Lo spacciagiochi: The Long Road (Verso Lucca Comics & Games 2018)

The Long Road è un gioco di vacche, cowboy e bluff nel selvaggio west che uscirà a Lucca Comics And Games 2018.

Sesto episodio della rubrica Verso Lucca Comics & Games 2018, oggi vi parlo di The Long Road, gioco di cui vi avevamo mostrato un’anteprima da aprile.

Il gioco, per 2-4 venditori di mandrie, dura dai 30 ai 45 minuti (così dice la scatola, ma anche la mia esperienza) è di Stefania Niccolini e Marco Canetta ed è illustrato da Kerri Aitken.

Nella scatola

La scatola è molto compatta (indicativamente come quella di Patchwork, per capirsi) e contiene 112 carte (telate, buona qualità), 20 pedine cappello da cowboy in legno e un bel po’ di cartoncino: 1 stella dello sceriffo (segnalino primo giocatore), 2 tessere bonus di fine partita, 20 armi (pugnali, pistole, fucili), 52 monete, 3 tasselli “on the road” per l’ultimo round, 4 tasselli raggiunta destinazione. Anche il cartoncino è abbastanza spesso, come componentistica non ci si può davvero lamentare.

Mentre aspettavamo le pizze… abbiamo la riprova che la luce in cucina è a livello dungeon.

Preparazione

Sul tavolo disponete i tre mazzetti di Carte Destinazione, scoprite la prima carta e ponetela accanto a ogni mazzetto, sul quale posizioneremo le monete e i pugnali indicati dalla carta scoperta: queste sono le “strade” che percorreranno le nostre carovane.

I giocatori scelgono i colori e ottengono il proprio mazzetto di Carte Carovana, i cappelli, 6 monete e una carta riassunto delle azioni. Questa carta, sul retro, riporta un Boss con un potere unico, si tratta del nostro bonus segreto di fine partita. Carina l’idea di mettere il riassunto delle azioni su una delle facce della carta, che risulta molto utile durante i primi round della partita.

Ai giocatori non resta che prendere uno dei mazzetti di Personaggi (parleremo dopo della variante) e la dotazione iniziale sarà completa.

Si estrae casualmente una tessera Fine Partita, che darà bonus a chi ne soddisfa i requisiti, si mettono da un lato i tasselli Raggiunta Destinazione e On The Road.

Ogni giocatore pesca tre Carte Carovana e siamo pronti a partire.

La partita

Come riporta la Carta Riassunto di cui vi parlavo poco sopra, nel nostro turno…

  1. Si possono pagare 2 monete per cambiare carte dalla propria mano.
  2. Si deve giocare una Carta Carovana alla destra di una delle Destinazioni, la regola è semplicissima: il simbolo (cactus, teepee, montagna) deve coincidere. Questa carta riporta un testo e dei capi di bestiame. Il testo si attiva in questa fase, il bestiame si acquisterà successivamente. Se la carta riporta il simbolo di un quadrivio, è possibile prendere uno dei bonus sul mazzetto Carovana (pugnale o moneta).
  3. Si può giocare un personaggio dalla propria mano. Il personaggio va giocato nascosto a sinistra della Carovana, ma solo se non c’è già un altro personaggio del proprio colore in quella Carovana.
  4. Si può attivare la Carta Carovana appena giocata.
  5. Si possono comprare armi e armare i personaggi.

Fatto questo si ripristina la propria mano e il turno passa al giocatore successivo.

Semplice, no? Ma come funziona il tutto?

I personaggi giocati hanno un valore da 1 a 7 e vengono rivelati soltanto quando è stato preso l’ultimo bonus dalla Carovana, a quel punto chi ha il valore più alto sceglie per primo e così via a scendere. I personaggi non si limitano a vendere le vacche, hanno anche delle abilità specifiche, che possono essere cruciali nel calcolo del punteggio, se ben adoperate.

Essendo i valori nascosti ed essendo modificati dalle armi che andremo a posizionare sulle carte, l’ordine di attivazione dei personaggi può cambiare radicalmente l’esito della vendita del bestiame.

Nella foto che avete visto qui sopra, il rosso ha sfruttato una carta che consente di spostare un personaggio da una carovana a un’altra, ed ecco la situazione al momento di calcolare i punti.

Il ranger ha forza 4, ma il fucile gli dà +8 e arriva a 12, il sindaco ha forza 6 in virtù dei due pugnali, il pistolero 11 e il colono 3.

Il rancher gioca per primo e attiva la sua abilità: 4 monete per carta Ranch in questa Carovana. Ci sono due Ranch, quindi ottiene 8 monete, quindi vende i capi di bestiame dell’Emporio: 2 vacche nere e 1 bianca, rispettivamente a 6 e 1 moneta. In totale ottiene 15 monete, dopodiché rimuove il proprio cappello dalla carta e lo posiziona accanto alla carovana.

Il pistolero gioca per secondo, guadagna 2 monete per ogni altro personaggio armato (non attivato) nella Carovana, il sindaco è armato, quindi il pistolero guadagna 2 monete, dopodiché vende un capo nero e uno bianco per 3 e 1 moneta. In totale ottiene 6 monete, quindi rimuove il cappello e lo posiziona sopra quello del giocatore rosso.

È il turno del sindaco, che vende il bestiame di due carte, lasciando a bocca asciutta il colono, che non ha nulla da vendere. Il giocatore nero e poi quello rosso, impilano i cappelli a loro volta.

Ora dal cappello più alto (il giocatore più svantaggiato nella fase precedente), i giocatori iniziano a scegliere quale personaggio far tornare nella propria mano, non necessariamente quindi ritorneranno in possesso delle carte che hanno giocato. Se avete un personaggio potente, vi avrà fatto fare punti, ma potete salutarlo, perché passerà di mano quasi sicuramente.

Voltate la prima carta del mazzetto Carovana appena risolto e preparate una nuova Carovana.

La partita continua così finché non sono state vendute 4 carovane, dopodiché si esegue un ultimo round e la partita ha termine (vi rimando al regolamento per il funzionamento di questo round).

Ai soldi ottenuti si aggiungono il bonus di fine partita e quello del vostro Boss, nascosto sotto la carta riassuntiva. Il giocatore più ricco è il vincitore.

Conclusioni

Se vi piacciono i giochi di bluff, credo che dovreste proprio provare The Long Road. La spiegazione può risultare un po’ complessa, ma nel momento in cui lo intavolate, tutto diventa più chiaro e al momento di calcolare la prima Carovana, ogni dubbio verrà dissipato.

Per la mia esperienza, il numero di giocatori ottimale è 3, ma vanno bene anche 4. Ho fatto un paio di partite in due, ma sono state meno accese. Per contro, so che Marco e Stefania si sono scontrati in partite a due all’ultimo sangue mentre testavano il gioco.

In The Long Road l’interazione è parecchia e il bluff è l’arma principale, a dispetto di pugnali, Colt e Winchester che userete. Potete magari spingere un avversario a sprecare soldi in un’arma (ogni soldo speso è un punto vittoria in meno a fine partita, non dimenticatelo!) con un semplice ghigno mentre posizionate un personaggio di scarso rilievo accanto a una Carovana, per poi mettere quello che più si confà alla vostra strategia in un’altra Carovana.

Inizialmente credo che sia inevitabile trovare alcuni personaggi molto più forti di altri, ma i mazzetti consigliati per l’inizio aiutano a superare lo scoglio iniziale. Nelle mie prove, ho cercato sempre di usare mazzetti diversi nelle partite, per cercare di conoscere tutti i personaggi, ma non sono ancora arrivato a un livello tale da voler sperimentare la variante del draft, anche perché richiede che tutti i presenti abbiano una buona conoscenza del gioco.

Anche se, di norma, preferisco giochi dove ho il controllo totale o quasi, devo dire che mi sono divertito con The Long Road, lo troverete a Lucca Comics & Games nell’area di Uplay.it Edizioni, assieme ad altre chicche di cui vi parleremo più avanti, io vi consiglio di fare una partita.

Trovate The Long Road e altri giochi Uplay.it seguendo la strada che porta a MagicMerchant.it

Rispondi