MIG Novità Kickstarter: Skytear

Skytear è il progetto di un gioco da tavolo tutto italiano che verrà lanciato attraverso Kickstarter, la famosa piattaforma di crowdfunding, l’1 febbraio alle ore 17.

GENERALITÀ

  • Nome: Skytear
  • Editore: PvP Geeks
  • Tipologia: Schermaglia
  • Meccaniche:
    • Sistema a punti azione
    • Controllo aree
    • Abilità asimmetriche
    • Gestione della mano
    • Draft di carte
  • Numero giocatori: 2-4
  • Tempo per partita: 30-60 minuti
  • Dipendenza dalla lingua: Media-Alta
  • Lingua: Italiana

Skytear è un gioco fondamentalmente a schermaglie che trae ispirazione dai più famosi MOBA videogames in circolazione (League of Legends, Dota, Heroes of the Storm, etc.). Ideato per partite 1v1, Skytear presenta anche una modalità adattata per poter intraprendere partite a squadre 2v2.

ASPETTI FONDAMENTALI

Durante la preparazione verrà posta la plancia di gioco sul tavolo, assieme ai vari segnalini, alle carte obiettivo e alle ondate di minion – mostriciattoli servitori che vi aiuteranno a controllare le aree di gioco e a mantenere un certo livello di pressione sull’avversario.

Eroi e Fazioni

Ogni giocatore formerà una squadra di 4 eroi che gestirà durante la partita per poter adempiere a uno degli obiettivi e provare a raggiungere, così, la vittoria. Sarà possibile adottare diverse configurazioni della propria squadra, potendo scegliere tra campioni tank, maghi, assassini e specialisti, ognuno con le proprie diversità e i propri attributi.
Inizialmente ogni eroe comincerà la partita vicino all’altare della propria squadra – il classico Nexus di League of Legends – poi, nel corso della partita, verrà mosso di esagono in esagono compiendo varie azioni.

Ogni eroe del gioco appartiene ad una determinata fazione. Il gioco prevederà 4 tipi di fazioni diverse, con abilità e caratteristiche uniche. Per ogni fazione saranno disponibili 6 eroi tra cui scegliere, per un totale di 24 eroi di base con le relative storie, capacità e miniature.

Azioni

I giocatori alterneranno i propri turni attivando uno dei loro eroi. Le azioni che possono essere compiute da ciascun eroe sono quattro:

  • Movimento;
  • Attacco: in mischia o a distanza, a seconda dell’eroe;
  • Meditazione: utilizzata per pescare nuove carte;
  • Abilità della fazione.

Ogni azione richiede un costo in “Punti Azione” – ogni eroe inizia con 3 PA il proprio turno – e sarà possibile compierle nella loro versione base o potenziata. Ad esempio, un’azione movimento normale consuma 1 PA e permettere di muovere di 3 esagoni la miniatura dell’eroe; la rispettiva versione potenziata costa 2 PA e permette di muovere fino a 5 esagoni. Ogni azione può essere fatta solo una volta; quindi, per esempio, può essere fatta una sola azione movimento, o base o potenziata.

Carte

Ogni giocatore avrà a disposizione una mazzo di carte relativo alla fazione dei propri eroi. Dopo qualche partita, sarà possibile personalizzare il proprio mazzo ricercando la miglior sinergia tra eroi e carte.

All’inizio della partita ciascun giocatore pesca 5 carte. Esse potranno essere giocate dopo ogni azione di gioco, nel tentativo di potenziare od ostacolare le azioni del giocatore di turno. Ad ogni carta giocata sarà possibile, per l’avversario, rispondere con un’altra carta. In questa sequenza di gioco si verrà a formare una pila di azioni e carte che dovranno essere svolte a partire dall’ultima giocata e procedendo fino alla prima. Ogni carta avrà un costo in mana che dovrà essere speso dall’eroe della stessa fazione.

L’altro tipo di carte presenti in gioco sono quelle relative agli obiettivi da raggiungere. All’inizio della partita verranno pescate tre carte obiettivo casuali. Il completamento di uno di questi obiettivi da parte di una delle due fazioni in gioco comporterà la vittoria della stessa fazione. La presenza di 3 obiettivi diversi implica una certa variabilità strategica anche durante lo stesso turno, assicurando una buona longevità del gioco anche a lungo termine.

Tabellone di gioco

La plancia di gioco è stretta e formata da 3 aree principali: 2 corsie laterali e un’area centrale. Nelle corsie laterali sarà importante gestire il “push” dei minion, ossia la spinta dei propri mostri servitori, mettendo pressione all’avversario nel tentativo di danneggiare i 2 templi nemici, ultimi baluardi prima della caduta definitiva. Nella zona centrale, invece, sarà necessario lottare per ottenere il controllo dell’Outsider, un mostro epico che, una volta controllato, consentirà di ottenere un grande aiuto nella corsa per la vittoria.

LINK UTILI

Ci sono tutti i presupposti per un ottimo gioco a tema MOBA. Vi lascio qui di seguito i link che potranno esservi utili:

Rispondi