James Gunn torna alla direzione di Guardiani della Galassia 3

James Gunn era stato cacciato da Disney \ Marvel, ma eccolo di nuovo al timone del prossimo Guardiani della Galassia.

La storia è una storia poco edificante, ve la riassumo in poche parole. Una decina di anni fa, Gunn aveva pubblicato tweet offensivi, un suo maldestro tentativo di provocazione, a sua detta. I tweet erano caduti nel dimenticatoio, finché Gunn non si è pronunciato contro Trump, ma a quel punto la macchina del fango è partita inesorabile. I sostenitori di Trump sono andati a scavare nel passato del regista, facendo riaffiorare questi tweet e causando un’ondata di indignazione ad hoc.

Gunn, a quel punto, ha pubblicato una serie di tweet dove si scusava per i contenuti inappropriati di quei tweet di un paio di lustri prima, ma Disney e Marvel lo hanno ugualmente licenziato: non avrebbe diretto il terzo Guardiani della Galassia.

La furia del cast e dei fan de I Guardiani della Galassia non si è fatta attendere, ma le voci di un interesse di Warner Bros nei confronti del brillante regista parevano indicare che il regista sarebbe passato da Marvel a DC (i film DC Comics sono distribuiti da Warner Bros).

Gunn è, in effetti, andato a lavorare per Warner Bros, sono suoi il copione e la regia del prossimo Suicide Squad, ma Marvel non ha mai cercato un nuovo regista per Guardiani della Galassia 3, anzi, è rimasta ad attendere che Gunn tornasse disponibile.

Ieri Gunn è tornato su Twitter, il primo tweet con il suo account da luglio dell’anno scorso:

Sono enormemente grato a ogni persona che mi ha sostenuto nei mesi scorsi. Continuo a imparare e continuerò sempre a lavorare per diventare una persona migliore.

Sono molto grato della decisione di Disney e sono felice di continuare a fare film che indagano i legami d’amore che ci uniscono tutti.

Sono stato e continuo a essere onorato dal vostro amore e dal vostro sostegno.

Dal profondo del mio cuore, grazie.

Un abbraccio a tutti.

Fonte: io9

Rispondi