Star Trek Discovery: il cast commenta il finale della seconda stagione

I protagonisti di ‘Star Trek: Discovery’ lodano il coraggio degli autori e non vedono l’ora di iniziare a raccontare le loro storie, liberi dai paletti del canon.

Il finale della seconda stagione di Star Trek: Discovery ha lasciato il pubblico con molte domande sul futuro della serie, avviatasi a cambiare totalmente pelle (basti pensare che non sarà più classificabile come un prequel).

Ma i fan non sono gli unici a porsi delle domande, perché anche il cast non ha idea di cosa succederà d’ora in poi!

Ben oltre The Next Generation, Deep Space Nine e Voyager 

In una nuova clip promozionale della serie Attimi di Discovery (trovate le precedenti sul canale YouTube di Tg Trek), Sonequa Martin-Green, Doug Jones, Anthony Rapp, Wilson Cruz e Mary Wiseman, hanno commentato le possibili implicazioni del season finale, ponendosi domande davvero legittime:

Per noi, poter saltare oltre The Next Generation, Deep Space Nine, Voyager, è come… ahhh, finalmente si respira, perché non dobbiamo più preoccuparci di regole e paletti: possiamo essere creativi senza incorrere in conseguenze… la lavagna è pulita, abbiamo il gesso in mano ed ora tutto può accadere.

Doug Jones

Penso che questo conceda agli autori, ai designer, a tutta la squadra, la libertà di creare veramente qualcosa di nuovo: vedremo alcune delle razze aliene famose, che non abbiamo ancora visto? O incontreremo alieni totalmente inediti? In che stato versa la Federazione, e che ne è stato della Flotta Stellare?

Anthony Rapp

Ora può accadere di tutto: cosa c’è nel futuro che ci attende?

Sonequa Martin-Green

Che tipo di tecnologia troveremo? In quale scenario finiremo?

Mary Wiseman

Attimi di Discovery: Andando coraggiosamente avanti

***

Per restare aggiornato sull’universo di Star Trek segui www.TGTREK.com

Rispondi