L’ultima stagione di Star Wars Rebels ci porterà dritti a Rogue One

Il trailer della quarta stagione di Star Wars Rebels è una chicca per i fan e gli eventi arrivano fino a Rogue One, eccone una breve analisi del video.

Partiamo dal video, trovate l’analisi sotto.

Si parte su Mandalore, l’Impero e i Mandaloriani sono in guerra aperta ormai. Il pianeta è sottoposto a un blocco imperiale e sulla superficie si combatte, usando anche dei camminatori nuovi.

Per Sabine è il momento di provare la sua fedeltà a tutto Mandalore, ed ecco la Darksaber fare la sua compara.

Ed ecco Saw Gerrera: “Se continuerete a permettere che sia l’Impero a dettare le regole di questa guerra, verrete sconfitti!”.

Mon Mothma, sotto sotto, sa che Gerrera ha ragione: “Non siamo pronti alla guerra aperta”, dice ad Ezra, che vorrebbe aiutare gli abitanti di Lothal.

La soluzione viene fornita da Gerrera: “Puoi fare il fattorino di Mon Mothma o fare qualcosa che potrebbe fare davvero la differenza”. Sapevamo che c’erano diverse anime all’interno della Resistenza, sappiamo come andrà a finire, ma non sappiamo come si è arrivati alla rottura tra il gruppo di Mon Mothma e quello di Saw Gerrera, è ora di scoprirlo. Nella sequenza abbiamo visto anche i Death Trooper comparsi in Rogue One, accompagnare Thrawn.

Nella carrellata di immagini che segue, vediamo:

  • Ezra contrastare un attacco con un qualche tipo di magia. È verde, ricorda molto le Nightsister di Dathomir, chissà…
  • Un V-Wing in picchiata
  • Saw Gerrera ed Edrio Two Tubes

Tarkin spiega a Thrawn che il suo progetto di caccia TIE potrebbe diventare presto poco interessante, perché Krennic sta spingendo molto il suo progetto: “Stardust”. (“Stellina” nel doppiaggio).

Hera e la Ghost vengono inviate in missione segreta, che probabilmente avrà successo, perché Thrawn è molto contrariato e ordina a un Noghri (un cacciatore di taglie?) di catturare il capitano Syndulla.

Vediamo poi Ezra in mezzo ai lupi, i suoi occhi hanno quel bagliore che abbiamo visto quando ha unito i due holocron, ma potrebbe essere qualcos’altro, non è chiaro.

La voce di Kanan risuona nella mente del giovane: “Ezra: non è questione se combattere o meno…” ed è proprio Ezra a completare la frase: “L’importante è come decidiamo di combattere, lo so, Kanan… ma magari stiamo facendo la scelta sbagliata”. Che Ezra stia considerando di unirsi alla fazione di Saw Gerrera?

La scena si sposta nello spazio, finalmente un bell’attacco alla flotta imperiale a opera di una squadriglia di X-Wing, dopodiché si torna a Kanan ed Hera.

Quando pensi che riterrai di aver fatto abbastanza per questa ribellione?

Sai che forse non ci ho mai pensato?

Quindi immagino che tu non abbia mai pensato a noi.

Kanan finalmente esplicita i suoi sentimenti per Hera, che potrebbe essere anche un modo per aumentare la drammaticità di una separazione permanente alla fine della stagione.

Nelle scene successive Kanan ed Ezra hanno dei razzi mandaloriani sulla schiena, finalmente Sabine riceve rinforzi.

Non ci arrenderemo. Non ci piegheremo alla paura. Siamo forti, uniti dal nostro coraggio. È giunto il nostro momento.

Durante questo discorso di incoraggiamento vediamo scene di combattimento, nello spazio, nel cielo e in terra. Si intravede per un attimo Bo Katan, siamo sempre su Mandalore.

Vorrei poterti vedere.

Mi hai sempre saputa vedere.

La scena di Kanan ed Hera al tramonto ricorda un po’ il finale di Jyn e Cassian, speriamo non sia proprio uguale…

Tutte le strade si stanno riunendo, non è vero?

È che non sono sicuro che saremo contenti di dove portano.

Ezra ci ricorda che stiamo arrivando al punto nodale della storia e Kanan è conscio del fatto che le cose non si stanno mettendo bene, soprattutto per noi, che dovremo salutare per sempre Star Wars Rebels, in attesa della prossia serie animata di Star Wars, che spero sia una figata come questa.

Rebels tornerà il 16 ottobre su Disney XD negli USA.

Rispondi