Il Capitano Lorca di Star Trek: Discovery è uno dei cattivi?

Secondo una teoria in voga fra i fan di Star Trek il Capitano della Discovery è in realtà un uomo della Sezione 31, i servizi segreti deviati della Federazione: sarà davvero così?

Il pensiero comune è che la USS Discovery sia molto più che il semplice prototipo di una nave scientifica ma faccia in realtà parte dell’organizzazione segreta chiamata Sezione 31, di cui Lorca e i suoi uomini più fidati fanno parte.

Quest’organizzazione è stata introdotta in Star Trek: Deep Space Nine come un braccio operativo della Flotta Stellare, totalmente autonomo e ufficialmente inesistente. La sua missione è quella di proteggere gli interessi della Terra e della Federazione muovendosi nelle aree grigie dell’articolo 14, sezione 31 del regolamento, che autorizza misure straordinarie in casi straordinari.

In DS9, un agente dell’organizzazione ricattò il Dottor Bashir per costringerlo ad accettare una missione per conto loro e sappiamo dalla serie Star Trek: Enterprise che già agli albori della Flotta Stellare esisteva una Sezione 31.

Ma perché i fan ritengono che Lorca e la sua nave lavorino per i servizi segreti deviati?

Prova A: Numero di registro della nave

La U.S.S. Discovery è registrata col numero NCC-1031.

Inoltre, in un’inquadratura tratta dal 3° episodio, è possibile leggere la scritta III I sullo scafo proprio sotto la finestra da cui si affaccia Lorca:

Prova B: Stemmi neri e allarme nero

Ancora nel 3° episodio vediamo che alcuni membri dell’equipaggio indossano stemmi neri sulle uniformi e viene lanciato un minaccioso e misterioso allarme nero. Alla richiesta di spiegazioni di Burnham, la compagna di stanza Sylvia Tilly si rifiuta di rispondere.

Prova C: Alti livelli di sicurezza e autonomia di Lorca

3° episodio: quando Burnham tenta di prendere posto in Ingegneria le viene detto che la sezione nella quale si trova in quel momento il Tenente Stamets richiede un accesso di sicurezza elevato. Burnham obietta che nella Flotta Stellare non è la prassi rendere off limits le aree di lavoro e le viene risposto: “Questa è la Discovery“.

Lorca si vanta apertamente con Burnham di avere un alto grado di autonomia, tanto alto da poter bypassare le decisioni della corte marziale: “Non si preoccupi della Flotta Stellare: mi hanno dato carta bianca per combattere questa guerra con tutti i mezzi necessari“.

Prova D: l’ufficio segreto di Lorca

Segreto dopo segreto, scopriamo che oltre a sperimentare una nuova forma di propulsione con la misteriosa teoria delle spore, sulla USS Discovery il capitano ha un inquietante ufficio segreto pieno di scheletri e armi. Questa “stanza degli orrori” è talmente segreta che persino il primo ufficiale Saru sembra ignorarne l’esistenza, quando viene convocato lì da Burnham nel 3° episodio.

È tutto talmente evidente che… è improbabile che si tratti davvero della Sezione 31!

Anche se la USS Discovery è certamente impegnata in una missione top secret, non ci sono prove schiaccianti a supportare la teoria che operi al di fuori della Flotta Stellare. La Sezione 31 è un’organizzazione totalmente clandestina e assegnarsi un’intera nave non sarebbe una mossa tanto furba, se si vuole evitare di venire allo scoperto. Senza contare che sarebbe difficile per una grande nave impegnata sul fronte di guerra riuscire a non farsi notare dal resto della Flotta.

Il motivo noto per cui il numero di registro della Discovery è proprio 1031 si deve all’amore di Bryan Fuller (l’ideatore originale della serie) per la festa di Halloween che cade esattamente il 10-31 (31 ottobre). Del resto anche la U.S.S. Glenn, la nave gemella della Discovery, stava conducendo gli stessi segretissimi test ma era registrata come 1030, senza “31” nascosti.

È stato anche spiegato che l’allarme nero è un tipo di allerta speciale legato al funzionamento del motore a spore. Non sappiamo (ancora) perché alcuni ufficiali indossino distintivi neri ma si può supporre che indichino un più alto grado di sicurezza. Come detto in precedenza, la Sezione 31 è un’organizzazione segreta quindi che senso avrebbe avere un suo proprio distintivo da mostrare a tutti?

Lorca non è certo il tipico capitano tutto diplomazia e prima direttiva ma non fa certo mistero di essere un guerriero. Anzi, è evidente la sua frustrazione nell’operare su una nave piena di scienziati che devono essere costantemente spronati alla battaglia. Il suo ufficio segreto è molto sinistro, ma rispecchia in pieno una personalità che non tenta mai di nascondere o addolcire.

La Sezione 31 è qualcosa di cui in pochi hanno sentito parlare, anche fra i ranghi più alti della Flotta Stellare, quindi un buon membro dell’organizzazione dovrebbe essere un vero insospettabile, non certo qualcuno che sembra piuttosto attirare l’attenzione su di sé in ogni modo possibile.

Alle volte un sigaro è solo un sigaro

Come diceva Freud, certe volte non c’è alcun significato nascosto o metaforico nelle cose; la maggior parte delle speculazioni sulla Sezione 31 sono originate dall’atmosfera e dalle tematiche cupe di questa nuova serie, specialmente rispetto a quello a cui ci ha abituato Star Trek nelle precedenti incarnazioni. E’ possibile che qualche connessione con la Sezione 31 alla fine ci sarà veramente, ma è più probabile che gli aspetti dark di Discovery siano li non per suggerire una sinistra cospirazione ma semplicemente perché è una scelta che può rivelarsi attrattiva per il pubblico moderno.

4 commenti su “Il Capitano Lorca di Star Trek: Discovery è uno dei cattivi?

  1. Io faccio parte di quegli spettatori che, guardando i primi episodi, hanno gridato al “sezione 31 in opera”!
    Guardando la serie che avanza, questa idea, a malincuore, mi sta abbandonando.
    Dico “a malincuore” perché fin’ora, in Star Trek, la Sezione 31 è sempre entrata in gioco “a cose fatte”. Mai si è visto come opera preliminarmente questa organizzazione interna alla flotta, si è sempre e solo visto come, una volta progettato il piano, essa lo mette in atto. E non ci vedo nulla di strano nel fatto che possa avere “una nave” a sua disposizione: dopotutto, per fabbricare il virus anti mutaforma, devono aver avuto a disposizione almeno un laboratorio, uno staff….ed un laboratorio non troppo si addice alla sperimentazione di un “motore a spore”. Inoltre, la sezione 31, ufficialmente, lavora in clandestinità, così come ufficialmente la flotta ne nega l’esistenza e ne condanna le gesta. La sezione 31 si muove “internamente” alla flotta! La sezione 31 si sporca le mani dove lo statuto della federazione dovrebbe alzarle! Per questo non mi sarei stupito che, stesso all’interno della nave, gli “ufficiali superiori” agli ufficiali superiori, si vadano a contraddistinguere da un distintivo nero (che, dopotutto, è riconosciuto come simbolo della sezione 31), così come non è detto che tutto l’equipaggio della nave sappia che, in realtà, sta lavorando per questa organizzazione.
    Dal mio punto di vista sarebbe stato bello vedere come lavorano quelli della sezione 31 prima di mettere in atto un piano: avrebbe mostrato a noi fan una parte sconosciuta della flotta (e di star trek……)

    1. Come tutte le organizzazioni segrete la Sezione 31 ha il suo fascino, ma personalmente non mi è mai piaciuta perché è l’antitesi di quello che voleva fare Gene Roddenberry creando Star Trek, ovvero mostrare un futuro in cui l’umanità non è più preda della paura del diverso e della paranoia. Invece la Sezione 31 opera spesso preventivamente, proprio spinta dalla paranoia. E’ chiaro che un’organizzazione politica come la Federazione deve avere i suoi servizi segreti (e li ha), ma la Sezione 31 è un servizio segreto deviato e questo proprio non dovrebbe esistere in Star Trek, che sia verosimile o no. In ogni caso la questione dei distintivi neri, in effetti, non è mai stata chiarita e non sembra avere a che fare con l’universo dello specchio. Distintivi neri, allarme nero… che il ‘nero’ indichi semplicemente tutto ciò che ruota attorno al motore a spore, o c’è di più? Concludo ricordandoti che – al di la di tutte le nostre teorie – la tecnologia a spore è un segreto militare ma non è qualcosa di cui è a conoscenza solo Lorca o l’equipaggio della Discovery, infatti in uno dei primi episodi si vede una riunione di Ammiragli ansiosi di conoscere i progressi della Discovery per implementare questa tecnologia al resto della flotta; quindi non penso che si possa definire un esperimento segreto della Sezione 31 (a meno di non concludere che tutti gli Ammiragli, inclusa la Cornwell) sono affiliati alla Sezione 31…

      1. Non sono totalmente d’accordo con te, Riccardo. Io in Star Trek ho sempre letto diverse metafore (che forse ho letto solo io), di cui, se vuoi, discutiamo privatamente via eMail, da fan a fan e, nella sezione 31, non ci vedo un qualcosa di contrario all’idea di base di Roddenbery, ma un contorno, una guarnizione, se vuoi.
        La sezione 31 è cattiva? si sono comportati “così male” nella guerra contro il dominio? non so! purtroppo anche nella Camelot descritta dal genio di Roddenberry, una mano armata ci vuole! una mano che si “sporchi”, ci vuole, altrimenti non si lotterebbe alla pari con determinati antagonisti.
        Ovviamente io parlo de la Sezione 31 originale, di DS9, non degli estremisti apparsi in ENT, che vanno contro la flotta stessa.
        Fatto sta che, andando avanti con gli episodi di Discovery, come ho già scritto, questa idea iniziale mi ha abbandonato. Ma rimane il fatto che di questa “sezione 31” non si sa praticamente nulla e, secondo me, questo è contrario all’universo di star trek voluto, creato e lasciato in eredità da Roddenberry! un universo che (almeno da me) tanto amato, proprio perché ogni fazione viene inquadrata, descritta e approfondita! quante cose sappiamo dei Romulani, dei Cardassiani, del Dominio, dei Klingon, dei Fereghi?! quante cose sappiamo perfino dei Binari, apparsi in un unica puntata?! i personaggi e le fazioni non descritte appartengono ad altri universi “star”, non a Star Trek!
        Quando, anni fa, vidi l’episodio di DS9 in cui si “intuisce” il dolore di Nog per la perdita della gamba, mi venne un magone! perché io Nog, “lo conoscevo” (passami la metafora); così come “conoscevo” Data, il buon Trip! perché i personaggi sono sempre stati descritti in tutto e per tutto!
        Ovviamente sono opinioni personali, ma quanto sono stati belli gli episodi in cui “ci si sporca le mani”, tipo “la coscienza di un ufficiale” oppure “inter arma enim silent leges”?

        1. No be’, che la Federazione – se esistesse nella realtà – dovrebbe sporcarsi le mani molto più di quanto non sia mai stato mostrato in film e serie TV questo è indubbio. Il punto è che Roddenberry teneva molto a mostrare un futuro positivo; lui ha immaginato la terza guerra mondiale e, nella Serie Classica, si fanno riferimenti anche a guerre eugenetiche, guerre con i Klingon, guerre con i Romulani… insomma, il futuro è molto buio fino ad un certo punto ma, nel momento in cui ha collocato Star Trek, tutti questi conflitti sono stati risolti e gli interessava mostrare un futuro rassicurante. Per questo – a differenza di molti altri fan – non mi lamento se Discovery è così dark rispetto alle serie precedenti: è ambientata in un periodo dove la Federazione non è ancora quella della Serie Classica, ed è normale che ci siano Capitani come Lorca in giro. Il problema della Sezione 31 (che secondo me è coerente con l’epoca di Star Trek Enterprise e Discovery, ma molto meno con quella di DS9) è che non è una semplice ‘forza d’elite’ che fa il lavoro sporco per la Federazione. Anzi, per certi versi sarebbe disposta anche ad andare CONTRO la Federazione perché non solo opera in segreto ma, per statuto, la sua missione è difendere la Terra e gli interessi dei Terrestri al di sopra di quelli degli altri membri dell’unione. Questo, dal mio punto di vista, li rende un’organizzazione sovversiva che non può avere niente di positivo. L’unica cosa è che per come è stata sfruttata in Deep Space Nine, fa certamente riflettere sul fatto che bene e male spesso si confondono e che nella vita non è tutto o bianco o nero. E questo è molto Star Trek.

Rispondi