I Board Game Meme della settimana [25 – 31 marzo 2019]

Meme e giochi da tavolo, ecco la rassegna settimanale di Board game meme!

Il lunedì è per molti il giorno più difficile della settimana, a maggior ragione se segue una serata di giochi scandita da “un’altra e poi andiamo a dormire” ripetuto 3/4 volte.

Questa settimana nel sondaggione del martedì siamo andati a frugare nelle vostre scatole, scatolini, geekbox e ziplock per scoprire con cosa preferite giocare:

  • Esteti miniaturisti che preferiscono merci sagomate ultrarealistiche e simulative (68%): Per te ogni gioco è un mondo reale in miniatura, se non avessi paura di rovinare il gioco probabilmente metteresti il muschio del presepe sulle tesserine di Carcassonne; inutile dire che hai pimpato più tu Terraforming Mars che Toretto la sua auto in tutti i Fast & Furious messi insieme, ti dispiace solo di non riuscire a trovare in commercio petrolio grezzo per riempire i bidoncini di Alta Tensione.
  • Puristi idealisti che prediligono astratti standardizzati funzionali cubetti (32%): Potresti riassumere la tua collezione di giochi come qualche cartoncino, dei pezzetti di legno e tanta matematica. Tu non muovi flotte, eserciti o lavoratori ma cubi, dischetti e token e se il gioco prevede che tu possa commerciare in un mercato dell’oro per del legname per te sarà semplicemente “converto un giallo per 2 marroni”.

La vittoria dei primi è stata schiacciante e questo spiega anche il perché in molti giochi moderni si curi sempre di più l’impatto visivo tralasciando forse, in alcuni casi, il playtest.

Trovi qui Carcassonne, Terraforming Mars e Alta Tensione.

A metà settimana uno dei temi caldi a livello nazionale è stata la cittadinanza per meriti civili consegnata a due ragazzi protagonisti di un gesto eroico. Per fortuna è più facile prendere la cittadinanza che una laurea in medicina, anche se vincere una partita con 6 carte epidemia a Pandemic di certo denota una buona capacità di pianificazione e di previsione del propagarsi delle malattie!

Trovi qui Pandemic.

A meno di una settimana dal Play di Modena (state seguendo la rubrica Verso Play?) è giusto riaccendere qualche flame degli anni scorsi: quanto deve durare una partita su un tavolo demo? Inutile dire che io sono schierato dalla parte del “pochi turni per capire come funziona il gioco” ma ovviamente dipende dalla situazione: quanti tavoli ci sono con quel gioco? Quanta coda c’è per giocarlo? Quanto dura una partita intera? I turni sono tutti uguali o la fine del gioco è la particolarità del gioco? ecc…

Ma il mio consiglio è siate umani!

oppure elfi…

oppure orchi…

ma rispettate il prossimo!

Non poteva mancare il meme dedicato a Kickstater il sito più amato/odiato dai giocatori da tavolo degli ultimi anni, oggi vi proponiamo di iniziare questa nuova attività sportiva: il limbo dell’hype. Certamente Kickstarter ha contribuito a generare dei capolavori e probabilmente ha anche aiutato il settore a crescere ma visto il proliferare di progetti degli ultimi tempi state bene attenti a dove investite i vostri risparmi.

La settimana volge al termine con la tipica brutta notizia di fine marzo: la notte scorsa avete dormito giocato un’ora meno e, se non avete ancora il controllo delle leggi del tempo meglio che recuperiate prima di domani!

Potete trovare tutti i giorni alle 10 un nuovo meme sulla pagina facebook boardgamememeitalia e sul profilo Instagram @boardgamememeitalia, in aggiunta troverete ogni domenica qui su Geek.pizza il riassunto commentato della settimana, mentre su MagicMerchant.it potete trovare la vostra dose settimanale di divertimento in scatola.

Arrivederci alla prossima!

Rispondi