Nasce SAZ Italia, sezione italiana dell’associazione internazionale di autori di giochi

SAZ Italia, la sezione italiana dell’associazione internazionale di autori di giochi da tavolo, avvia le attività a partire dal 2018, qualcosa cambia per gli autori di giochi italiani.

Il comunicato stampa che abbiamo ricevuto annuncia l’avvio delle attività ufficiali di SAZ Italia, a partire dall’appuntamento nazionale di IDEAG del 27 – 28 gennaio in provincia di Parma, è un momento interessante per il mondo degli autori di giochi da tavolo, ma andiamo con ordine.

La SAZ (Spiele-Autoren-Zunft) nasce in Germania nel 1991 per rappresentare gli interessi degli autori di giochi da tavolo verso il pubblico, gli editori e le istituzioni. Ad oggi conta più di 450 iscritti e include tra le proprie attività il supporto ai game designer nella definizione degli accordi con gli editori, i rapporti con le istituzioni per il riconoscimento del valore culturale e sociale del gioco, e l’organizzazione di campagne come “Games Also Have Authors” per sensibilizzare i media e il pubblico verso la figura dell’autore dei giochi da tavolo.

Lo scorso 28 Ottobre a Essen, durante Spiel 2017, è stata ufficializzata la costituzione della sezione italiana della SAZ con quasi 30 iscritti provenienti dalla nostra nazione, con la nomina di Walter Obert come portavoce. Quello italiano è il primo ‘gruppo regionale’ a nascere all’interno della SAZ, segno di una sempre maggiore professionalità degli autori italiani e di una crescente consapevolezza dell’importanza del proprio ruolo.

SAZ Italia, come spiega Walter Obert, raccoglie il testimone dell’organizzazione di IDEAG.

Avevamo già parlato con Walter del futuro di IDEAG e il quadro emerso era quello di un mondo autoriale in costante crescita, che usa come piattaforma di incontro proprio la galassia di appuntamenti di IDEAG, con la nascita di SAZ Italia si conferma questa voglia di strutturarsi e avere un’identità come creatori di giochi.

Per quanto riguarda le nostre iniziative, nel 2018 l’associazione raccoglierà simbolicamente il testimone dell’organizzazione di IDEAG, a partire dal grande appuntamento nazionale che si terrà i prossimi 27 e 28 gennaio, e che sarà la nostra prima presentazione ufficiale. Un altro momento pubblico importante sarà a PLAY in aprile, dove collaboreremo a eventi che coinvolgeranno anche il pubblico. Nel corso di questi incontri aiuteremo gli autori di giochi con consigli pratici e consulenze sui contratti, parleremo ai giocatori della figura dell’autore di giochi e del suo ruolo fondamentale nella filiera, e ci confronteremo con gli editori su come valorizzare il nostro settore. Il nostro scopo è quello di incrementare la professionalità della filiera, collaborando con autori e editori nel definire modelli di contratto efficaci per entrambe le parti, e insieme dialogare con le istituzioni affinché il gioco sia riconosciuto al pari di libri e dischi come un prodotto culturale”.

Insomma, dal punto di vista ludico, c’è parecchia carne al fuoco per il 2018 in Italia. Il primo appuntamento è quello di IDEAG. Vi direi che i soci SAZ hanno lo sconto, ma i tavoli sono andati esauriti, come da tradizione, in un battibaleno, ricordate che è comunque ancora disponibile l’iscrizione senza tavolo (5€/giorno invece di 15). Ci vediamo a Ponte Taro (PR) a fine gennaio!

Rispondi