Cryptid: alla ricerca della creatura misteriosa sul nostro tavolo

Oggi si parla di Cryptid, il gioco deduttivo di Playagame che tanto ha fatto parlare di sé da Play in avanti.

Quando sentii per la prima volta parlare di Cryptid, non riuscii a capire se l’Hype che si stava generando intorno a questo gioco fosse giustificato o meno. Dopo aver preso il gioco tra le mani, e dopo averci fatto diverse partite, posso dire che Osprey Games (e Playagame che lo ha localizzato) hanno tirato fuori davvero un bel prodotto. Andiamolo ad esaminare insieme:

Nella prima partita vi farete prendere la mano e metterete cubetti ovunque, poi imparerete a giocare.

Cryptid è un deduttivo di  Hal Duncan e Ruth Veevers con le illustrazioni di Kwanchai Moriya per 3-5 giocatori (regolamento per 2 scaricabile dal sito dell’editore), dalla durata di 30-50 minuti circa a partita. Si presta perfettamente sia ad un ambiente familiare (10+), sia ad uno più “esigente”, in quanto il gioco ci fornisce un mazzo di ben 54 carte, con altrettante configurazioni per le nostre ricerche, in due livelli di difficoltà. Non siate spavaldi, prima di passare alla difficile, fate più partite con la difficoltà standard, in modo da padroneggiare perfettamente il gioco, ed evitare poi figuracce.

Preparazione

La preparazione del gioco è rapidissima, si pesca dal mazzo una carta, e su di essa ci sono tutte le informazioni del caso. Da un lato, ci mostra in maniera molto chiara come assemblare i 6 pezzi della plancia per preparare il terreno di gioco. Dall’altro, a seconda del numero di giocatori al tavolo, ci darà dalle 5 schede indizio un’informazione segreta a testa, dalla quale iniziare le nostre ricerche sulla tana della bestia.

Oltre all’indizio, ogni giocatore avrà dei segnalini del colore preferisce. Riceverà dei dischi, e dei cubetti. Ricordate bene: Disco, esagono plausibile. Cubetto, esagono non plausibile. Date informazioni correttamente e cercate di carpirne dagli altri più possibile, In ogni schema l’esagono giusto è uno solo, e il primo che lo trova vince, ma andiamo a spiegare nel dettaglio come funziona.

La partita

Ogni giocatore legge segretamente il proprio indizio, ad esempio potremo scoprire che la creatura “Si trova su un lago o su una foresta” o magari “Entro un esagono da un deserto”.

Inizialmente ogni giocatore piazza un cubetto per indicare un esagono della mappa che NON può contenere la creatura, secondo il proprio indizio. Completato un giro, si posiziona un altro cubetto a testa e la partita può avere inizio.

La tana può trovarsi qui?

Procedendo in senso orario, al proprio turno, ogni giocatore potrà fare solo una di queste due cose:

  • Chiedere ad un altro giocatore (un nostro collega cripto-zoologo) se la creatura potrebbe essere su un determinato esagono, piazzandovi l’apposito pedone ed indicando il giocatore interpellato.

Elliot, la tana della creatura può trovarsi qui?

Il giocatore interpellato piazzerà un disco del suo colore se, secondo il suo indizio, la tana potrebbe essere effettivamente lì. Altrimenti, piazzerà un cubetto.

  • Posizionare in un esagono un proprio disco, ed avviare in quell’esagono la propria azione di ricerca della tana della creatura. Tutti gli altri giocatori, in senso orario, in base al loro indizio, posizioneranno a loro volta un disco o un cubetto sull’esagono. Non appena viene piazzato un cubetto, la ricerca ha termine (la tana non può trovarsi lì), ma se nessuno posiziona un cubetto, significa che la tana della creatura è lì, avete trovato il Cryptid! Il giocatore che ha avviato la ricerca è il vincitore, è il più grande cripto zoologo al tavolo.

Attenzione, però, ogni volta che si costringe un altro giocatore a piazzare un cubetto con una delle nostre azioni, occorre piazzarne pure uno dei nostri per escludere un altro esagono, e ricambiare così l’informazione appena ricevuta, sparare a caso è molto controproducente!

Precisazione: alcuni hanno trovato ambigua la frase nel regolamento relativa alla ricerca, trovate il PDF aggiornato sul sito di Playagame, ma intanto ecco la precisazione: se desiderate effettuare una ricerca in un esagono che contiene un vostro disco, potete farlo, ma dovrete aggiungere un disco in un altro esagono, diverso da quello in cui volete effettuare la ricerca, ma consistente con il vostro indizio.

Qualcuno era a un passo dalla vittoria, ma poi…

Conclusioni

Essendo un amante del gioco astratto, ho trovato molto di mio gusto la semplicità delle regole, e la chiarezza delle informazioni di Cryptid, a fronte di una buona profondità di gioco e di ragionamento. Il gioco scala perfettamente da 3, a 4, a 5 giocatori, ritarandosi da solo, dando informazioni per le ricerche più o meno dettagliate. Esiste anche una ufficiale variante per 2 giocatori, ma mi è sembrata abbastanza “forzata”, e personalmente non la consiglio. Snatura in parte quello che è un gioco davvero bello ed appassionante. Più volte è capitato di giocare 2 o più partite di fila a Cryptid. Se come me trovate un gruppo di gioco adatto e agguerrito, potrete gustarvi Cryptid in tutto il suo valore.

Ah, e se dopo aver giocato più o più volte il mazzo di Cryptid, avete bisogno di nuove missioni da affrontare, la casa editrice vi offre dal loro sito un Generatore di mappe online, in modo da rendere la rigiocabilità tendente quasi all’infinito. E se proprio non ve la cavate con questo tipo di giochi, su BGG anche un foglio per prendere appunti e annotare informazioni, per magari districarvi nelle ricerche.

Due note finali su Cryptid di Francesco:

1) L’edizione italiana di Playagame è stata migliorata rispetto a quella originale: 4 cubetti in più a testa (dopo un po’ non vi serviranno più ma, fidatevi, nelle prime partite vi torneranno molto utili) e colori migliorati, dato che in origine due di essi erano molto simili e in condizioni di scarsa illuminazione o problemi di daltonia risultavano praticamente identici. In taluni casi le edizioni italiane sono poco curate, questo decisamente non è il caso.

2) Tobago non c’entra nulla con Cryptid, è un gioco completamente diverso. Non è deduttivo: siamo noi a creare gli indizi che portano all’esagono del tesoro, non c’è alcuna deduzione da fare. In Cryptid non c’è movimento dei giocatori, non c’è press your luck, ci sono solo i cubetti e una mappa a esagoni. Anche in Terra Mystica ci sono cubetti ed esagoni e nessuno l’ha mai paragonato a Tobago.

Questo è quanto. Buon divertimento, e in bocca al lupo con le ricerche! Se cercate cercando dei giochi da tavolo, li trovate entro un esagono da MagicMerchant.it

Rispondi