Calendario dell’avvento – 17 – Oggi abbiamo riso con lo Chef Ludico

Oggi abbiamo interpellato lo Chef Ludico per farvi regalare una ricetta per queste feste e, ovviamente, il consiglio culinario si abbina a un consiglio ludico.

Per scoprire le altre caselline del nostro calendario, vi basta un clic. Per scoprire una ricetta che mi ha messo l’acquolina in bocca, vi basterà proseguire la lettura!


Il Natale si avvicina ed in questi giorni di festa non c’è niente di meglio che ritrovarsi in compagnia della propria famiglia o degli amici per riunirsi intorno ad un tavolo, mangiare qualcosa di sfizioso e poi giocare insieme.

Ed ecco che Lo Chef Ludico si prodiga per voi, consigliandovi un piatto invernale perfetto per le feste, ed un family game veloce e divertente adatto proprio a tutti.

Il piatto in questione è un risotto realizzato con gorgonzola piccante, radicchio trevigiano e pera caramellata.

Per prima cosa vanno preparati tutti gli ingredienti, per 4 persone consiglio 350/400 gr. di riso Carnaroli, 200 gr. di Gorgonzola, un paio di coste di radicchio trevigiano tagliato a julienne, una pera e un paio di cucchiai di zucchero per caramellare, 1 scalogno, 50 gr. di burro, mezzo bicchiere di vino bianco secco e del brodo vegetale preparato precedentemente.

Per la preparazione fate sciogliere il burro in una casseruola alta, fate appassire lo scalogno nel burro a fiamma bassa, aggiungete il riso e fatelo tostare per un minuto aumentando la fiamma, aggiungere il vino bianco e fate sfumare, quando sarà evaporato iniziate ad aggiungere brodo caldo per la cottura e portatelo ad ebollizione, così per circa 13/14 minuti, ricordatevi sempre di assaggiare e regolare di sale e pepe.

A ¾ di cottura aggiungete il radicchio e poi a fine cottura il gorgonzola che andrà mantecato fuori dalla fiamma per rendere il risotto cremoso.

Servire all’onda e guarnire con alcuni pezzetti di pera che avrete precedentemente caramellato.

È un piatto pieno di contrasti interessanti, dolce, amaro e piccante.

Ma a che gioco possiamo abbinare dopo aver degustato questo piatto?

Bhe sicuramente qualcosa da giocare velocemente insieme a tutta la famiglia, e lo Chef Ludico vi consiglia una delle ultime uscite del 2019.

Wacky Races il gioco da tavolo, un gioco di corse ispirato ai cartoni animati di Hanna e Barbera,  protagonisti dei fantomatici piloti con delle strampalate vetture ricche di marchingegni.

E come non ricordare Dick Dastardly ed il suo fidato braccio destro e compagno di nefandezze Muttly.

Accidenti, doppio accidenti, triplooo!!!

Il gioco è per 2-6 persone, da 8 anni in su ed una media partita di circa 30/45 minuti, edito da CMON e realizzato da Andrea Chiarvesio e Fabio Tola, per cui orgogliosamente tutto italiano.

Le vetture utilizzate sono 11 e nella versione Deluxe del gioco sono tutte perfettamente dipinte e molto ben dettagliate, con carte personalizzate per ogni personaggio.

Il regolamento è molto semplice ed è realizzato in modo tale da poter fare giocare veramente tutti, la corsa si svolge su un tracciato con delle tessere terreno di quattro tipologie, deserto, fattoria, prateria e foresta, più alcune tessere speciali che nella seconda parte del tracciato possono cambiarne le caratteristiche.

Nel proprio turno ogni giocatore DEVE scartare almeno una carta dalla mano per muoversi sul tracciato, le carte rappresentano i tipi di terreno, la prima carta scartata fa muovere la vettura sul percorso di una casella a prescindere dal tipo di terreno sulla carta, ma in seguito è necessario giocare carte dalla mano che rappresentano il terreno dove il pilota è attualmente collocato.

Alla fine del turno ogni giocatore pesca tante carte fino a tornare al limite di 3 poi sarà il turno di Dick Dastardly che con la 00 si muoverà nel tracciato a seconda dell’ultima carta terreno giocata e nel caso che passi in testa a tutto il gruppo lascerà sulla tessera percorso una della sue trappole.

Dopodiché se giocate in meno di 6 giocatori, sarà il turno dei piloti gestiti direttamente dal gioco e fate attenzione perché possono vincere tranquillamente.

C’è anche una modalità campionato divisa in 4 stagioni ed ognuna con specifiche caratteristiche.

Personalmente ho trovato questo gioco gustoso, nella sua semplicità ti fa rivivere le emozioni del cartone animato e ti strappa dei sorrisi, che sono proprio la bellezza di un gioco da fare in compagnia.

Il gioco è come il cibo, va saputo assaporare per poterselo gustare, ma soprattutto deve divertire, altrimenti che gioco sarebbe?

Lo Chef Ludico

Rispondi