Geek.pizza

Cowabunga!

Il regno delle catapulte – che la battaglia abbia inizio!

Il regno delle catapulte – che la battaglia abbia inizio!

Come dei veri e propri Generali dovremo condurre il nostro esercito alla vittoria, in una guerra infinita che vede contrapposte due famiglie, quelle dei Trabucco e quella dei Balista, storiche rivali che si contendono i confini del regno con tenacia e fermezza ormai da tanto, tanto tempo!
A questo punto non ci resta che prendere le nostre fidate catapulte, caricarle e fare… FUOCO! 💣

PANORAMICA DEL GIOCO

Il regno delle catapulte è un gioco edito in Italia dalla Mancalamaro, l’autore è Kristian Fosh. Titolo per 2 giocatori dai 7 anni in su e con una durata media a partita compresa tra i 20 ed i 30 minuti con un costo di listino pari a 39,99€.

Aprendo la confezione di gioco al suo interno troviamo:

  • Il regolamento di gioco
  • 2 plance giocatore
  • 2 catapulte
  • 8 massi
  • 10 miniature in plastica
  • 32 mattoncini in plastica
  • 2 archi del castello
  • 2 segnalini distanza
  • 12 carte azione

Prima di iniziare a giocare è importante specificare che i materiali di gioco, oltre ad essere di ottima fattura, non vanno assolutamente cambiati in alcun modo. Nella fattispecie sia gli elastici che le palle di cannone in gomma non vanno per nessun motivo sostituiti o modificati per evitare che ci si possa far male, specie se il gioco è fatto da dei bambini.

Detto questo, passiamo al setup del gioco che è davvero molto semplice e dipende da che tipo di partita vogliamo giocare.
Se vogliamo fare una PARTITA VELOCE (modalità per bambini) allora basterà prendere i 16 mattoni per ogni giocatore disporli come meglio si vuole, prendere le catapulte (prima vanno montate con l’elastico), prendere 4 palle di cannone a testa e sparare un colpo a testa.

Se invece vogliamo giocare una PARTITA AVANZATA (modalità per adulti) allora dovremo svolgere i seguenti passaggi:

1) Posizioniamo la plancia giocatore di fronte a noi e prendiamo tutti i mattoni seguendo le regole di piazzamento dei mattoni stessi che vanno tutti usati per costruire il castello (arco incluso): devono essere collocati tutti all’interno della plancia di gioco e non superare mai i confini. È possibile posizionare e impilare i mattoni in qualsiasi modo tranne che inclinati.

2) Ogni giocatore prende 1 catapulta e la posiziona sul lato sinistro o destro della propria plancia a proprio piacimento, l’importante è che la parte anteriore della catapulta sia ad una distanza massima di 2 (si usa il segnalino Distanza) dai bordi della plancia giocatore.

3) Ogni giocatore riceve 4 massi e 6 carte azione (una per ogni tipo) e le mescola prendendone 3 che andranno a comporre la sua mano di gioco iniziale e mettendo da parte le restanti 3 carte a faccia in giù: serviranno in una fase successiva quando perderemo soldati.

4) Infine, posizioniamo i nostri soldati secondo le regole di piazzamento dei soldati: tutti all’interno della plancia senza superarne mai i confini (come per i mattoni), o anche in cima ai mattoni oppure sulla plancia di gioco ma a distanza di almeno 1 (usando sempre il segnalino distanza ma questa volta dal lato con il numero 1) da tutti i mattoni. Infine tutti i soldati devono essere messi in piedi, non possono essere messi sdraiati e/o inclinati.

In ogni partita bisogna cercare (se possibile) di avere una distanza di circa un metro e mezzo tra le plance.

Infine bisogna assemblare le catapulte: sul regolamento ci sono le illustrazioni su come fare, nulla di difficile, anzi… è davvero molto semplice!
Basterà infatti posizionare la catapulta su una superficie piana e prendete un elastico dalla scatola (ce ne sono diversi di riserva), poi bisogna posizionare un lato dell’elastico sulla parte sinistra della catapulta, far passare l’elastico dietro alla catapulta e fissarlo sul lato destro.

SVOLGIMENTO DEL GIOCO

Lo svolgimento della partita “avanzata” del regno delle catapulte prevede alcune regole che rendono il gioco un po’ più strategico rispetto alla partita veloce.

Il gioco si divide principalmente in 4 fasi:

PRIMA FASE: TATTICA

Nella prima fase di gioco è possibile scegliere una delle Carte Azione nella propria mano e giocarla applicandone l’effetto di gioco. Una volta usata, la carta viene scartata.

SECONDA FASE: MIRA

La seconda fase di gioco ci consente di spostare e/o ruotare la catapulta in una qualsiasi posizione valida, mantenendola ad una distanza massima di 2 dalla plancia di gioco.

TERZA FASE: FUOCO

Eccoci giunti alla fase più attesa e divertente! 😀
Infatti in questa fase dobbiamo caricare un masso sulla catapulta e fare fuoco! (Davvero molto divertente!)

QUARTA FASE: PULIZIA

In questa quarta ed ultima fase dobbiamo controllare se ci sono mattoni o soldati che sono stati completamente spinti fuori dalla plancia e nel caso ci siano, rimuoverli e rimetterli nella scatola.
Inoltre vanno rimossi tutti i soldati che sono stati abbattuti (sdraiati o inclinati).
Se non abbiamo più alcun soldato in piedi abbiamo perso la partita, altrimenti, la battaglia continua.
Infine, ogni volta che uno dei nostri soldati viene rimosso, abbiamo diritto a pescare una Carta Azione dal mazzo che avevamo messo inizialmente da parte, sempre a patto che ci siano ancora carte e che non le abbiate già prese tutte in precedenza. Come ultima cosa recuperiamo i massi che abbiamo utilizzato pronti ad essere lanciati al prossimo turno di gioco!

Passiamo ora ad analizzare le 6 carte azione che ci aiuteranno durante la partita a distruggere il nostro avversario:

1) RICOSTRUIRE: permette di spostare tre dei nostri mattoni sia dalla nostra plancia che dalla scatola e posizionarli in un punto valido, ovvero che rispettino sia le regole di piazzamento soldati sia le regole di piazzamento mattoni.
Possiamo posizionare il mattone sopra altri mattoni, ma non ci è permesso muovere/spingere/riordinare i soldati o altri mattoni.

2) TRADITORE: permette di prendere il controllo della catapulta del nostro avversario e fare fuoco con quella. L’unico limite da rispettare è che possiamo ruotarla ma non possiamo spostarla da dove si trova.

3) MARCIA: permette di spostare fino a 3 dei nostri soldati in gioco (non dalla scatola) in una nuova posizione che rispetti le regole di Piazzamento dei Soldati.

4) LADRO: permette di rubare una carta dalla mano del nostro avversario che le terrà con i dorsi rivolti verso di noi.

5) FUOCO A RIPETIZIONE: permette di fare fuoco con la catapulta due volte, tra il primo tiro e il secondo, non possiamo spostare la catapulta.

6) ATTACCO COMBINATO: permette di copiare l’effetto di una carta che è già stata giocata da noi o dal nostro avversario.

Il primo che riesce a buttar giù tutti i soldati dell’avversario avendo almeno un suo soldato ancora in piedi è il vincitore del Regno Delle Catapulte!

CONCLUSIONI SUL GIOCO

Il Regno Delle Catapulte è un gioco facile, molto divertente, adatto a tutti (specialmente ai bambini) e con dei materiali davvero ottimi! La partita avanzata permette anche alle persone adulte di divertirsi con qualche regoletta che rende il gioco oltre che divertente anche leggermente strategico, e ciò non guasta!

Questo titolo non ha dei veri e propri contro, eccezion fatta (se proprio vogliamo essere pignoli) la sua fin troppa semplicità che potrebbe far storcere il naso a chi è abituato a titoli di tutt’altro spessore!

Qui di seguito potete vedere il nostro video su questo divertente titolo in cui io (Francesco) e Deborah ci siamo sfidati a suon di pietre o meglio, come le chiamiamo noi, palle di cannone! 😃

Chi avrà avuto la meglio? 🤔

Scopritelo guardando il video sul nostro canale Youtube “I GIOCO LIBERO” e mi raccomando, lasciate un like ed iscrivetevi al canale! ✔

Buon divertimento e buona visione giocatori e giocatrici! 🎲

I Gioco Libero

Ultimi articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *