Le novità in arrivo per DV Games e Ghenos Games – marzo e aprile 2023

Le novità in arrivo per DV Games e Ghenos Games – marzo e aprile 2023

Scopriamo insieme le novità che DV Games e Ghenos Games porteranno sui nostri tavoli nelle prossime settimane per farci divertire, siete pronti a farvi trasportare in un mondo di animali, pirati e timbrini?

Partiamo subito con una novità tutta italiana ideata da Walter Obert per DV Games e in uscita il 17 marzo.

Stampfarm

Autore: Walter Obert | Artista: Magdalena Markowska | Giocatori: 2-5 | Durata: 20 | Età: 6+ | Editore: DV Games

Stampfarm è il primo gioco “roll’n stamp”. Usando i cinque timbri colorati degli animali, i giocatori aiutano la contadina Sally a costruire i recinti, in modo che ogni specie abbia uno spazio adeguato.

I giocatori a turno lanciano i tre dadi; le facce di ogni dado mostrano i simboli dei cinque animali e una balla di fieno. Ogni giocatore prende il timbro dell’animale rappresentato sulla faccia di un dado e lo utilizza su una casella del proprio foglio-fattoria. La faccia del dado che mostra la balla di fieno è un jolly. Si continua così finché ogni giocatore ha riempito tutti gli spazi della propria fattoria: a quel punto si contano i punti. Per ogni specie di animale nella fattoria, si conta il gruppo più grande. Per ogni animale nel gruppo più grande si ottiene un punto; chi ne ha di più vince la partita.

Stampfarm è un gioco facile da apprendere, con un sistema di gioco veloce e intuitivo fin dalla prima partita. Grazie alle modalità di gioco avanzate e alle possibili scelte nella strategia di gioco, ogni partita diverte gli adulti tanto quanto i bambini. 

Il game designer Walter Obert vanta esperienza e riconoscimenti internazionali nel mercato del gioco da tavolo per famiglie.

Personalmente amo i roll ‘n qualcosa perché spesso sono semplici da imparare quindi si adattano a molti tipi di giocatori, veloci e compatti. Però se dobbiamo trovare un difetto in quelli che non richiedono una semplice X è il fatto che ci si trova a fine partita ad avere un foglietto pieno di scarabocchi. E qua Stampfarm potrebbe davvero darci soddisfazioni perché, sostituendo il nostro incerto incedere con la matitina (di un noto marchio svedese di mobili) con un bel timbrino colorato, ci regalerà a fine partita un bel foglietto colorato e pieno di animali.

Anche se il target sulla scatola è 6+ difficilmente riuscirò a tenere lontana mia figlia di quasi 5 anni, prima di tutto per la divertentissima immagine in copertina, ma soprattutto per i timbrini. Sappiate che in quell’età i timbrini creano dipendenza quasi a livello patologico.

Trovate il preordine già disponibile su MagicMerchant.it.

E dopo aver organizzato la nostra fattoria ci spostiamo al porto, grazie a Ghenos Games che porta in italiano la nuova edizione in formato Big Box dell’amato classico Port Royal.

Port Royal Big Box

Autore: Alexander Pfister | Artista: Fantasmagoria Creative | Giocatori: 1-5 | Durata: 20-50 | Età: 8+ | Editore: Ghenos Games

Port Royal, uno dei giochi di carte push your luck più venduti al mondo, torna finalmente disponibile nel mercato italiano in versione Big Box, con illustrazioni e grafica rinnovate.

Port Royal si può giocare in modalità cooperativa o competitiva, e anche in solitaria. La nuova edizione contiene: 

  • il gioco base;
  • Port Royal – Pronti a salpare!, variante più semplice per 2-4 giocatori che non utilizza le spedizioni;
  • Port Royal – Solo un altro Contratto, un’espansione per 1-5 giocatori che aggiunge i contratti, una modalità competitiva e una modalità cooperativa (anche in solitaria);
  • Port Royal – Inizia l’avventura, un’espansione per 1-4 giocatori che narra una storia in cinque capitoli.

A turno, i giocatori rivelano dal mazzo una o più carte e le dispongono al centro del tavolo, a formare il “porto”. Se però compaiono due navi dello stesso colore, il turno si interrompe. Il giocatore attivo può prendere da 1 a 3 carte dal porto; poi, tutti gli altri giocatori possono prendere 1 carta, pagando un dazio. Grazie alle carte rivelate, i giocatori possono ottenere monete e abilità. I Mestieri, assieme alle Spedizioni, forniscono Punti Influenza: chi ne ha di più vince la partita. 

Questo popolare gioco di carte è ideato da Alexander Pfister, uno tra i game designer più noti e apprezzati nella community internazionale dei giocatori.

Port Royal è sicuramente il gioco che ha celebrato a livello mondiale le grandi doti autoriali di Alexander Pfister. Uscito nel 2014 ha avuto un enorme successo di pubblico e di critica ma non era mai stato rieditato da un editore italiano, esisteva solo un’edizione polacco/italiano del gioco base. Finalmente questa è l’occasione per portarsi a casa un grande classico completo di 3 espansioni tutto già disponibile per essere aggiunto nel carrello.

Passiamo ora a una vera novità, anche questa tutta italiana per cui però dovremo aspettare fino al 7 aprile, fate quindi in tempo ad accordare i vostri strumenti e stay tuned!

Tuned

Autore: Alessandro Cuneo | Artista: Paolo Voto | Giocatori: 2 | Durata: 20 | Età: 14+ | Editori: ThunderGryph Games, Ghenos Games

Un insolito quartetto, composto di anziani animali della fattoria ormai “fuori servizio”, si prepara per un’esibizione musicale: il sogno di una vita! L’asino, il cane e il gatto devono suonare seguendo le indicazioni del gallo. Riusciranno a suonare allineati, come una vera banda?

In Tuned, due giocatori piazzano e muovono gli animali nella plancia Fienile per creare una linea di tre animali dello stesso tipo. Alcuni animali possono essere impilati e solo quello in cima al gruppo viene considerato ai fini della linea. Vince la partita chi dispone per primo il terzo animale uguale in fila.

Tuned è un gioco astratto e strategico che appartiene, assieme a Hats, alla serie “Made in Wonderland”, dell’editore Thundergryph Games.

Quello che notiamo subito di Tuned è la splendida copertina che segue fedelmente lo stile di Hats, di cui vi aveva parlato Francesco qui: Lo spacciagiochi – Hats. In questo caso sotto la copertina ci sono anche dei componenti sfavillanti che sicuramente non passano inosservati. Difficile dire qualcosa di più di questo gioco che essendo astratto dev’essere prima di tutto provato e potremo farlo solo dopo il day one: il 7 aprile.

Dobbiamo aspettare invece il 21 aprile per l’ultima novità di questa lista targata Ghenos Games, e questa volta salpiamo con i pirati con Skull King.

Skull King

Autori: Brent Beck, Tauni Beck, Jeff Beck | Artisti: Apryl Stott, Tauni Beck | Giocatori: 2-8 | Durata: 30 | Età: 8+ | Editore: Ghenos Games

Skull King è un gioco di prese, rischi e tesori. I giocatori devono indovinare il numero esatto di prese che vinceranno in ciascun turno, tentando di rispettare la loro scommessa e di “affondare” gli avversari. Il pirata con il punteggio più alto alla fine della partita vince e ottiene il titolo di Capitano dei Sette Mari.
Una partita di Skull King dura 10 giri. Nel primo giro i giocatori ricevono 1 carta ciascuno, nel secondo 2 carte, nel terzo 3 e così via, per finire con il decimo giro in cui ognuno riceve 10 carte. Nella prima fase, i giocatori scommettono sul numero di prese e lo indicano servendosi delle carte Previsione. Poi a turno i giocatori giocano una carta scoperta sul tavolo, secondo una classica meccanica di Briscola, usando carte numerate e carte speciali e cercando di vincere la presa o di affibbiarla a un avversario. Quando tutte le prese del giro sono state giocate, si segnano i punteggi: azzeccando il giusto numero di prese i giocatori totalizzeranno punti, ma sbagliando anche solo di 1, perderanno punti!
Il sistema di rischi e di ricompense di Skull King, in cui i risultati oscillano come lo scafo durante una burrasca, rende il gioco sempre teso e divertente, innescando schermaglie e vendette degne di veri pirati. L’alta rigiocabilità e i diversi sistemi di punteggio rendono ogni partita sempre diversa: la situazione si potrebbe ribaltare anche all’ultimo round! Il gioco include una modalità avanzata con poteri speciali dei pirati e l’espansione con il Kraken e la Balena Bianca.

Se avete adorato, come me, The Crew: The Quest for Planet Nine credo che questo gioco possa riproporre dinamiche simili ma in salsa competitiva, anziché collaborare per raggiungere degli obiettivi qua si combatterà per soddisfare la propria scommessa. Sicuramente la meccanica del trick taking non invecchia mai e sono curioso di provare se questa re-implementazione le renderà giustizia!

Se non avete trovato la giusta ispirazione in questa pagina potete andare a cercarla nell’isola dei tesori di MagicMerchant.it.

Commento all'articolo