MIG Anteprime Galattiche: Tokyo Ghoul

Per gli appassionati di manga e anime, ma non solo, presto arriverà il gioco da tavolo di Tokyo Ghoul!

Edito da Don’t Panic Games e portato in Italia da Cosmic Games, ecco a voi il gioco ufficiale di Tokyo Ghoul che sbarcherà da noi a metà settembre. In Tokyo Ghoul assumerete i panni di uno dei 15 personaggi principali della serie e dovrete destreggiarvi per i luoghi di Tokyo tra umani, ghoul e ispettori nel tentativo di uscirne vincitori.

Specifiche:

  • Nome: Tokyo Ghoul – Bloody Masquerade
  • Tipologia: Gioco da tavolo
  • Meccaniche:
    • Gestione della mano
    • Bluff
    • Collezione di set
    • Poteri variabili dei giocatori
  • Numero giocatori: 4-8
  • Tempo per partita: 15-20 minuti
  • Dipendenza dalla lingua: nulla
  • Complessità: 2/5

L’ambientazione

I fan degli anime lo riconosceranno sin dall’immagine di copertina. Tokyo Ghoul – Bloody Masquerade, infatti, è basato sull’omonimo anime di successo. Per chi non lo conoscesse, sintetizzerò io la tematica di fondo in poche righe. Nell’anime, come nel gioco, il mondo è diviso in 2 razze: umani e ghoul. Il dualismo nasce dal fatto che gli umani sono essenzialmente il cibo dei ghoul e quest’ultimi non possono fisiologicamente cibarsi di altro. In tutto ciò, però, esiste la CCG, la Commissione per le Contromisure ai Ghoul, sostanzialmente un reparto speciale di ispettori che si occupa di scovare e mettere fine all’esistenza dei ghoul. Non procederò oltre perché il gioco pone le radici su questo triangolo: umani che scappano, ghoul che mangiano umani, ispettori che uccidono ghoul.

Il gioco

Sul tavolo il gioco si presenta con un tabellone centrale, attorno al quale vengono disposte delle schede Luogo. Al centro del tabellone sono invece posti i segnalini Sospetto, in un numero dipendente dal numero di giocatori, e le carte Personaggio, su cui saranno presenti gli obiettivi di ciascun personaggio. Per finire, è presente un gettone Azione che va posto nella posizione del Luogo iniziale.

Ogni giocatore, invece, possiederà un tabellone Investigazione e un gettone Personaggio, che verrà pescato casualmente in modo tale che gli altri non lo vedano e verrà poi posto a faccia in giù davanti a lui. Inoltre, a ogni giocatore dovranno essere assegnate 3 carte Indizio all’inizio del gioco.

Prima dell’inizio del primo turno di gioco i giocatori completano una Fase Preliminare durante la quale

  • ognuno mostra 2 carte della propria mano al giocatore alla loro sinistra e quindi
  • ognuno cederà una delle proprie carte al giocatore alla propria destra.

Completata questa fase, si inizia davvero a giocare. II gioco procede a turni, ogni giocatore durante il suo turno deve completare, in ordine, le seguenti sottofasi:

  • Verifica le condizioni di Vittoria Immediata.
  • Sposta il gettone Azione su un Luogo a faccia in su – alcuni, infatti, si troveranno a faccia in giù – che non sia distante più di 2 Luoghi da quello su cui si trovava. Per la distanza dal Luogo di partenza non vengono considerati quelli a faccia in giù, ossia quelli Nascosti. Il Luogo che viene lasciato, quindi, diventa Nascosto e quelli Nascosti che sono stati superati diventano visibili.
  • Esegue le azioni del Luogo di arrivo.

Quindi comincia il turno del giocatore successivo.

Ma come si vince a questo gioco? Quando la partita finisce? Quali sono gli obiettivi e le azioni possibili? Andiamo con ordine.

La partita si può vincere per:

  • Vittoria Immediata, all’inizio del turno del giocatore attivo, esso verifica se in mano possiede 3 carte uguali di un certo tipo. Il tipo di carta varia a seconda del Personaggio ed è specificato nelle carte Personaggio visibili a tutti sul tavolo. Invece, i gettoni Personaggio, come detto in precedenza, rimangono nascosti!
  • Eliminazione, ogni Personaggio può avere un obiettivo da eliminare: un umano, un ghoul o un ispettore. Se il Personaggio elimina il proprio obiettivo, ovviamente vince. In ogni caso con l’azione dell’Eliminazione, effettuabile solo in determinati Luoghi, il gioco finisce.
  • A fine partita, alcuni Personaggi possono avere degli obiettivi concernenti la possibilità di rimanere in vita e possedere determinate carte in mano. Alcuni hanno obiettivi che si basano sulla sopravvivenza di altri, qui entra in gioco l’aspetto “collaborativo” per alcuni Personaggi.

E arriviamo alle azioni utilizzabili. Le azioni dipendono dal Luogo in cui il giocatore attivo decide di fermarsi e possono essere molteplici.

  • Interrogatorio, con cui il giocatore si fa mostrare due carte da un altro giocatore. Quindi, il giocatore attivo può scambiare una delle proprie carte con una delle due che gli sono state mostrate.
  • Sospettare, ogni giocatore acquisisce un segnalino Sospetto e lo mette sulla propria scheda in base alle richieste del Luogo su cui ora è il segnalino Azione.
  • Confondere le piste, con cui il giocatore attivo può togliere o dare un segnalino Sospetto ad un giocatore target.
  • Attacco, può farlo solo un giocatore che interpreta un personaggio con un obiettivo Eliminazione. Esso può decidere di attaccare il giocatore con più segnalini Sospetto oppure un giocatore a sua scelta che abbia almeno 3 segnalini Sospetto. Il giocatore attaccato viene eliminato e la partita finisce.

Queste sono quindi le azioni. Esse variano di Luogo in Luogo, comportando l’aggiunta di un determinato numero di segnalini Sospetto in base al tipo di carte in mano oppure la possibilità di attaccare a seconda di diverse condizioni.

Esistono anche due varianti che accennerò:

  • Variante Maschera, con la quale vengono aggiunti nuovi personaggi e si giocherà con 4 carte anziché 3, ma con una di queste 4 scoperta sul tavolo. Vengono aggiunte anche nuove carte con le quali è possibile rendere più difficile capire agli altri giocatori che carte si hanno in mano.
  • Variante Supporto, con la quale vengono aggiunti dei gettoni Supporto. Tra questi gettoni soltanto uno sarà utile. Essi verranno assegnati casualmente all’inizio della partita e, al termine del proprio turno, il giocatore attivo potrà guardare il gettone Supporto di un altro o scambiarlo. L’unico gettone Supporto utile rappresenta un Kaneki trasformato – ossia il protagonista dell’anime che è sia umano che ghoul – e consente di difendersi da un attacco di un altro giocatore. In questo caso, il giocatore attaccante perde, la partita finisce e gli altri giocatori verificano gli obiettivi di fine partita.

Considerazioni

A chi consigliarlo? Mi verrebbe da dire a chi ama i giochi di bluff e a chi ama i giochi di investigazione. Sì, perché in questo gioco si tratterà sostanzialmente di cacciare od essere cacciati, o entrambi addirittura nel caso un giocatore interpreti il ruolo di un ghoul. Le partite sono sicuramente corte e il gioco si può ben adattare a gruppi numero, fino a 8 giocatori, avendo comunque un downtime piuttosto limitato in quanto il giocatore avrà scelte limitate e poche azioni disponibili. L’asimmetria dei ruoli, delle azioni e degli obiettivi potrebbero essere comunque il punto forte di questo gioco, rendendo il gioco più vario di partita in partita.

Rispondi