WLOG – WWII Commander: Battle of the Bulge

Un nuovo wargame su una delle più grandi battaglie della Seconda guerra mondiale. Ma decisamente diverso da quelli che l’hanno preceduto…

Ardenne, Belgio, Dicembre 1944. Con la guerra ormai quasi alla fine, l’Alto Comando tedesco tenta un ultimo, disperato azzardo: un attacco di sorpresa contro le linee alleate in un settore ritenuto periferico, con lo scopo di raggiungere i porti dell’Europa liberata e tagliare le linee di rifornimento. Ma prima le forze dell’Asse devono fare i conti con la tenace difesa delle truppe americane che, riorganizzate dopo lo shock iniziale, pianificano un devastante contrattacco per porre fine alla minaccia nazista una volta per tutte.

Storicamente, la cosiddetta “Battle of the Bulge” rappresenta uno degli episodi più interessanti del secondo conflitto mondiale. Mezzi corazzati pesanti all’assalto tormentati da continui problemi di rifornimento, terreni ghiacciati e fitte foreste, eroiche difese da parte delle migliori truppe alleate, condizioni meteo mutevoli con supporto aereo intermittente e perfino l’azione di forze speciali impegnate in missioni di infiltrazione e disturbo. Gli ingredienti perfetti per una lunga serie di wargame che hanno sfruttato l’andamento dinamico e imprevedibile della campagna, caratterizzata da drammatiche avanzate e continui capovolgimenti di fronte.

L’ultimo di questi titoli è anche il primo di una nuova serie, WWII Commander, che dagli schermi di tablet e computer fa il grande passo verso il mondo del gioco da tavolo analogico. Il suo obiettivo è fornire agli appassionati un gioco accessibile a tutti, anche a chi è completamente digiuno di wargame e affini, ma comunque ricco di dettagli storici. Al timone di questo primo progetto un veterano del game design, John H. Butterfield, autore molto noto tra gli amanti del genere e con diversi titoli di grande successo alle spalle: sarà riuscito nel suo intento?

Scopriamolo in questo nuova puntata di WLOG!

Rispondi