Verso Lucca Comics & Games 2019: MS Edizioni

Anche quest’anno Lucca si presenta come uno degli eventi ludici più importanti nel nostro paese. Ed MS Edizioni sembra piuttosto preparata ad affrontare la sfida!

E’ un po’ che non scrivo e mi fa piacere farlo con un articolo su MS Edizioni perché ho apprezzato molto la direzione presa nella scelta dei loro prodotti, che spaziano da giochi di carte a giochi di ruolo ai librigame! Ma bando alle ciance, e tuffiamoci nelle novità presentate da questa casa editrice. E se vi siete persi qualche puntata, [qui] c’è il link per rimanere sempre aggiornati e informati.



Western Legends

Giocatori 2-6 | Età 14+ | Durata 90′ | Autore Hervé Lemaître | Artworks Roland MacDonald

Western Legends è un gioco d’avventura di tipo sandbox / open world (dove non esiste una storia predefinita ma un gran numero di cose con cui interagire in un “mondo vasto”) ambientata nel Far West. Come giocatori, interpreterete il ruolo dei più famosi personaggi che hanno fatto la storia di questo periodo, fino a diventare vere e proprie Leggende. Il vostro obiettivo sarà quello di ottenere il maggior numero di Punti Leggenda: potrete scegliere di diventare fuorilegge e ottenerli grazie a rapine in banca, razziando bestiame e derubando gli altri giocatori, oppure potrete decidere di servire la legge e ottenere punti sgominando bande di banditi, commerciando bestiame e arrestandoli i fuorilegge. Il tutto condito con gli ingredienti più classici di un vero western: partite a poker, ricerca dell’oro, fare baldoria nei cabaret della città… sono solo alcuni dei numerosi modi per vincere! Ma solo una cosa è certa… sono le Leggende a scrivere la storia.
Personalmente non sono un amante del genere western, ma Western Legend ha dalla sua una accurata ricerca storica supportata da un bell’apparato illustrativo, una serie di possibilità veramente grande e viene presentato come un gioco ad alta rigiocabilità (sono i personaggi con le loro azioni sempre diverse a scrivere le leggende), quindi devo dire che ne sono veramente ma veramente incuriosito.

A Lucca verrà presentato insieme alle due espansioni tematiche Per un pugno di extra e Il bello, il brutto e il cattivo (bastano i titoli per farvi capire di cosa stiamo parlando 🙂 )



Primo Contatto

Giocatori 2-7 | Età 14+ | Durata 40′ | Autore Damir Khusnatdinov | Artworks Alexandra Sharyapova

Al tempo in cui i Faraoni dominavano sulle valli del Nilo, ci fu un Primo Contatto tra extraterrestri e umani. Viaggiate indietro nel tempo per aiutare Terrestri e Alieni a comunicare tra loro!

In “Primo Contatto”, i giocatori si dividono in due squadre: Terrestri e Alieni. L’obiettivo principale di entrambe le squadre è quello di comunicare fra loro, ma come riusciranno a farlo se parlano lingue completamente diverse? La squadra dei Terrestri offrirà differenti oggetti ai Signori dello Spazio sperando così di entrare nelle loro grazie, mentre la squadra degli Alieni cercherà di far capire ai Terrestri quali sono gli oggetti che desidera. Ma attenzione, all’interno delle due squadre i giocatori sono in competizione tra loro!

Se avete visto il film fantascientifico “The Arrival” (se non lo avete visto, vedetelo), che trattava appunto delle possibili modalità di comunicazione con entità diverse da noi,  il gioco si propone di riprodurne l’esperienza attraverso delle meccaniche di deduzione piuttosto originali. Staremo a vedere… magari potrebbe servirci per un prossimo contatto :-).



Hanamikoji

Giocatori 2 | Età 10+ | Durata 15′ | Autore Kota Nakayama (中山 宏太) | Artworks Maisherly

Benvenuti nella strada delle Geisha più famosa della vecchia capitale: Hanamikoji. Le Geisha (dal giapponese gei “arte” – sha “persona”) sono donne eleganti, colte e raffinate con spiccati talenti che includono l’arte, la musica e la danza. Molto rispettate ed adorate, sono capaci di dar vita ad un’ampia varietà di spettacoli e cerimonie: le Geisha sono maestre d’intrattenimento.

In Hanamikoji, due giocatori competono per ottenere il favore di sette illustri Geisha; attraverso un’attenta pianificazione, cercheranno di collezionare i loro oggetti di scena preferiti. Sarete più astuti del vostro avversario? Riuscirete a conquistare la grazia del maggior numero di Geisha?

Il gioco presenta un regolamento semplice, un apparato illustrativo molto evocativo e promette un’esperienza di gioco dalla strategia profonda e dalle meccaniche raffinate. A me ha evocato immediatamente “Il paese delle nevi” di Yasunari Kawabata, una storia d’amore fra Shimamura, sposato, ricco, abitante in città e Komako, una giovane geisha di un paese di montagna, dove lavora.

 



Il Regno delle Sabbie

Giocatori 1-4 | Età 10+ | Durata 60′ | Autore Ji Hua Wei | Artworks Maisherly.

Il Regno delle Sabbie, una dimensione parallela al mondo materiale, sta morendo. La sua magia è stata prosciugata da migliaia di anni di sfruttamento. Il Regno è in pericolo e con esso anche il mondo materiale, ma nelle potenti rune potrebbe essere rimasta ancora qualche scintilla di magia. La Regina si è messa in viaggio nel disperato tentativo di risvegliare il loro antico potere. Riuscirai ad aiutare la Regina diventando così l’eroe del Regno delle Sabbie?

Le regole semplici e spiegabili in pochi minuti rendono Il Regno della Sabbia un tetris semplice e dinamico con una veste grafica attraente ed una grande profondità strategica. Si tratterà infatti di gestire le proprie rune e i propri spiriti elementali combinandoli in modo da costruire edifici che daranno punti vittoria. Il gioco ha due attrattive per me: il fatto di essere giocabile in solitario (non che sia misantropo, ma a volte sono senza “materia prima” per giocare) e il fatto che il background mi ricordi molto la Pentalogia del Prisma di Troy Denning (inserita nel mondo di Dark Sun), dove appunto il mondo era stato inaridito dall’uso sconsiderato della magia.

 



Sigmata (GDR)

Autore: Chad Walker

Nonostante i giochi di ruolo esulino dagli argomenti che trattiamo nei nostri “Verso Lucca C&G 2019”, vi segnalo comunque, da appassionato di GDR, questo primo esperimento di MS Edizioni in quest’ambito. Ne aveva già parlato [qui] la nostra punta di diamante, Francesco “The Doctor”, intervistando Enrico Emiliani di MS Edizioni.

SIGMATA: This Signal Kills Fascists è un gioco di ruolo cyberpunk che parla di un’insurrezione contro un Regime totalitario, in una visione distopica degli Stati Uniti d’America durante gli anni ’80. I giocatori assumono il ruolo dei Ricevitori, l’avanguardia supereroica della Resistenza, in possesso di incredibili poteri quando sono nel raggio di una torre radio che trasmette una speciale sequenza numerica chiamata il Segnale.

Questa edizione italiana integra anche il supplemento SIGMATA: Repeat the Signal, che comprende la nuova versione del regolamento, nuove schede di gioco e illustrazioni inedite.
Il manuale contiene immagini e testi di carattere maturo, destinati ad un pubblico adulto.

Sigmata è stato vincitore del Premio della Giuria Ennies 2019, ha una tematica e un beckground molto immersivi ed un innovativo sistema di gioco.

Appena uscito Sigmata ha fatto parlare di sé anche per il titolo molto particolare, che è suonato un po’ come un richiamo alla nostra storia (ahimé) e al problema della violenza ideologica, ma si è subito specificato che la parola fascists non ha attinenza con quello che intendiamo noi (la tematica è trattata in modo più ampio e con un significato diverso).



In chiusura a questo articolo vi rinnovo il mio invito a visitare il sito MagicMerchant.it per stimolare la scimmia che è dentro di voi! 🙂

Rispondi