Geek.pizza

Cowabunga!

Avvento 2023 – 24 – Un gioco gratis da fare a Natale!

Avvento 2023 – 24 – Un gioco gratis da fare a Natale!

La ventiquattresima casellina del calendario di Geek.pizza è quasi un augurio da parte nostra di passare un giorno di Natale con un divertimento coinvolgente per tutta la famiglia!

Per il sesto anno consecutivo, Geek.pizza porta nelle vostre case il calendario dell’avvento più ludico che ci sia e oggi abbiamo un momento di riflessione. Anzi, mille riflessioni.

Il gioco che vi proponiamo lo ha creato Stefano Negro per Geek.pizza, il regolamento è stato editato da Francesco Bavastro e grafica e disegni sono del vostro Ludografico di fiducia. E’ un “roll and write” e necessita di pochi altri accessori per poterci giocare: un pastello colorato per ogni persona presente e 3 dadi a 6 facce… oltre che stampare, per ogni partecipante, la scheda che vi mettiamo a disposizione proprio qui.

Buon divertimento!

Per ringraziarci, basta che mettiate un “mi piace” alla pagina Facebook di Geek.pizza o che ci seguiate su Instagram.

Per i vostri acquisti ludici, vi consigliamo MagicMerchant.it

Luca "il ludografico"

Il Ludografico (all'anagrafe Luca Canese) è un graphic designer e modellista, con una passione smodata per i giochi da tavolo, i libri, la storia antica, i boschi, gli orsi, gli unicorni, i giochi di Ryan Laukat, le opere di Paolo Chiari e i libri pop-up di Robert Sabuda. Scrive articoli bizzarri su vari aspetti del mondo dei GdT, realizza recensioni grafiche (le Ludografiche) dei giochi che ha provato, crea giochi sotto l'egida della LuxLu GD (con il suo collega Luigi Maini), lavora come grafico freelance per le aziende e agenzie, collabora con lo studio Labmasu come progettista di organizers per giochi da tavolo e, in passato, con la 4Grounds per la progettazione di navi di legno. E trova pure il tempo per giocare e badare alla sua casa. Consumato (e a volte scostumato) master e giocatore di GdR, passa da Eberron agli oscuri miti lovecraftiani con nonchalance, mentre la sua casa è invasa (oltre che da libri fantasy, di illustrazioni, di storia, Funko Pop e altre cose strane) da miniature dipinte e non dei più svariati giochi.

Ultimi articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *