Recensione – Abra Kazam!

Nel tredicesimo episodio della rubrica Verso Lucca Comics and Games 2019 vi portiamo in una scuola di magia. Mi raccomando, il movimento di polso è tutto in Abra Kazam! ma prima, ecco gli altri episodi della rubrica.

Prestate attenzione tutti a me…

Signore e Signori, siamo lieti di presentarvi Abra Kazam! La scuola di magia più divertente e irriverente di tutto il panorama ludico!

Abbiamo avuto la fortuna di provare questo fighissimo party-game della Buzzy Games, localizzato in Italia da MS Edizioni, in anteprima grazie a MagicMerchant.it, e con un gruppo di amici, ci siamo immedesimati come apprendisti giovani maghi, in quello che secondo noi può essere classificato come l’erede naturale di Vudù.

Il gioco non ha deluso le aspettative, Abra Kazam! è un gioco molto innovativo, dinamico, semplice e veloce, e adatto ad un pubblico di qualsiasi età (la scatola dice 7-99 anni, per farvi capire), e a gruppi di gioco più o meno numerosi (3-8 giocatori), ovviamente però per questo tipo di giochi, più si è, meglio è.

Il gioco viene venduto in una scatola compatta ed elegante, foderata all’interno con un velluto rosso brillante, ed è ben organizzato anche il materiale all’interno, che ora andremo a vedere.

Pur trattandosi di un party-game, la componentistica è davvero ben curata. La prima cosa che salta all’occhio è la bacchetta magica, in legno, molto carina, alloggiata a lato del regolamento, chiaro nei contenuti e ben illustrato, e dei due mazzi da 48 carte, uno grande e uno piccolo, che raffigurano gli incantesimi, punto nevralgico del gioco.

I mazzi degli incantesimi sono suddivisi in 4 colori: due per maghi in erba (blu e verde), uno di media difficoltà (viola), e uno con incantesimi molto potenti, per maghi più esperti (rosso). Ogni volta dovrete scegliere due dei quattro colori, per formare il grimorio della partita che state per cominciare. Magari nelle vostre prime partite, per prendere dimestichezza col gioco, evitate di mettere il rosso, lo aggiungerete più avanti.

Abbiamo molto apprezzato questa diversificazione, per dare varietà e longevità. Ma andiamo a vedere come si gioca. Abbiamo scelto i colori, preparato i mazzi, e ora?

Ci si mette tutti in piedi da un lato del tavolo. Si prende il mazzo più grande, e si dispongono tutti gli incantesimi a faccia in su, in una griglia orientata verso i giocatori. Si mescola il mazzo piccolo, e si mette a faccia in giù, dall’altro lato del tavolo rispetto ai giocatori. Il primo mago a cimentarsi negli incantesimi sarà chi ha letto più recentemente un libro sui maghi, e gli si viene affidata la bacchetta. Dopo essersi posizionato di fronte agli altri giocatori, il prescelto pescherà, dal mazzo piccolo, una carta incantesimo, esclamerà “Abra Kazam!“, e ne disegnerà in aria la forma. Il più veloce tra gli avversari ad indovinare, indicare e pronunciare il nome corretto dell’incantesimo in questione, si aggiudicherà il punto, ed il posto “sulla cattedra”. Il mago uscente, si terrà la carta piccola come punto, e tornerà tra gli apprendisti. Il nuovo mago però subirà gli effetti dell’incantesimo appena indovinato girando la carta grande corrispondente al centro del tavolo… e gli effetti saranno tutt’altro che piacevoli!

Si continua così per una serie di esilaranti incantesimi, fino a quando sul tavolo non rimarranno 10 carte grandi. Chi avrà collezionato più carte incantesimo (sia piccole che grandi), nel suo libro degli incantesimi, sarà il vincitore, e verrà nominato grande Mago della serata!!

Abra Kazam! è un gioco facile che riesce a far tornare bambini tutti i partecipanti, si spiega molto velocemente e basta muovere la bacchetta per la prima volta per capire che la serata prenderà una piega divertente e piacevole!

Non abbiamo mai riscontrato problematiche di assegnazione della carta incantesimo di turno, anche se consigliamo di toccarla fisicamente piuttosto che indicarla, in modo da togliere eventuali dubbi sulla sua attribuzione. Se dobbiamo trovare un punto dolente, che non riguarda le meccaniche del gioco del gioco ma la sua ergonomia, potrebbe essere il non avere un tavolino adatto: con dei tavoli lunghi far stare tutti i partecipanti alla stessa distanza dal centro del gioco diventa un po’ complicato.

Consigliamo Abra Kazam! a tutti quelli che vogliono un party game in più nella loro libreria, a chi vuole un gioco per alzarsi un attimo dal tavolo per digerire un bel cinghiale di qualche ora e, perché no, a tutti coloro che la magia ha fatto sempre impazzire e una bacchetta tra le mani li fa un po’ sognare.

Trovate Abra Kazam! su MagicMerchant.it

Ah, è Abra Kazam, non Habra Kasam!

Rispondi