Checkpoint Charlie – Quel che cerco, trovo?

Alcuni si avvicinano al gioco di simulazione per saperne di più su certi eventi, altri invece portano con sé già una propria conoscenza dei fatti… e se avessero ragione entrambi?

Avvicinarsi a un gioco di simulazione non è qualcosa che avviene per caso.

Come per tutti i giochi analogici, anche il regolamento più semplice richiede impegno, studio e dedizione, e tale sforzo mentale non può essere spiegato solo con la sbrigativa formula della “passione per la storia”. Vi è chi si dedica a questi giochi perché è incuriosito da fatti di qui sa poco e che vorrebbe approfondire maggiormente, mentre altri già partono con un bagaglio di nozioni aspettandosi di vederle confermate e proiettandole sul “racconto” degli eventi che si dipanerà nella loro mente durante la partita. Entrambi gli atteggiamenti riserveranno grandi soddisfazioni agli appassionati, ma nascondono anche trappole e insidie. Soprattutto, cosa può succedere quando il gioco di simulazione prende davvero vita e quindi si incammina verso direzioni impreviste, magari contraddicendo le nostre aspettative?

Ne parliamo a Checkpoint Charlie, il podcast dedicato al gioco, alla storia… e a tutto il resto.

Riccardo Masini

Ultimi articoli

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: