S.55 – Wings over the Atlantic, Andrea Angiolino vola su Kickstarter

S.55 – Wings over the Atlantic, Andrea Angiolino vola su Kickstarter

La casa editrice Hun in the Sun arriva su Kickstarter con S.55 – Wings over the Atlantic, di Andrea Angiolino

Premessa

In linea di massima, i giochi di Andrea Angiolino non fanno per me. Sono stato tentatissimo dal tema di Battlestar Galactica: Starship Battles, confesso, ricordo di aver visto uno dei primi prototipi dei Viper MK prima dell’annuncio a Play, ma non l’ho mai provato.

Eppure Andrea Angiolino è una persona che ti sa ammaliare non appena inizia a parlare, anche di argomenti che ti interessano solo vagamente e, di conseguenza, non appena ho saputo che stava per uscire un suo nuovo gioco, gli ho chiesto informazioni.

L’editore

La campagna di crowdfunding di S.55 – Wings over the Atlantic è di Hun in the Sun, editore che, confesso, non conoscevo. Hun in the Sun è sicuramente un editore da tenere d’occhio se vi interessa il tema aeronautico. Leggo dal loro sito:

Hun in the Sun è specializzata in libri e giochi da tavolo a tema aeronautico, caratterizzati da un design accurato e da contenuti storici accurati. Le nostre pubblicazioni sono sviluppate con la guida di un team internazionale di esperti di aviazione, per garantire affidabilità e una narrazione coinvolgente.

Note storiche

Un secolo fa, l’aviazione, nei suoi passi da gigante, vedeva l’Atlantico come luogo di sfida: congiungere i continenti divenne l’obiettivo ultimo. S.55 nasce per omaggiare gli uomini e le macchine che fecero l’impresa: trae il suo nome dall’iconico idrovolante della Savoia Marchetti, diventato famoso per le trasvolate che, tra il 1925 e il 1933 videro velivoli solitari o stormi serrati affrontare le enormi distanze, le sfide logistiche, la meteo inclemente.

Il gioco

S.55 – Wings over the Atlantic esce in occasione del Centenario dell’Aeronautica Militare ed è costruito attorno alle vicende storiche e ai personaggi delle trasvolate: comandanti come De Pinedo, Balbo, Ribeiro de Barros, i loro equipaggi e i loro velivoli (attraverso miniature in scala 1:700 dello S.55), sorvolando mappe d’epoca, si sfidano in una gara di velocità e pianificazione. L’obiettivo è arrivare per primi ma al tempo stesso di preservare la vita degli equipaggi delle squadriglie.

Il gioco penso possa essere interessante per un’ampia platea di persone, perché non è rivolto esclusivamente agli appassionati della simulazione estrema, ma ha anche una modalità di gioco per chi ha un approccio più spensierato; se però cercate realismo, allora S.55 offre pane per i vostri denti.

La plancia è ispirata all’abitacolo degli idrovolanti di inizio secolo, il percorso è diviso in tappe basate su diari dell’epoca e il sistema meteo è stato realizzato interpellando esperti del settore per tenere conto dei fenomeni atmosferici reali, nelle diverse zone in cui voleremo. Non basta? Sappiate che questo progetto si avvale anche della collaborazione con il 5° Reparto dell’Aeronautica Militare.

Vi lascio il link alla pagina dell’editore, dove potete iscrivervi alla newsletter e ricevere la notifica del lancio della campagna. Spero di riuscire a trovare il tempo di tornare su questo argomento, magari parlando direttamente con Andrea Angiolino.

Nell’attesa dell’inizio della campagna, potete rifornirvi su MagicMerchant.it

Commento all'articolo