Vaesen – Oscuri terrori si nascondono a Nord!

Vaesen – Oscuri terrori si nascondono a Nord!

In questo primo appuntamento, a tema giochi di ruolo targati Free League, vi porterò nel mondo di Vaesen.

Nelle foreste più oscure, dietro le montagne, davanti casa tua. Esseri non identificati, creature strane. Ti guardano, ti scrutano. Nascosti agli occhi di molti. Puoi vederli per come si mostrano davvero. I Vaesen. Nel nuovo gioco di ruolo di Free League, vesti i panni di un individuo unico e parti alla scoperta di ignoti nel profondo nord di una Scandinavia ottocentesca rivisitata.

Vaesen è l’ultimo prodotto di una casa di produzione che è ormai famosa per la creatività dei suoi giochi di ruolo, impossibile non citare tra questi Tales From The Loop, dalla cui opera originaria è stata tratta anche una serie TV, Mutant: Year Zero e del gioco di ruolo di ALIEN.

In particolare, Vaesen è tratto da un’opera di Johan Egerkrans e ci fa immergere in un’ambientazione dai toni piuttosto cupi, attraverso l’antico folklore e i vecchi miti scandinavi. I giocatori interpreteranno degli individui dotati della “Vista”, una capacità che permette loro di vedere i Vaesen, creature fantastiche dalle svariate dimensioni e forme che popolano queste terre.

Cose pericolose capitano a chi non è in grado di vedere – Il mondo di gioco

I vaesen si presentano in qualsiasi forma e dimensione

Le idee di Nils Hintze, principale scrittore del gioco di ruolo di Vaesen, ci portano poco alla volta in un mondo piuttosto particolare, che ha sede proprio dove si trova la casa di produzione, nel Nord dell’Europa Scandinava.

Fin dall’alba dei tempi, gli uomini si sono evoluti e hanno conosciuto il progresso, accompagnati passo dopo passo dai vaesen, che possono essere troll, fantasmi, vermi e lombrichi e creature che abitano laghi e boschi. Nonostante i vaesen siano stati sempre presenti, pochi hanno la possibilità di vederli, in quanto si nascondono agli occhi degli uomini. Nel diciannovesimo secolo però, con le nuove scoperte fatte dall’umanità, hanno fatto il loro arrivo anche l’industrializzazione, la guerra e le rivoluzioni, lasciando da parte le vecchie tradizioni. Così, anche i vaesen sono cambiati, diventando aggressivi e dalle abitudini sanguinarie.

In questo turbinio di eventi fanno la loro parte i giocatori, che interpreteranno individui dotati della “Vista” ovvero la capacità di poter vedere in ogni momento le creature che popolano la Scandinavia. Essi opereranno all’interno di un’organizzazione chiamata “La Società” che si occupa di studiare i vaesen ed eventualmente espellere quelli pericolosi. La loro base, il Castello Gyllenkreutz sarà un importante elemento nelle avventure dei giocatori ed è presente la possibilità di migliorare quello che sarà a tutti gli effetti, un quartier generale.

La città da cui partono le spedizioni della Società è chiamata Upsala, e metterà i giocatori davanti ad un primo mistero da risolvere, contenuto all’interno del manuale di base. I misteri all’interno di Vaesen, sono degli incarichi a disposizione del Game Master dalla durata di circa 3-4 sessioni, in cui il GM potrà inserire tutto il materiale che vorrà, arricchendo l’esperienza dei giocatori al suo tavolo.

Molteplici possibilità – Personaggi e Regole

Per quanto riguarda il regolamento di Vaesen, non andrò a dilungarmi troppo in un discorso che sarebbe altresì noioso.

Il gioco condivide quasi tutte le caratteristiche già viste in Mutant Year Zero, gioco di ruolo postapocalittico, vincitore di molteplici premi (di cui parlerò tra un po’ di tempo) e sfrutta diversi dadi a sei facce per quanto riguarda la componente randomica del gioco.

Originale la scelta di tirare un D66 per alte probabilità al posto del celebre D100 usato solitamente, utilizzando i due dadi per decina e unità.

Una caratteristica che ho molto apprezzato è inoltre la capacità dei creatori del gioco di trasformare mestieri e capacità del tempo in classi con le loro caratteristiche. I personaggi saranno dotati di un archetipo (la solita classe dei giochi di ruolo), di un talento, una motivazione, un trauma, e un segreto oscuro. Il secreto oscuro va a contraddistinguere in quanto è qualcosa che ha portato problemi al personaggio, che lo fa vergognare e che non dovrebbe mai essere mostrato a nessuno.

Le diverse peculiarità che in mano ai giocatori trasformano dei fantocci vuoti, in vere e proprie personalità più o meno brillanti, si aggiungono a una serie di caratteristiche fisiche, mentali e sociali, che fanno da scheletro ai personaggi.

Inoltre essi hanno delle relazioni, che li collegano agli altri membri del gruppo, e delle risorse, ovvero quanto capitale hanno a disposizione. L’aspetto dello stile di vita, basato su quanti soldi possiede un personaggio, è collegato sia alla sua storia e all’archetipo scelto, e determina certe azioni che il personaggio può, o non può compiere.

Il mondo attorno a te è sconfinato – gli ultimi capitoli del manuale

Terminata la parte del manuale dedicata ai giocatori, ci si addentra nella seconda, o parte finale, quella che solitamente è per i Game Master, o per chi è appassionato e intende conoscere tutte le regole. Il capitolo 5, è quello dedicato a tutte le regole, in cui sono presenti sia quelle fondamentali, che quelle alternative, utilizzabili se sia il GM che i giocatori ne approvano l’uso. Viene descritto come gestire l’esplorazione, il combattimento e altre dinamiche basilari di un gioco di ruolo, fino alla descrizione di elementi più particolari quali la gestione della paura e delle paranoie dei personaggi.

Il capitolo 6 è invece dedicato completamente alla descrizione della Società, com’è organizzata, quali sono i suoi membri più celebri e come essa si è sviluppata nel tempo. Sono inoltre presenti le regole per personalizzare il Castello Gyllenkreutz e utilizzarlo per dare benefici ai membri del gruppo.

I capitolo 7, 8 e 9 contengono invece, rispettivamente, la descrizione del Nord, e di Upsala, città principale della Scandinavia di Vaesen, il classico bestiario, che contiene un alto di creature disponibili al Game Master e pronte ad essere inserito all’interno delle avventure, e come creare un mistero, ovvero un incarico da somministrare ai propri giocatori. Tutte queste tre sezioni sono davvero ben curate, e contengono inoltre parecchie regole per la creazione di misteri o creature del tutto nuove, seguendo estro e fantasia del GM.

Il capitolo finale, è chiamato “Il ballo dei Sogni” ed è un mistero prefatto dai creatori del gioco, da cui tutti i giocatori di Vaesen dovrebbero cominciare. Si tratta di un’avventura della durata di 4-5 sessioni, o anche meno, in base alle ore di gioco effettivo, che mostra le caratteristiche principali del gioco.


Considerazioni finali

Vaesen è un gioco di ruolo che mi ha catturato innanzitutto per la sua atmosfera piuttosto unica nel suo genere. L’ambientazione è piuttosto originale, ma questa non è una novità, in quanto Free League ci ha abituato a lavori del genere, sempre eccellenti sotto questo punto di vista. Le illustrazioni scelte per il manuale sono ottime, e a mio parere, davvero immersive. Il gioco inoltre, presenta nel suo bundle deluxe, una mappa del Nord e di Upsala, un mazzo di carte con all’interno alcuni vaesen e utili carte per l’iniziativa, e lo schermo del master, decisamente utile per tenere a mente informazioni che spesso sfuggono. I materiali e il design di questi elementi è particolare, e di buona fattura, il che mi porta a consigliarne l’acquisto a chi fosse interessato a Vaesen.

Vi raccomando quindi di passare da questo link, se volete acquistare Vaesen, e vi ricordo di fare un salto su Magic Merchant per giochi da tavolo e di ruolo di ogni tipo!

Lascerò inoltre qui sotto, un unboxing veloce, estratto dai nostri social, del bundle deluxe, così che possiate vedere con i vostri occhi ciò di cui ho parlato in questo articolo.

E se non lo avete ancora fatto, fatevi un bel giro su MagicMerchant.it

Gabriele "Millennial Geek" Russo

Ventenne con la passione per i giochi di ruolo e le ambientazioni sci-fi/cyberpunk piene di mutazioni. Dipendesse da me vivrei a Night City, dove lo stile e la moda, fanno da padroni!

Ultimi articoli

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: