Fever Games: il punto sulla casa editrice e uno sguardo al 2019

Anche oggi vi parliamo di una casa editrice, abbiamo chiesto a Elena di Fever Games di tirare le somme sul 2018 e dare sguardo al 2019.

Ciao Elena, benvenuta su Geek.pizza. Raccontaci un po’ che anno è stato per Fever Games.

Ciao Francesco! Grazie per avermi concesso questa intervista (brrr….é la prima!). Questo 2018 è stato abbastanza intenso, la Fever ha avuto non una ma ben due new entry: un nuovo socio (Dario) e una piccola peste bavosa (Antonio)! Siamo anche riusciti a fare due ottime localizzazioni (Architetti del regno occidentale e Welcome to), ma purtroppo abbiamo avuto poco tempo per portare avanti giochi inediti, forse questo é l’unico rimpianto di questo anno passato.

Che effetto fa avere nel catalogo il roll and write più quotato su Boardgamegeek.com? Vedremo anche le espansioni?

La prima volta che Emanuele mi ha parlato di Welcome To non gli ho prestato molta attenzione (causa piccola peste bavosa), ma una volta provato ho capito che aveva scovato un vero gioiello! Trovarlo primo tra i roll & write non mi stupisce affatto, Benoit Turpin è riuscito a creare un gioco accessibile a tutti, giocatori e neofiti, e Alain Balay ha curato alla perfezione ogni minimo dettaglio. Per quanto riguarda le espansioni, ci stiamo già lavorando e ti anticipo per il 2019 Blue Cocker avrà in serbo altre novità…

Nota: vi siete persi il nostro Spacciagiochi su Welcome To, il mio gioco preferito di quest’estate? Eccolo!

Uno dei grandi successi di Lucca C&G è Architetti del regno occidentale. Ci parli del futuro di questo trittico?

Architetti è il primo di una trilogia (la trilogia del Regno Occidentale) della Garphill Games, il primo capitolo ci vede impegnati nella costruzione della nostra città e del suo simbolo, la Cattedrale. Nel secondo capitolo, del quale uscirà la campagna Kickstarter tra marzo e aprile, con possibilità di fare il pledge in italiano, saremo invece chiamati a combattere e convertire gli invasori. Ad ogni turno i giocatori selezioneranno il tipo di lavoratore da utilizzare per effettuare le azioni presenti sulla propria plancia giocatore, per il momento non posso anticiparti altro, ma stiamo pensando di rendere disponibile il regolamento ita durante la campagna. Per quanto riguarda il terzo capitolo… siamo ancora in attesa di scoprire cosa avrà in serbo per noi Shem Philips!

Nota: vi siete persi il nostro Spacciagiochi su Architetti del regno occidentale, a mio avviso una delle più interessanti uscite di Lucca? Eccolo!

Dove è diretto il vostro aeroplanino giallo? Cosa c’è nel vostro futuro?

Nel futuro più immediato avremo le novità di cui ti ho parlato poco fa e il ritorno di un nostro grande classico, un nuovo capitolo di Boss Monster: L’Alba dei Miniboss. I Boss stavolta ritorneranno più cattivi che mai e saranno affiancati dai loro fedeli Miniboss che potranno essere assoldati e posizionati in una stanza qualsiasi del proprio dungeon per aumentarne la letalità. Anche questa scatola, come Boss Monster 2, è uno standalone, ma è compatibile sia con le altre scatole base, sia con pe espansioni uscite finora. A grande richiesta, avremo poi la terza ristampa di Boss Monster: Costruisci il tuo Dungeon.

Se tutto ciò non bastasse, stiamo anche discutendo circa la localizzazione di un progetto molto ambizioso, ma non posso anticiparti altro, speriamo solo sia pronto per il LC&G 19. Diciamo che già così il nostro anno sarà abbastanza pieno (considerando che siamo ancora una piccola casa editrice) ma abbiamo anche in programma di lavorare ad un gioco nostro, sperando possa bissare l’enorme successo di Topiary!

Hai presente la pizza nella testata del sito? Ecco, con che pizza vuoi festeggiare il 2019?

Assolutamente Margherita, un classico, anzi IL classico per eccellenza, senza troppi fronzoli e sempre gustosa (mi hai fatto venire l’acquolina in bocca!)

Rispondi