto il suo tipo), e prende in mano le restanti carte, poi prende la carta Offerta in cima al mazzo e si rivelano le carte indicate dal nuovo numero.

Quando tutti hanno vinto un’asta, si procede ad una fase di mercato in cui chi ha il numero di Offerta più basso sceglie per primo un tipo di merci dal Mercato e le prende tutte, e così via finché tutti hanno preso una merce (o il Mercato è vuoto).

In qualsiasi momento le Merci in proprio possesso possono essere vendute: è necessario averne 3 dello stesso tipo, due vengono rimosse dal gioco e quella di valore più alto viene tenuta per sé come Punti Vittoria.

Al termine della partita, chi ha totalizzato un valore di merci più alto vince!

Se vi interessa saperne di più, potete leggere la recensione completa qui!

Il gioco mi ricorda tanto il Mercante in Fiera, fosse anche solo per la tematica, e io l’ho sempre ritenuto un gioco molto “natalizio”.

E’ molto semplice da spiegare e “abbordabile” veramente da chiunque, soprattutto da chi ha il pallino del commercio ed è portato per il libero scambio :-D. Ma non mancherà di divertire anche chi non si sente un commerciante nato, non vi preoccupate.

Un gioco piccolo e intrigante per tutta la famiglia, che vi permetterà di coinvolgere davvero tutti, dai più piccoli (il gioco è venduto dagli 8 anni in su) ai più vecchi.

Commento all'articolo