Game of Thrones si chiuderà con la battaglia più imponente mai vista in TV e poi, via con Star Wars

Benioff e Weiss si apprestano a chiudere Game of Thrones con una battaglia da Guinness dei primati, per poi passare a lavorare ai film di Star Wars.

Entertainment Weekly, in un interessante articolo sul finale di Game of Thrones ha rivelato alcuni aspetti della segretezza della produzione:

Il prossimo lavoro di Benioff e Weiss è scrivere un film di Star Wars e hanno ricevuto alcuni suggerimenti riguardo la segretezza da applicare alla stagione conclusiva [di Game of Thrones] da Rian Johnson, regista de Gli ultimi Jedi e Kathleen Kennedy. Weiss ha spiegato: “Ci hanno dato un sacco di suggerimenti su come mantenere la segretezza, cose a cui non avremmo mai pensato, né credevamo fossero possibili”.

Scrivo in bianco su bianco uno spoiler sull’apertura della stagione finale di Game of Thrones riportato da EW, se vi interessa saperne di più, vi basterà selezionare il testo, altrimenti non fatelo e non avrete alcuno spoiler

L’ottava stagione si apre a Winterfell con un episodio pieno di riferimenti al pilot della serie. Invece del corteo di re Robert c’è Daenerys con il suo esercito. Subito dopo vediamo un sacco di personaggi insieme, molti dei quali non si sono mai incontrati, molti hanno dei trascorsi non proprio positivi e tutti si preparano all’inevitabile invasione dell’esercito dei morti.

Rimanendo sul generico, ecco cosa spiega Bryan Cogman, co-produttore esecutivo.

Vediamo i personaggi più disparati unirsi per fronteggiare un nemico comune, fare i conti con il proprio passato e decidere che tipo di persona vogliono essere dinnanzi alla morte certa. È una stagione finale incredibilmente ricca di emozioni, agrodolce e inquietante. Credo che renda giustizia a ciò che ha in mente George, ovvero capovolgere questo tipo di storie.

La battaglia contro l’esercito del Night King sarà la cosa più epica mai vista in TV. Se la “battaglia dei bastardi” della sesta stagione, diretta da Miguel Sapochnik, ha richiesto 25 giorni di riprese, questa ha richiesto 55 giorni solo per le riprese in esterna, ma i lavori sono proseguiti in studio per settimane! Alla regia, naturalmente, c’è sempre Sapochnik e Peter “Tyrion Lannister” Dinklage ha detto che…

Fa sembrare la battaglia dei bastardi un luna park.

Naturalmente vedremo coinvolti parecchi personaggi e la cosa è rischiosa. Benioff:

Avere una battaglia campale non è molto esaltante, anzi, sembra piuttosto noioso. Parte della nostra sfida, anzi, di Miguel, è di renderla coinvolgente. Stiamo andando verso questa cosa sin dall’inizio, sono i vivi contro i morti e non si può rendere in una sequenza da 12 minuti.

Per l’occasione Winterfell è diventato un set molto più articolato, le riprese sono diventate più accurate, così come l’attenzione al trucco.

Tutto questo non fa che deporre a favore di Benioff e Weiss, che stanno per imbarcarsi in un’avventura se possibile ancora più grande: una serie di film dell’universo di Star Wars, chi meglio di loro è in grado di gestire la pressione di una produzione del genere o di curarne i dettagli?

Fonte: EW

Rispondi