DEVIR: il punto sulla casa editrice e uno sguardo al 2019

DEVIR Italia è una casa editrice nata qualche anno fa, mattoncino dopo mattoncino l’abbiamo vista crescere e cambiare. Andiamo a sentire cosa può raccontarci Pier di questa loro avventura.

Buonasera Pier e benvenuto su Geek.pizza, parliamo un po’ di come ha vissuto DEVIR questo 2018 e di quali momenti sono stati per voi importanti.

In verità i momenti importanti, così come le soddifazioni, quest’anno sono stati parecchi. Se vogliamo andare in ordine cronologico siamo stati molto contenti di quanto Caccia all’Anello sia stato apprezzato all’inizio dell’anno divenendo uno dei best seller a Febbraio.

Anche la collaborazione stretta con Queen Games è stato un traguardo importante per noi, prima con Alhambra, poi  nella seconda metà dell’anno con Luxor. Il sostegno che abbiamo ricevuto dalla community per i nostri giochi core, come gli Hero Pack e la seconda scatola di Sword & Sorcery e la nuova espansione per La Guerra dell’Anello, è stato un bellissimo riscontro di come il nostro impegno si sia concretizzato nel divertimento di tanti gruppi di giocatori.

Non meno importante è il ramo delle famiglie, tantissimi genitori hanno apprezzato il valore educativo e quello in termini di divertimento dei nostri prodotti, titoli come La scala dei fantasmi o I colori delle emozioni sono piaciuti tantissimo e ne siamo davvero orgogliosi.

A proposito dell’ultimo titolo che hai nominato, I colori delle emozioni, sappiamo che si tratta di un prodotto particolare e che vi ha regalato delle sorprese. Ti andrebbe di raccontarci qualcosa di più?

Certo, I Colori delle emozioni è stata una bellissima sorpresa. Ovviamente per volerlo pubblicare credevamo nel titolo ma non ci aspettavamo una risposta così positiva.

In quasi 2 mesi abbiamo praticamente esaurito la prima tiratura. Il lancio al Lucca C&G è andato alla grande e si sono fermati in tantissimi fra mamme, genitori, insegnanti e pedagogisti in fiera perché conoscevano il libro e quindi il valore come strumento pedagogico. Non si tratta infatti solo del gioco in quanto tale, I Colori delle emozioni è uno strumento per gli adulti per insegnare al bambino a conoscersi e a parlare delle proprie emozioni.

Una grandissima soddisfazione ce l’ha data una mamma commentando “Fantastico, questo è tema di materna quest’anno, ne porterò sicuramente una copia a scuola”.

Il gioco da tavolo sta conoscendo in Italia un’espansione senza precedenti (almeno in questo Paese), questo fattore ovviamente incide anche sull’utenza, avete percepito un’evoluzione o un mutamento nel vostro pubblico?

Allora, DEVIR Italia nasce con lo scopo di trasmettere il nostro motto, “Vivere giocando”, che vuol dire anche giochi per tutti. Siamo un’azienda molto giovane e quindi sicuramente all’inizio era difficile avere la possibilità di rivolgersi a tutti ma grazie all’impegno, ai giocatori e ai nostri partner siamo riusciti a crescere.

All’inizio siamo partiti con i core game dei nostri amici di Ares Games ma da fine 2017 in poi abbiamo raggiunto un’offerta abbastanza diversificata da accontentare tutti i palati. Questo di nuovo grazie anche alla professionalità dei nostri partner, abbiamo infatti diversi giochi Drei Magier per il segmento bambini, Queen Games ci ha fornito sicuramente degli ottimi giochi per le famiglie e continueremo certamente a sostenere i titoli di Ares Games per i giocatori più assidui ed esperti. Ovviamente abbiamo anche titoli interni di cui andiamo molto fieri. Il tutto per dire che il nostro pubblico è cresciuto, si è diversificato ed ha finito per comprendere ogni tipo di utente.

Questo anche grazie al fatto che cerchiamo di diffondere i nostri giochi anche al di fuori degli hobby store. Siamo infatti presenti anche in librerie e negozi per bambini e questo sicuramente contribuisce alla diffusione del mezzo.

Bene, vi siete posti degli obiettivi impegnativi ma sembra che i risultati non vi manchino. Ti andrebbe di svelarci qualche uscita prevista per il 2019?

Certamente, partiremo subito con un’uscita a febbraio che dovrebbe ricompensare l’attesa di molti fan della White Wizard Games, uscirà infatti Hero Realms (seguito dai suoi Character Pack). Assieme a questo abbiamo in previsione di lanciare Plenus (nome provvisorio) che all’estero è conosciuto come Noch Mal, la nostra proposta per chi ama i roll and write con un pò di interazione fra giocatori.

A Marzo è prevista l’uscita del Kennerspiel del 2018 “Die Quacksalber von Quedlinburg” (di cui sicuramente localizzeremo il nome) e su cui puntavamo molto già dallo scorso anno.

Per Aprile un altro gioco su cui puntiamo molto è Silk, che oltreoceano è stato stra-apprezzato e che ha riscosso un ottimo successo anche alla scorsa Essen, è un ottimo titolo adatto a tutti di cui faremo dei demo days, ovvero degli eventi in cui sarà possibile giocare al titolo con la possibilità di vincerne direttamente la scatola da portare a casa. Infine a Maggio un’altra attesissima uscita saranno le espansioni Gambit e Colony Wars di Star Realms.

Insomma avete in calendario tanto lavoro, vi auguriamo sicuramente il meglio ma prima un’ultima domanda. Sicuramente vi aspetteranno dei momenti impegnativi e (speriamo non molte) le fantomatiche serate in ufficio a lavorare, quale pizza vi fornirà l’energia necessaria ad affrontarle?

In realtà non ho un’unica pizza da poter nominare, anche perché ho due diverse scelte in base al periodo dell’anno. La mia pizza invernale è sicuramente salsiccia, cipolla e bufala mentre quella estiva è ancora in dubbio fra due possibilità, la prima è wurstel e peperoni, la seconda tonno e cipolla con abbondante olio piccante.

Rispondi