GDT Live: Nome in codice

Oggi ospitiamo GDT Live, dei personaggi di dubbia sanità mentale che realizzano video di giochi da tavolo, oggi ci parlano di Nome in codice, di Cranio Creations.

Avrete letto che siamo persone un po’ strane, noi di GDTLive.net; tra le peculiarità che ci contraddistinguono, oltre a quella essere dei vecchi brontoloni,  e di condurre delle noiosissime vite che prevedono un basso consumo di superalcolici e l’impossibilità di correre dietro alle gonnelle poichè siamo stati massivamente ingannati da un contratto che si chiama matrimonio, c’è quella di essere un po’ orsi.

Poi un giorno bazzicando sul forum della Tana dei Goblin vengo al corrente di un evento “Essen@Milano” che promuoveva alla UESM la possibilità di provare alcuni dei giochi presentati alla famosa fiera ludica

In effetti ho proposto la cosa al mio circolo un po’ sfiduciato, mentre sorprendentemente alcuni hanno accettato con entusiasmo, Insomma per farla breve abbiamo messo la testa fuori dalla nostra corazza e abbiamo passato una piacevole serata con dei perfetti ma simpatici e disponibilissimi sconosciuti, scoprendo non solo il piacere di giocare con persone al di fuori del nostro “giro” ma anche questa piccola gemma di gioco, un gioco che da quando ho scoperto non posso fare a meno di racocmandare a chiunque a qualunque età, a mio parere un nuovo grande classico! Schiacciate pure play per scoprire anche voi come 4 regole possano creare un grande gioco.

Note di Francesco:

Codenames, questo il titolo originale, è un gioco di Vlaada Chvátil per 2-8 giocatori, una partita si aggira sui 15′ ed è indicato per giocatori dai 14 anni in su.

Sul sito di Cranio Creations l’immagine della copertina è in inglese, tuttavia in giro si trova quella italiana e vale la pena notare che i fumetti dicono: “Top secret” e “Gioco di parole”. Temo che chi ha curato la traduzione non abbia notato che era necessario invertirli: “Gioco di parole top secret” ha molto più senso di “Top secret gioco di parole”.

Rispondi