Sapori in gioco: Little Town

Insieme allo Chef andiamo alla scoperta di questo piccolo grande gioco edito da Mancalamaro: Little Town!!!

Ideato da Shun e Aya Taguchi e con le grafiche deliziose di Sabrina Miramon, andiamo a vedere questa piccola cittadina, che dal nulla faremo crescere e prosperare con i nostri lavoratori.

Si perché Little Town è un vero e proprio gestionale di piazzamento tessere e lavoratori con una durata veramente molto contenuta: da 2 a 4 giocatori dovranno costruire edifici attraverso l’utilizzo dei propri lavoratori, al fine di produrre nuove risorse rispetto a quelle che si trovano sul tabellone, creando combinazioni di scambio molto interessanti e divertenti che vi porteranno a realizzare punti vittoria.

Con una componentistica superba, tempi contenuti, grafica pucciosissima e l’incredibile semplicità del regolamento, questo gioco è destinato a diventare un vero gioiello da possedere nella propria collezione ludica!

Vediamo insieme come si presenta.

Il tabellone di gioco è fronte-retro, in modo da avere sempre la possibilità di giocare partite diverse, e all’interno è diviso in sezioni quadrate dove potrete costruire i vostri edifici. Come dicevo trovate anche delle risorse base che sono rappresentate da Pietra (montagne), Legno (boschi) e Acqua (laghi).

Ci sono 29 tessere edificio ma quelle disponibili nel tabellone sono sempre 12, per cui non giocherete mai una partita uguale all’altra, in più 5 tessere Grano disponibili fin da subito per ottenere un’importante risorsa, il Cibo.

I vostri lavoratori sono degli omettini colorati molto carini e diversi dai soliti meeple, così come le casette di legno che andrete a piazzare sopra gli edifici che costruite.

La partita si divide in quattro round di gioco dove sarà possibile ottimizzare i vostri lavoratori per:

  • costruire un edificio (piazzando un lavoratore nel cantiere)
  • ricevere risorse (piazzando un lavoratore  e ottenendo le risorse delle otto caselle adiacenti)
  • utilizzare gli edifici (gratuitamente se voi siete il proprietario, o pagando 1 moneta all’avversario)

Per dare più spessore al gioco, con la possibilità di ottenere maggiori possibilità di fare punti vittoria, ad ogni giocatore vengono assegnate delle carte Obiettivo personali.

In qualsiasi momento, come azione gratuita, è possibile scambiare 3 monete per una risorsa a propria scelta; tenete sempre in considerazione che a fine turno dovete dar da mangiare ai vostri lavoratori, attraverso l’utilizzo del Grano e dell’Acqua.

Per ogni lavoratore che non sfamate, perdete 3 punti vittoria… per cui occhio!

E visto che di cibo si parla, sarà il caso di passare subito alla nuova ricetta abbinata al gioco: una ricetta estiva molto povera dei nostri nonni, ma che per me rimane sempre un capolavoro di gusto!



La Panzanella

  • 400 gr. di pane raffermo
  • 400 gr. di pomodori maturi
  • 1 cipolla rossa di Tropea
  • Basilico q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • olio extra vergine di oliva q.b.
  • Aceto di vino

Prendete il pane e lasciatelo in ammollo con dell’acqua fino a che non si sarà ammorbidito.

Tagliate a fette sia la cipolla che il pomodoro, poi metteteli in un terrina e conditeli aggiungendo il basilico.

Strizzate il pane per eliminare tutta l’acqua dal suo interno e sgranatelo con le mani, aggiungete i pomodori e le cipolle che avevate preparato e condito.

Amalgamate il tutto.

Assaggiate ed aggiustate di sale e pepe, aggiungendo l’olio evo e l’aceto.

Poi mettete in frigo perché questo piatto va mangiato assolutamente fresco.

Potete (a vostro piacimento) aggiungere anche del cetriolo, insalatina (poca) e del mais, anche se per me la versione classica (pomodoro e cipolla) è sempre la migliore, semplice ma gustosissima!

Dopo questa “magnata” sfiziosa non vi resta che farvi una bella giocata a Little Town! E, se non lo avete ancora preso, andate di corsa da Magicmerchant.it e dite che vi manda Lo Chef!

Se l’articolo ti è piaciuto e vuoi restare sempre aggiornato

Iscriviti alla nostra NewsGeek settimanale!

Rispondi