Verso Play 2022 – Oliphante

Verso Play 2022 – Oliphante

Si comincia! La strada verso Play è lastricata di buoni giochi e nel primo episodio troviamo quelli di Oliphante

Quando inizio a ricevere le risposte alle mie mail per “Verso Play” sono sempre molto felice di leggere le risposte di Gianfranco Fioretta, uno dei nomi più importanti del mondo del gioco da tavolo italiano.

Purtroppo la situazione è molto volatile, quindi abbiamo chiesto a ogni casa editrice di stimare quanto sia verosimile che ogni gioco sia presente. Quindi…

Tea, Scones and Arsenic

Autore: Pascal Boucher | Artista: Pascal Boucher | Giocatori: 1-6 | Durata: 15-30 | Età: 7+

Siete membri di un’antica famiglia aristocratica inglese, un vostro zio d’America ha pensato bene di lasciarvi la sua immensa fortuna in eredità. Per festeggiare vi siete riuniti per un tè con dei biscotti, degli scone per la precisione.
Ottima idea, non fosse che, a causa della cupidigia degli eredi che vorrebbero aumentare la propria eredità, alcuni di questi scone sono aromatizzati… all’arsenico!
Riuscirete a sopravvivere?

Tea, Scones and Arsenic

Nel vostro turno dovrete prendere uno degli scone al centro del tavolo, osservarlo segretamente e decidere se tenerlo o se rimetterlo al suo posto (eventualmente mescolando gli scone sul tavol). Attenzione, però, rimettere uno scone sul tavolo costa una zolletta di zucchero e ne avete solamente tre. La partita finisce all’esaurimento degli scone sul tavolo o… degli eredi. Sì, perché la vostra resistenza all’arsenico è limitata, qui si parla di eliminazione in modo serio. Nel primo caso vince chi ha ingerito meno veleno, nel secondo caso vince l’unica persona rimasta in vita.

Un po’ di push your luck, un po’ di bluff e un paio di regolette che non sono stato a spiegare nel dettaglio rendono questo gioco alle compagnie in cerca di un gioco rapido e con una certa dose di cattiveria. Una versione compatta e più controllabile di In alto i calici, direi.

Moodboard

Autori: Spartaco Albertarelli, Stefano Mirti | Giocatori: 4-7 | Durata: 30-120 | Età: 14+

Ho avuto modo di provare Moodboard poco prima che uscisse ed è un gioco davvero molto particolare, molto interessante ma decisamente non per chiunque.

Vestirete i panni di agenzie pubblicitarie e dovrete soddisfare le richieste dei clienti usando creatività e le carte sul tavolo, che ritraggono le più disparate immagini. La richiesta dell’agenzia potrebbe essere: Cerimonia d’apertura per i giochi olimpici invernali: Maracaibo 2034, concept d’insieme?

Innanzi tutto bisognerebbe capire cos’è il concept d’insieme e qui ci viene in soccorso il glossario in fondo al regolamento (glossario che non sempre aiuta, per sincerità), una volta capito che dobbiamo proporre un’idea generale da cui partire per un progetto, cercheremo di elaborare un pensiero che si articola tramite le carte immagine che sono sul tavolo. Un cartello stradale, un motivo astratto, delle fette di cipolla, delle mongolfiere, una tazzina di caffè… Moodboard è un gioco da vedere, le parole non sono sufficienti. Si tratta di un gioco davvero molto particolare e si rivolge, secondo me, a un pubblico ben specifico. Se pensate vi possa piacere, cercate di provarlo, l’idea di fondo è geniale.

Vektorace

Autori: Spartaco Albertarelli, Davide Ghelfi | Artista: Davide Ghelfi | Giocatori: 2-4 | Durata: 30-120 | Età: 12+

Tornano a sfrecciare le Formula 8 nella seconda edizione di Vektorace: gioco di Spartaco Albertarelli e Davide Ghelfi di corse automobilistiche a tracciato libero, senza un tabellone con circuito stampato ma con tracciati “aperti” le cui curve sono determinate da specifici token piazzati a piacere sul tavolo.

Il movimento è basato su quello che gli autori hanno battezzato Octagon System, dei vettori che rappresentano l’ipotetica marcia in cui viaggia il nostro bolide di carta e, dunque, la sua velocità e capacità di manovra. Le macchinine F8 e le estremità dei vettori sono degli ottagoni, la bravura del pilota starà nel scegliere opportunatamente quale vettore utilizzare e come posizionarlo sul tavolo.

Tante le novità introdotte a partire dal fatto che 6 delle 8 macchinine dentro la scatola saranno già premontate. Come regole, troviamo la partenza lanciata in posizione arretrata rispetto alla linea di arrivo e la griglia “libera” che permetterà di scegliere a ogni giocatore come posizionarsi dietro a chi lo precede.

Viene introdotto il sistema di scia con cui potremo avvicinarci a chi sta davanti attaccandoci al suo retrotreno seppur senza attaccare. Interessante lo “scarto laterale” che al costo di un punto gomma ci fa piazzare il vettore lateralmente alla F8 (mossa vietata nella prima edizione) per possibilità di manovra aumentate. Potremo rientrare ai box con lo “Splash and Go” a velocità superiori della seconda marcia ma prendendo meno punti gomma / nitro. Dichiarando “Box-Box”, inoltre, saremo salvi da attacchi ma con l’obbligo, appunto, di rientrare ai box.

Introdotta anche la possibilità di ritardare la propria azione nei casi eccezionali in cui una F8 che debba muovere dopo di noi ostruisca il passaggio.

Introdotta la modalità avanzata con l’uso di gettoni “Super Power” che ci forniranno temporanee capacità eccezionali altrimenti impossibili.

[Testo: Fabrizio Grugnaletti]

Nota per i possessori della prima edizione di Vektorace, potrete trovare (in quantità limitata) la scuderia F8, che integra il contenuto della scatola che già possedete: non sarete costretti a comprare tutta la nuova scatola. Una attenzione che Spartaco e Oliphante avevano già avuto nel 2015 quando uscirono le schede nuove per Kaleidos e che ho sempre trovato davvero degna di nota. Bravi!

Drago Rosso

Autore: Alex Randolph | Artista: Wanjin Gill | Giocatori: 2-6 | Durata: 30 | Età: 14+

Il ritorno di un gioco di Alex Randolph del 1989, l’immagine non è ancora definitiva e la presenza in fiera non è certa (Avete notato la pizza incompleta sulla sinistra?). Un gioco di push your luck particolare, dove avanzerete finché vorrete sfidare la sorte, dopodiché le altre persone al tavolo potranno decidere se lasciarvi portare a casa il bottino o “comprare” il vostro turno e continuare ad avanzare, in cerca di maggior fortuna…

Decisamente non è un gioco per me, ma la meccanica del pagare chi è di turno per continuare ad avanzare al suo posto è indubbiamente interessante e consente di tenere alta l’attenzione attorno al tavolo.


Chiudiamo con una segnalazione sempre a tema Alex Randolph, nell’ambito di Alex100, iniziativa per celebrare i 100 anni dalla nascita dell’autore.

Unicopli pubblicherà con uscita certa per Play la biografia di Alex Randolph scritta da Cosimo Cardellicchio. Il libro contiene anche una ludografia aggiornata a cura di Giuseppe Baggio e un archivio fotografico in buona parte inedito. Per gli appassionati del “dietro le quinte” del mondo ludico, sarà una lettura sicuramente interessante.


In attesa di Play, vi consigliamo di saccheggiare MagicMerchant.it

Commento all'articolo