Anteprima: Le strade d’inchiostro (Verso Lucca Comics And Games 2018)

Le strade d’inchiostro (Railroad Ink) è un interessante gioco di Horrible Games che Ghenos Games porterà a Lucca.

Prima di procedere, vi ricordo che questo è il XIV episodio della rubrica Verso Lucca Comics and Games 2018 e trovate gli altri a questo link.

Le strade d’inchiostro (Railroad Ink in inglese) è un gioco della nostrana Horrible Games, la casa lombarda ha allargato il proprio staff quest’anno, segno che il loro piano di conquista del mondo procede. In questo gioco di Hjalmar Hach e Lorenzo Silva, 1-6 giocatori si destreggiano, dadi alla mano, nella creazione di strade e ferrovie, il tutto in una mezz’oretta di gioco.

Se vi interessa, il DBC ne ha parlato nell’episodio 71 del loro podcast, ma ecco di cosa si tratta.

Il gioco

Nella scatola troverete plancette\lavagna, 6 pennarelli cancellabili e 8 dadi a 6 facce con dei disegni molto particolari.

La partita è divisa in round, che si giocano tutti simultaneamente: i 4 dadi del gioco base vengono lanciati e tutti i giocatori devono usarne tutti i risultati. Come? Semplicissimo, bisognerà disegnare sulla propria plancetta (una griglia quadrata 7×7) le forme indicate dai dadi: strade e ferrovie.

La plancia ha delle caselle sui bordi segnate con delle frecce, sono le uscite che dovremo interconnettere usando, appunto, strade e ferrovie.

Lunga e diritta, correva la strada…

Come vedete nell’immagine qui sotto, i giocatori cercano di sfruttare al meglio i disegni dei dadi, consapevoli che

  • Durante tutta la partita, possono essere sfruttati 3 dei simboli speciali posti nella parte alta della plancia.
  • Più uscite si uniscono, più punti si fanno (v. tabellina nella foto qui sotto).
  • La strada più lunga e la ferrovia più lunga fanno tanti punti quante caselle coinvolgono.
  • Qui non siamo a Carcassonne: fare i Nomadi sulle ferrovie e sulle strade che non portano mai a niente (scusate, non ho resistito) vale -1, quindi vi conviene chiuderne il più possibile.

Dopo 7 round, quindi al massimo dopo aver utilizzato 31 caselle su 49, la partita ha termine, si tratta quindi di un gioco molto, molto rapido e facilissimo da imparare.

Espansioni

Se tutto questo vi sembra poco, considerate che Le strade d’inchiostro esce in due “gusti” diversi, facilmente riconoscibili dalla livrea della scatola.

Le due edizioni, Blu profondo e Rosso fiammante, contengono 4 dadi speciali, oltre a quelli descritti: il gioco base è incluso in ambedue, a differenziarle sono le espansioni incluse. Giocare con queste espansioni riduce i round a 6, ci sono più dadi a disposizione.

Blu profondo:

  • Il fiume consente di usare dadi fiume per realizzare corsi d’acqua sulla vostra plancia, alla fine della partita sceglietene uno, che vi darà un numero di punti pari alla sua lunghezza e ulteriori 3 punti se connette due lati diversi della plancia.
  • Il lago consente di usare dadi lago per realizzare uno specchio d’acqua sulla vostra plancia, usare le facce con il lago e il molo consente di interconnettere strade e ferrovie via lago, inoltre se un quadrato della plancia ha 3 lati adiacenti a laghi aperti, viene immediatamente sommerso. Nuove dinamiche, molto interessanti, quindi.

E sibila il vapore e sembra quasi cosa viva…

Rosso fiammante:

  • La meteora ha un effetto distruttivo sulla nostra plancia, ci costringe a cancellare infrastrutture disegnate, ma le strade che terminano in un cratere, valgono punti a fine partita.
  • Anche la lava non è il massimo della vita. All’inizio della partita, disegnate un vulcano nel centro della vostra plancia, questo erutterà e potrete fare un lago di lava, che vale punti, ma occupa anche parecchio posto.

Non ho ancora avuto modo di giocare a Le strade d’inchiostro, ma lo acquisterò sicuramente a Lucca, lo trovate da Ghenos Games, se invece siete impossibilitati ad andare a Lucca o riportarvi scatole a casa, trovate i giochi su MagicMerchant.it: Blu profondo | Rosso fiammante

Rispondi