L’angolo di Ale – La guida ai Kickstarter che verranno – Ottobre 2018

Primo appuntamento con l’esplorazione Kickstarter di Geek.Pizza, powered by Ale del Dunwich Buyers Club.

“Le valenze di energia psicocinetica sono oltre i valori massimi! L’ago è impazzito! Questa volta ci siamo vicini! Lo sento!”
– Ray

Ciao Ragazzi!
Benvenuti a questa rubrica dedicata al mondo del crowdfunding.

Cos’è il crowdfunding? È la trasposizione moderna di quell’esercizio deliziosamente rinascimentale di aiutare artisti a realizzare le proprie opere attraverso il finanziamento libero e (quasi) disinteressato.
Ecco. Magari non proprio disinteressato. Alla fine dei conti lo scopo ultimo è mettere le mani su contenuti esclusivi o, più semplicemente, sull’opera in questione in tempi più brevi rispetto al circuito di distribuzione dei negozi.

Il più famoso portale di crowdfunding per i giochi da tavolo è Kickstarter. Negli anni sono moltissimi i titoli usciti da questa gigantesca fucina e numerose sono le realtà imprenditoriali e gli autori che sono sbocciati e si sono affermati proprio grazie a questo sistema.
Ora però l’offerta sta diventando sempre più grande ed è sempre più difficile farsi largo fra ciò che viene proposto. Una sorta di bulimia creativa che rischia di oscurare e/o annichilire alcuni progetti. All’inizio Kickstarter era più romantico, si apprezzava un’idea magari anche non supportata da documenti, foto, video, prototipi, print & play. Ora la musica è cambiata, ma magari di questo discuteremo in un altro momento.

Perciò eccomi qua, a vostra disposizione, in questa rubrica parallela al mio ruolo di divulgatore del Dunwich Buyers Club.
Non sapete cos’è il Dunwich Buyers Club? Il DBC è un podcast di informazione ludica e se non ci avete mai ascoltati allora questo è il momento giusto!

L’elenco descrive i progetti in procinto di partire nel mese in corso, raccogliendo informazioni da varie fonti e proponendovele in una lista snella e disincantata. Ma ora smettiamola di cincischiare e iniziamo.

8 ottobre – Fantasy Pug Quest [Tin Hat Games]

Cooperativo, 1-5 giocatori | 30-60 minuti
Possibile modalità di gioco con Overlord

La Tin Hat Games torna su Kickstarter dopo i precedenti successi di Urban Heroes (2014) e Dungeon Digger (2017). Lo fa con un gioco di carte in cui i giocatori si troveranno ad interpretare degli eroi carlini con tutto il loro pulc… simpatico carico di carisma.

L’ambientazione è un classic fantasy però rivisto in chiave canina.

Un cooperativo di carte e schieramenti in cui ci troveremo a combattere contro il Chihuahualing, lo Psy Pincher, Il Korgrifone e tutta una serie di terribili boss come la Mente Felina Suprema, il Tasso dei sette mari, l’Aspirapolvere del terrore ed il temibile Barboncino Demoniaco.

Siete pronti ad affrontare i tre mondi che vi separano dalla vittoria? O tornerete mestamente nel vostro angolo a leccarvi le ferite…

Ok, è stato più forte di me.

[Link alla campagna]

12 ottobre – Barrage [Cranio Creations]

Competitivo, 2-4 giocatori | 30 minuti/giocatore

Tommaso Battista e Simone Luciani ci accompagnano in un distopico inizio di ventesimo secolo, più precisamente nel 1930.

L’economia arranca e si sta rendendo necessario trovare fonti energetiche rinnovabili per alimentare il tessuto industriale della vecchia Europa.

In questo gioco fino a 4 capitani d’industria si troveranno a competere per lo sfruttamento delle risorse idriche delle Alpi, in un piazzamento lavoratori atipico in cui fa bella mostra di sé la grande plancia comune che accompagna i turni.

La peculiarità più evidente è la ruota di costruzione che scandisce, per ogni giocatore, il tempo necessario a rendere nuovamente disponibili le risorse e le tessere tecnologia piazzate al suo interno.

Nel frattempo l’acqua calerà dalle montagne e dovrà essere incanalata in tunnel sapientemente piazzati per destinarla alle proprie dighe, e da qui trasformata in energia.

In campagna ne vedremo delle belle. A partire forse dalla fantomatica plancia 3D.

Un titolo complesso che non mancherà di stupirvi. Acquolina ne abbiamo? Join the team #unadigatiralaltra

16 ottobre – Spirit Island + nuova espansione [Greater Than Games]

Cooperativo, 1-6 giocatori | 90/120 minuti

Quando nel 2015 questo gioco approdò su Kickstarter passò quasi inosservato. Poco meno di 85.000$ raccolti. Venne spedito ai backer soltanto nel 2017 e da allora il suo mito è cresciuto tanto da rendere spasmodica l’attesa per il lancio di questa campagna per la nuova espansione.

Si tratta di un cooperativo di carte nella quale i giocatori interpretano gli spiriti ancestrali di un’isola tropicale, ognuno dotato di abilità e poteri peculiari. Minacciati dal sopraggiungere di forze conquistatrici si trovano a combattere per la propria sopravvivenza, per scacciare i miscredenti invasori. Un gioco serrato, difficile, che non mancherà di emozionare.

La barriera linguistica è molto forte, ma a mio parere stiamo parlando di uno dei migliori cooperativi presenti sul mercato.

Titolo imprescindibile per gli amanti del genere.

16 ottobre – Exploration [Auto-pubblicato]

Competitivo 1-5 giocatori | 120-150 minuti

Spazio: ultima frontiera…

Potrei citare innumerevoli opere dedicate all’esplorazione spaziale. Formati sempre diversi ma dall’indiscutibile fascino. L’uomo ha sempre bramato scoprire, viaggiare. Exploration si pone questo obiettivo e il suo autore, Damian Korus, sta per lanciare su Kickstarter questa sua opera auto pubblicata.

In Exploration i giocatori interpreteranno delle corporazioni all’alba della nuova Corsa allo spazio. Dovranno acquistare navi, raccogliere risorse, organizzare spedizioni scientifiche, sviluppare tecnologie e ovviamente sabotare gli avversari. Particolarità? Non ci sono dadi e l’abilità si esprime nell’ottimizzazione del proprio pool di carte attraverso l’acquisizione di risorse utili a perseguire il proprio obiettivo.

Un progetto affascinante ed ambizioso. Aspetto con ansia la campagna per saperne di più.

16 ottobre – Tidal Blades: Heroes of the Reef [Druid City Games]

Competitivo, 2-4 giocatori | 60/90 minuti

La Druid City Games, compagnia veterana di Kickstarter con i recenti Grimm Forest e Sorcerer City, torna sul portale per questa avventura caraibica.

I giocatori dovranno competere per aggiudicarsi l’agognato titolo di Tidal Blade, le guardie d’élite del regno delle isole. Per farlo si troveranno a competere in un grande torneo che prevede una serie di missioni da superare. Solo il più forte verrà decretato vincitore.

Il tutto si svolge in 5 giorni e 5 notti, durante le quali i partecipanti dovranno raccogliere risorse, affrontare e completare sfide e migliorare la dotazione di dadi attraverso l’acquisizione di esperienza e talenti nelle 4 caratteristiche di Focus, Spirit, Resilience e Sinergy.

La grafica è curata dalla coppia di artisti canadesi che risponde al nome di Mr. Cuddington: Lina Cossette e David Forest.

Chi segue il Dunwich Buyers Club saprà che adoro il loro stile. Uno dei loro ultimi lavori? La versione restaurata di Brass.

17 ottobre – Volfyirion [Tabula Games]

Competitivo per 2 giocatori | 30 minuti

A marzo 2018 la perugina Tabula Games lanciava su Kickstarter una sontuosa campagna kickstarter per Mysthea.

Non si trattava solo di un attraente euro-game dalla componentistica mozzafiato, bensì di una vera a propria storia. Il sito dedicato al gioco infatti, via via che la campagna si avvicinava, veniva popolato di informazioni sul background, sul lore del mondo di Mysthea.

Volfyirion è la naturale prosecuzione di questa idea. Si tratta di un gioco di carte per 2 giocatori che si localizza 6 anni prima degli eventi del suo fratello maggiore. Lo scopo? Distruggere le città del proprio avversario sfruttando al meglio l’esercito e la capacità di manipolare il Qoam.

Ma non solo. Una terza forza sarà decisiva per la vittoria: Il drago Volfyirion che può scendere in campo a sostegno di una delle due parti.

Amate i giochi 1v1? Allora fatevi un nodo al fazzoletto, perché questo è certamente un titolo da tenere d’occhio.

Le curiosità di Francesco

Sullo sfondo di un artwork di Mysthea si vedeva un drago, creatura di nessuna importanza nel gioco. Per qualche motivo i backer pensavano che la miniatura del drago sarebbe stato lo stretch goal finale di Mysthea, in realtà era solamente un elemento dello sfondo, non esisteva alcuna miniatura, peraltro fuori scala per il gioco.

Durante la campagna di Volfyrion sarà disponibile la miniatura del drago come add on e si potrà usare come soprammobile o in una partita di Mysthea.

22 ottobre – Dungeon WC [Dracomaca]

Cooperativo 1-5 giocatori | 2-5 minuti

Dario Dordoni reinterpreta a modo suo i Dungeon Crawler.

Uno degli ovvi aspetti della vita di un avventuriero (che giustamente non viene mai citato) è l’espletare i proprio bisogni fisiologici. Cosa succede se la crisi è in atto e ci si trova nella più profonda delle caverne? Si deve correre. Rapidamente.

Dungeon WC è un gioco in tempo reale in cui i partecipanti devono collegare una carta eroe alla carta gabinetto attraverso il piazzamento di carte Dungeon. Il tutto per evacuare il più velocemente possibile.

Ça va sans dire.

Il tempo è scandito da una clessidra da un minuto, a cui si può aggiungere tempo usando i tesori del dungeon.

Sapevo che prima o poi avrei dovuto parlare di un gioco che fa ca… re. Non mi sarei mai aspettato fosse in senso così letterale :D.

Siete pronti ad affrontare il Wiwic?

23 ottobre – Skulk Hollow [Thunderworks Games]

Competitivo per 2 giocatori | 30 minuti

Skulk Hollow è un gioco asimmetrico per 2 giocatori che vede un esercito, guidato dal proprio carismatico leader, affrontare una enorme bestia (aka Guardian) che minaccia il regno.

Già questo è stato sufficiente per sollevare il mio interesse. Aggiungiamoci una componentistica strepitosa (legno, non miniature) e una meccanica che prevede la gestione della mano e l’uso di punti azione in una sfida quasi scacchistica di combattimento tattico. Il giocatore alla guida della bestia dovrà affrontare le numerose forze del giocatore Foxen che a sua volta utilizzerà carte azione per muovere unità, evocare truppe e usare abilità speciali con lo scopo di portare le proprie forze a saltare nella plancia che rappresenta il gigantesco mostro e farlo a pezzi.

28 ottobre – Pax Transhumanity [Sierra Madre Games]

Competitivo 2-4 giocatori | 35 minuti/giocatore

Matt Eklund ci trasporta in un futuro nel quale l’umanità, grazie alla scienza, ha abbattuto le barriere dell’età, delle malattie e della sofferenza. Un futuro in cui la tecnologia è parte integrante del processo umano.

Il gioco è un piazzamento lavoratori che pone i giocatori in competizione per il progresso dell’umanità attraverso lo sviluppo di idee e la creazione di infrastrutture. Ogni volta che una nuova idea viene realizzata questa diventa storia dell’umanità, rendendo disponibili nuove idee e nuovi percorsi.

Finalmente un titolo che guarda al futuro non come ad un posto terribile, non come ad uno stato di disarmante decadenza post-apocalittica.

Ma sarà veramente tutto così perfetto?

30 ottobre – The Everrain [Grimlord Games]

Cooperativo 1-4 giocatori | 30-180 minuti

Il mondo sta annegando. 5 anni di piogge incessanti hanno compromesso l’equilibrio fra mare e terra. Nazioni stanno sparendo fra le onde, inghiottite in una nera oscurità.

Gli antichi dei hanno decretato che l’età degli uomini deve cessare e che è giunto il tempo per una nuova Era del Mare.

Ma gli uomini non vogliono arrendersi. I giocatori raccoglieranno una ciurma di coraggiosi, eroi che possano combattere questi spiriti e salvare il mondo.

Everrain è un gioco a scenari di esplorazione e battaglie in una contesa fra dominio e salvezza. In un potpourri di dadi, combattimenti navali, miniature sontuose, trame ingarbugliate, passione e sacrificio: ci muoviamo noi, nella speranza che questo noi sia il nostro ultimo giorno. Che questo sia il momento degli eroi!

Salva la cheerleader, salva il mondo!

Ah no, quella era un’altra cosa…

Gente, per questo mese direi che ci sono sufficienti titoli per tenere impegnate le vostre serate di studio (ed il vostro portafoglio) perciò vi saluto e vi do appuntamento alla prossima.

Buon Kickstarter a tutti.

Rispondi